Il cross CdS regionale di Scandiano: le gare giovanili




 

Le 4 gare giovanili a Scandiano valide per la prima prova del C.d.S. Regionale di Cross hanno avuto complessivamente 350 atleti classificati.

Interessanti le classifiche di società che sono ancora molto composite, soprattutto nelle 2 categorie femminili.

Nei cadetti la Fratellanza 1874 Modena è al comando con 441 punti, 30 di vantaggio sulla Corradini Rubiera, più staccate Atl. Imola Sacmi Avis, Cus Parma e Self Montanari Gruzza.

Nelle cadette ci sono 3 formazioni in 8 punti: Fmi Parma Sprint con 449, Corradini Rubiera 446 e Fratellanza 1874 Modena 441; Self Montanari Gruzza e Atl. Estense hanno oltre 100 punti in meno.

Nei ragazzi si registra il distacco maggiore fra prima e seconda in classifica: l’Atl. Lugo ha 426 punti, contro 369 della Interflumina E’ Più Pomì e 365 della Atl. Piacenza; seguono Fmi Parma Sprint e Rcm Casinalbo.

Nelle ragazze grande equilibrio, con Atl. Imola Sacmi Avis a 392 punti e Atl. Lugo a 383; 3° posto per Atl. Frignano Pol. Pavullese, davanti a Fratellanza e Corradini Rubiera.

A livello individuale nelle cadette si conferma Giulia Leonardi (Corradini Rubiera), campionessa nazionale dei 1200 siepi 2014 al 1° anno nella categoria, che precede di pochi secondi Ester Malacarne (Atl. Estense) e Jasmine Hmidani (Fratellanza); 4° posto per Giulia Zambrelli (Fmi Parma Sprint) e 5° per Matilde Cappelletti (Cus Bologna), tutte cadette già in evidenza lo scorso anno.

Nei cadetti Anas Hali (Atl. Lugo), 1° anno nella categoria e già segnalatosi nella categoria ragazzi, precede Lorenzo Vezzani (Atl. Estense), Pietro Ofidiani (Atl. Piacenza), Emanuele Cozza (Fratellanza) e Tommaso Fantini (Corradini Rubiera).

Nelle ragazze, la categoria giovanile più affollata con 112 partenti, prevale Elena Bonafè (Atl. Estense), 1° anno nella categoria, che ha la meglio su Francesca Vercalli (Atl. Reggio) e Samira Cicognani (Atl. Imola Sacmi Avis).

Nei ragazzi 1° posto per Arif Iljazi (Centro Atl. Copparo), davanti a Filippo Vizioli (Interflumina E’ Più Pomì) e Federico Rondoni (Corradini Rubiera).

Giorgio Rizzoli



Condividi con
Seguici su: