Il Grand Prix di lanci cadetti e allievi di Modena




 

Primo meeting outodoor della stagione in Emilia Romagna, ovviamente dedicato alle gare di lanci per le categorie cadetti e allievi. I nostri giovani lanciatori si cimentano nel disco, martello e giavellotto, con le novità dei regolamenti della stagione 2012 che vede per la categoria allieve un diverso peso degli attrezzi: il peso allieve ritorna ai 3 kg, dopo un lungo periodo nel quale era fissato a 4 kg; stessa cosa per il martello, mentre il giavellotto allieve viene fissata la misura dell’attrezzo in 500 grammi, rispetto ai 600 precedenti.

Se peso e martello esistevano già prestazioni con l’attrezzo da 3 kg (alcune annate precedenti o comunque le performances delle cadette che già gareggiavano con i 3 kg), per il giavellotto allieve si tratta di una novità assoluta e graduatorie e primati verranno quindi scritti ex novo a partire da questa stagione.

Essendo la prima gara dell’anno, perlomeno in regione, proprio la gara di giavellotto allieve andava a stabilire il primo primato regionale di questa specialità, visto che non ci risultano prestazioni precedenti. La gara è iniziata con il primo lancio di Caterina Borella, con la nuova maglia del Cus Bologna, che ha lanciato a 30,03, primo record regionale del giavellotto allieve 500 grammi. Subito dopo era il turno di Giò Argetta (Atl. Ravenna) che superava la misura della Borella e andava a segnare 32,08, misura risultata poi vincente e quindi nuovo primato regionale. Misura sicuramente migliorabile visto che Giò nel 2011 aveva lanciato a 32,47 con il giavellotto di 600 grammi. Sopra i 30 metri anche Caterina Borella, con la nuova maglia del Cus Bologna, che ha lanciato a 30,03.

Nelle altre gare doppietta di Alessandro Castelli, dal 2012 all’Atl. Piacenza, con 2 primati personali: 16,42 nel peso e 40,02 nel disco (15,34 e 39,72 i precedenti). Il 16,42 nel peso, gara disputata al coperto, è anche il nuovo primato regionale indoor allievi (precedente 16,13 di Giacomo Drusiani che risaliva al 4/2/2006) e la 6^ all time di un allievo in Emilia Romagna, dopo Emanuele Venturelli 18,09 (1993), Giacomo Drusiani 17,24 (2006), Igor Bacchilega 16,82 (1990), Vanes Bacchilega 16,71 (1992) e Fabio Menozzi 16,42 (1992). Nel martello allievi primato personale con 47,24 per Luca Soresini (Cus Parma), che aveva un precedente limite di 45,62. Nel giavellotto allievi 48,67 per Gabriele Boga, anch’egli approdato nel 2012 in un’altra società: dalla Atl. Rimini Nord Santarcangelo alla Self Montanari Gruzza.

Nel peso allieve la migliore misura è di Virginia Braghieri (Atl. Piacenza) con 12,41, che torna a confrontarsi con i 3 kg, dopo il 1° anno da allieva in cui si era cimentata con i 4 kg lanciando a 10,48. La piacentina avvicina il personale che rimane però il 12,51 realizzato da cadetta nel 2010. 2° posto per Caterina Borella (Cus Bologna) con 12,19: anche per la bolognese non si tratta del primato personale, perché aveva lanciato a 12,31 la settimana scorsa ad Ancona. Nel disco 28,31 per Diana Egidi (Atl. Ravenna), che migliora il 26,82 dello scorso anno. Nel martello Giorgia Zanella, passata alla Self Montanari Gruzza, 1° anno allieva, continua quindi a lanciare con quello da 3 kg, come faceva da cadetta: buon 40,76 ma inferiore al personale di 42,29 ottenuto da cadetta.

Nelle gare cadetti Gabriele Valanzano (Atl. Castiglione), al 1° anno nella categoria, vince il peso 4 kg con 11,38 (lo scorso anno da ragazzo con il peso da 2 kg lanciò a 15,76, uno dei migliori risultati in regione). Nel disco e nel martello 2 successi per Giacomo Casoni (Pol. Castelfranco Emilia): nel disco con 27,79 migliora il primato personale di 51 cm, nel martello con 40,58 di 136 cm. Nel giavellotto cadetti si impone Paolo Cattabiani (Azzurra Parma) con 33,39, misura inferiore al 36,42 del personale 2011. Nelle cadette Marta Baruffini (Fmi Parma Sprint) vince il peso 3 kg con 11,16, a 39 cm dalla sua migliore misura dello scorso anno. Nel disco e martello vittorie per le cadette della Atl. Piacenza: 19,61 per Simona Dallabona nel disco e 38,03 per Agata Gremi nel martello, atleta già in evidenza nella scorsa stagione quando aveva lanciato a oltre 40 metri. Infine il risultato migliore in assoluto fra gli/le under 16: la campionessa italiana 2011 del giavellotto Sara Corradin ( Corradini Rubiera) vince la gara lanciando a 42,21, primato personale che migliora il 42,04 con il quale si impose agli Italiani di Jesolo nel 2011. La misura di Sara Corradin è la seconda all time in regione dopo il 43,90 di Giuliana Spada, ottenuta il 15 giugno 1985. Questi la serie dei lanci di Sara Corradin nella gara di sabato: 42,21; 39,48; 36,46; 34,58; 38,39; 34,97.

 

Giorgio Rizzoli



Condividi con
Seguici su: