I risultati della seconda giornata dei cadetti in aggiornamento continuo




 

Si parte con la seconda giornata dei Campionati Italiani Cadetti, la più intensa delle 3 in programma e proporremo vari aggiornamenti al susseguirsi delle gare.

Diamo intanto un’occhiata alle classifiche per rappresentative del Campionato Italiano per Regioni. Quella ufficiale, con un solo atleta per rappresentativa e 21 punti a scalare) vede nei cadetti (dopo le 5 finali di ieri) il Lazio al comando con 92 punti, davanti a Lombardia con 85, Toscana con 83 e Friuli Venezia Giulia con 81. L’Emilia Romagna è all’11° posto con 46 punti. Nelle cadette, con 2 sole finali disputate, in testa è il Friuli con 41 punti (un 1° e un 2° posto come atlete delle rappresentative), davanti a Piemonte con 39, Veneto con 35,5 e Lombardia con 33,5; 7° posto per l’Emilia Romagna con 28.

Noi, come solito, elaboriamo anche un’altra classifica in base ai primi 8, considerando anche gli atleti che gareggiano a titolo individuale: nei cadetti conferma del Lazio con 27 punti, davanti a Friuli con 22 e Lombardia con 20; come Emilia Romagna siamo attualmente piuttosto indietro con 4 punti, grazie ai piazzamenti (7° e 8° posto) di Luca Ferretti, Ivan Nichik e Lorenzo Bilotti. Nelle cadette in testa il Veneto con 15,5, davanti a Friuli con 14, Lombardia con 11,5 e Piemonte 11. Per l’Emilia Romagna 2 punti, grazie al 7° posto di Silvia Porcarelli nell’alto.

Si parte molto bene in questa seconda giornata per l'atletica dell'Emilia Romagna: nella prima finale in programma, il disco cadetti, Martin Pilato e Nicola Ferroni si classificano al 1° e al 2° posto, con le misure di 46,40 e 42,50. I 2 cadetti, entrambi romagnoli (Pilato di Cervia, Ferroni di Rimini) nel corso di quest'anno si sono affrontati più volte, prevalendo ora uno, ora l'altro; poi nel corso dei Campionati Regionali di Ravenna c'è stato l'exploit di Ferroni, arrivato a 46,31, miglior risultato stagionale in campo nazionale, che di fatto conquistava la convocazione per Desenzano come rappresentativa. Oggi Martin ha fatto ancora meglio, 9 cm oltre la misura record di Nicola, già con il secondo turno di lanci e si è portato in testa alla gara, superando proprio il 42,50 realizzato da Ferroni al primo turno. Al terzo turno Pilato ribadiva la sua superiorità odierna, lanciando a 44,87, poi 2 nulli e il lancio finale a 41,21; per Ferroni ancora 2 lanci validi, 41,88 al terzo e 42,34 al quinto, tutte misure superiori al miglior lancio del 3° classificato, il veneto Andrea Caiaffa con 41,60. Ancora una curiosità che riguardano i 2 forti lanciatori romagnoli: il fratello di Martin, Manuel ha vinto il titolo italiano allievi di giavellotto nello scorso week end a Grosseto, mentre quello di Nicola, Lorenzo è stato vincitore di 2 titoli italiani nel salto con l'asta (2004 da cadetto e 2006 da allievo). Infine una citazione doverosa per i loro allenatori: i fratelli Pilato sono allenati da Mauro Roncuzzi, i fratelli Ferroni da Stefano Casali.

Batterie di 100 hs cadetti e 80 hs cadette: il riccionese Alessandro Faragona conquista la finale “A” con 14.10, 8° tempo fra i qualificati. Va in finale “B” Mattia Gangemi con 14.73. Nelle cadette Ilaria Roveri è il 4° tempo con 12.30 ed è quindi in finale “A”. Le 2 finali sono in programma oggi pomeriggio alle 16.00 (80 hs cadette) e 16.20 (100 hs cadetti).

Batterie degli 80 metri cadetti e cadette: attesissimi i 2 atleti dell’Emilia Romagna: Giovanni Cellario vince facile la quarta batteria in 9.37 (vento -0,6), mentre Eseosa Desalu vince la prima in 9.37 (vento -0,7), che è anche il miglior tempo di qualificazione, alla pari del piemontese Giacomo Isolano, vincitore della seconda batteria. Nelle cadette Silvia Corbucci si piazza al 2° posto nella seconda batteria in 10.47 e si qualifica anch’essa per la finale A con il 6° miglior tempo. Le 2 finali si svolgeranno alle 16.40 (cadetti) e alle 17.00 (cadette).

 

Pentathlon cadetti: si sono disputate le prime 3 prove (100 hs, alto, giavellotto), mentre le 2 finali (lungo e 1000) si svolgeranno domani mattina. Come rappresentativa dell’Emilia Romagna è in gara il piacentino Lorenzo Dallavalle ha corso i 100 hs in 14.39 (4° miglior risultato della gara), poi si è migliorato nell’alto con 1,71 (precedente 1,67); nel giavellotto ha però ceduto posizioni e si trova ora al 12° posto in classifica con 1923 punti. Da individuale è presente il copparese Giacomo Tracchi, che ha optato per le prove multiple rispetto al salto in alto, sua specialità singola preferita: ha corso i 100 hs in 14.61, poi un ottimo “alto” con 1,80, primato personale eguagliato, che gli aveva consentito di passare provvisoriamente al comando della gara, prima di cedere diverse posizioni con il giavellotto: ora è 10° con 1991 punti.

 

Triplo cadette: 13° posto per Federica Roberto con 10,41, ottenuto nel terzo e ultimo salto, dopo 2 prove intorno ai 10 metri. Titolo italiano per la veneta Ottavia Cestonaro con 12,01.

Giorgio Rizzoli

 

La foto è di Claudio Petrucci/Fidal.

I risultati dei Campionati Italiani Cadetti a Desenzano

La classifica per regioni (in base ai piazzamenti nei primi 8)



Condividi con
Seguici su: