I meeting indoor di sabato 12 gennaio a Modena, Ancona e altro ancora




 

Modena apre la serie dei Meeting Nazionali Indoor con le gare dei 60 metri e 60 hs (+ alto maschile e femminile) disputate oggi. Domani altro meeting con le altre gare di salti.

Si parte alla grande, con 76 atleti presenti nei 60 metri piani maschili e 48 atlete nei 60 metri piani femminili. Negli uomini le 13 batterie sono propedeutiche alle 4 finali, con il trentino Davide Deimichei miglior tempo nelle batterie con 6.91 e 1° anche nella finale A con 6.92. In questa finale accedono anche 2 atleti emiliano romagnoli, entrambi dell’Atl. Imola: il campione italiano allievi 2011 dei 100 metri Lorenzo Bilotti, nel 2013 ancora juniores, che sigla 6.99 in batteria e 6.98 in finale, che gli vale il 4° posto e Luca Valbonesi, più volte azzurro, nel 2013 passato nella categoria promesse, che si piazza al 6° posto in finale con 7.09, dopo il 7.03 ottenuto in batteria.

Nei 60 hs assoluti la finale è vinta da Elamjad Khalifi (Fratellanza) con 8.31. Fra gli junior il migliore è Simone Bais (Lagarina Crus Team) con 8.42 e negli allievi il 1° è Davide Cellario (Reggio Event’s) con 8.75, dopo 8.71 in batteria.

Nell’alto Luca Ferretti, con la nuova maglia della Fratellanza, vince con la misura di 2,00.

Nelle gare femminili, sui 60 metri, doppio 7.84 della junior vicentina Francesca Scapin. In progresso la 1° anno junior Cecilia Artioli (Modena Atletica), 2° posto nella finale A con 7.88, che migliora il 7.91 ottenuto a dicembre e replicato in batteria; al 3° posto Federica Roberto, atleta juniores proveniente dall’Atl. Cinque Cerchi che, insieme ad altre compagne, & egrave; passata al Cus Parma e che oggi ha demolito il suo personale, portandolo da 8.23 a 7.90 nella finale, passando dal 7.96 in batteria. Al 4° posto l’allieva 1° anno Paola Forghieri (Mollificio Modenese) con 7.96, dopo avere corso in batteria in 7.90, a 4/100 dal personale ottenuto a fine 2012 ancora da cadetta.

Nei 60 hs femminili gara ad alto livello con la presenza di Alessandra Arienti (Cus Parma) e Alessandra Feudatari (Interflumina E’ Più Pomì). Prevale l’Arienti sia in batteria che in finale, segnando 8.54 e 8.49, contro 8.84 e 8.69 della Feudatari, quest’anno alla sua ultima stagione nella categoria promesse. Nella gara allieve Valeria Grigolato (Mollificio Modenese) è la migliore sia in batteria che in finale, con 9.08 e 9.19 e precede Laura Reggi (Atl. Lugo) con 9.27 e 9.23.

Infine l’alto femminile con la grande prestazione della allieva Anna Plodziszewska (Atl. Lugo) che migliora il personale, portandolo da 1,65 (ottenuto nel 2011 a 15 anni) a 1,73, che oggi è stata la stessa misura ottenuta dalla campionessa Chiara Vitobello (Bracco Atletica), una delle migliori saltatrici italiane assolute, con un personale di 1,89. Per la Plodziszewska si tratta del primato regionale indoor allieve, che supera la precedente misura di 1,71 di Serena Capponcelli, ottenuta nel 2006.

 

Ad Ancona parecchi atleti emiliano romagnoli in gara al Meeting Nazionale. Ritorno alle competizioni, dopo un periodo di assenza, per Elena Zaniboni (Atl. Lugo) che vince il triplo con 12,30, precedendo di 2 posizioni Valentina Morigi (Self Montanari Gruzza) a 11,98. Nei 1000 metri bel 2° posto di Damiano Guerrieri (Corradini Rubiera) con 2.30.37, che potrebbe essere anche la migliore prestazione di sempre di uno juniores della nostra regione. Nei 1000 metri femminili 1° posto per l’allieva Carlotta Borghini (Olimpus San Marino) con 3.23.82. Nel peso Caterina Borella (Cus Bologna), diventata juniores, ritorna a lanciare con i 4 kg e non va lontana dal personale, vincendo la gara con la misura di 10,93. Personale invece ottenuto e nettamente dall’allieva Laura Savigni (Libertas Rimini), che vince i 3 kg allieve con 11,32. Nel lungo prima gara da allievo per Francesco Lama (Atl. Imola Sacmi Avis) che si piazza all’8° posto con 6,57.

 

A Schio nel Trofeo Carla Sport debutto da allieva per Sara Corradin (Corradini Rubiera), campionessa italiana nel giavellotto cadette nel 2011 (e 2° posto nel 2012) che vince la gara di peso allieve 3 kg con 11,57, misura inferiore al 12,11 ottenuta da cadetta lo scorso anno.

 

A Bergamo 7,28 nel lungo per il nazionale Fabrizio Schembri (Carabinieri).

 

Giorgio Rizzoli

 

 



Condividi con
Seguici su: