I giovanissimi ravvivano il San Vito

07 Giugno 2016

Nuovi primati regionali per i Master


 

Allo stadio San Vito di Cosenza e al Campo Scuola di atletica leggera adiacente, si è svolta nell’ultimo week-end  una manifestazione di atletica leggera che comprendeva la seconda prova regionale del C.d.S. assoluto su pista, il C.d.S. Esordienti A, i Campionati regionali Esordienti B e C, il C.d.S. e Campionato individuale di Prove multiple per la categoria Cadetti. A corollario di tutte queste gare, anche i Campionati regionali di pentathlon Lanci, riservato agli atleti master. Certo, tante gare insieme, ma la scelta di “concentrare” tanta attività, scaturisce dalla carenza di impianti nella nostra regione e, anche, dalla poca disponibilità di quei pochi impianti, anzi pochissimi, che quasi sempre presentano la concomitanza di altre attività sportive, quali ad esempio il solito calcio, che è sempre prioritario rispetto alla nostra Atletica Leggera. L’impegno è stato alquanto pesante, soprattutto per chi è stato preposto alla gestione della stessa manifestazione, su due diversi impianti. Ma alla fine, gli addetti a ciò, hanno avuto il piacere di ricevere i complimenti da parte di chi è stato presente, sia esso atleta, dirigente o semplice spettatore, che hanno assistito a due belle giornate di gare, colorate delle variopinte maglie dei tanti ragazzini, tutti concentrati a voler primeggiare sull’avversario in gara, per la conquista della migliore posizione di classifica e per i premi artistici messi in palio dall’organizzazione e per vestire la maglia di “Campione Regionale”. Il consuntivo delle due giornate registra un discreto 50”02 ottenuto dallo junior reggino Giovanni Barletta (Atletica Olympus) sul giro di pista, dove lascia alle sue spalle due giovani atleti, della categoria allievi, Roman Daniel Adduci e Francesco Zingone dell’Atletica Cassano,  che hanno dimostrato la voglia e le potenzialità per una loro crescita. Occasione mancata per Gabriel Hutanu (Cosenza K42) che, reduce da un 50”92 ottenuto il 2 giugno ad Acquaviva delle Fonti, ha preferito testare le sue potenzialità, cimentandosi sui 100 piani, dove ha ottenuto il secondo posto col tempo di 11”75, alle spalle di Marco Popone (11”70 - Atl. Barbas).

Nei metri 800, vittoria e record SM45 per Alfonso Scarfone (Fiamma Atletica Catanzaro) che chiude il doppio giro di pista col tempo di 2’06”11; dietro di lui l’allievo dell’Ateltica Cosenza Saab Tarybqy che chiude in 2’09”66. Nel salto in alto, l’atleta della Barbas, Stefano Milone, non va oltre l’1,88 e si deve arrendere alla misura successiva di 1,91. I m. 100 femminili vengono aggiudicati alla junior Beatrice Romeo (Atletica Olympus) col tempo di 13”39, che ha la meglio sulla allieva della Asd Zagara di Sant’Ilario dello Ionio, Greta Panetta, che ottiene il tempo di 13”47. Quest’ultima ha l’opportunità di rifarsi con la disputa dei m. 200, che vince col tempo di 27”85. Dietro di lei Maria Pia Cardamone – SF35 della Fiamma Atletica Catanzaro che col tempo di 28”35 ottiene il nuovo primato regionale. Primato che bissa anche sulla gara dei m. 400, fermando i cronometri sul tempo di 64”32. In entrambi i nuovi primati regionali scalza Tiziana Viapiana dell’Hobby Marathon di Catanzaro. Nel Pentathlon Lanci, gare riservate agli atleti master e disputate al campo scuola, preponderante la partecipazione di atleti “fuori regione”, ma gli atleti calabresi si sono ben distinti, ottenendo nuovi primati di categoria. Tra questi Maria Grandinetti (SF50 - Atletica Cosenza) che migliora il primato nel lancio del martello di ben 5 metri, portandolo da m. 39,01 a m. 44,76.  Ritocca pure quello del getto del peso portandolo da m. 8,76 a m. 9,01 e, infine, anche quello del Pentathlon lanci, sempre appartenente alla stessa atleta, che lo aggiorna portandolo a 3.468 punti (precedente p. 3.006). Nel settore maschile della stessa competizione master, Umberto Laganà (SM75 - Atletica Amatori Reggio) migliora i primati nel disco (m. 27,38 - precedente m. 26,51), nel giavellotto (m. 30,14 – precedente m. 28,88) e nel Pentathlon Lanci con 3.542 punti (precedente 3.466).  Ancora un altro atleta dell’Atletica Cosenza, Antonio Vaccari (SM50) che aggiorna il primato del disco, portandolo a m. 34,80 (precedente  m. 34,52) e del punteggio totale del Pentathlon Lanci , dove ottiene 3.333 punti, contro i 3.180 del precedente. Nel pomeriggio di sabato, i mini atleti hanno “rinverdito” il tono della manifestazione, impegnandosi in tante gare, dove sono stati protagonisti indiscussi, per tutto il pubblico presente sugli spalti del San Vito, che li hanno sostenuti durante tutto il corso delle gare.

pino pignata

RISULTATI

 



Condividi con
Seguici su: