I Campionati Regionali Indoor Cadetti a Modena




 

Entusiasmanti e piene di risultati interessanti le gare dei Campionati Regionali Indoor Cadetti, che si sono disputate a Modena, con organizzazione della Fratellanza 1874 Modena.

Nei cadetti, affollatissimi i 60 metri, che vedono la bellezza di 16 batterie: il miglior tempo è di un quasi debuttante, Andrei Alexandru Zlatan, nazionalità rumena e neo tesserato per l’Atl. Reggio, con 7.55. In finale si migliora nettamente con 7.38 e lascia a 23/100 Lorenzo Castaldelli (Francesco Francia) con 7.61, poi Alessandro Temellini (Atl. 75 Cattolica) 7.62.

Nei 60 hs Simone Boldrini (Fratellanza 1874 Modena), dopo avere ottenuto il miglior tempo in batteria con 8.66, si porta a 8.63 in finale, dove precede Michele Brini (Atl. Lugo) con 8.70 e Giovanni Marchetti (Csi Sasso Marconi) con 9.18.

Nell’alto viene ottenuto uno dei migliori risultati tecnici della giornata: Damiano Lorenzini (Virtus Emilsider Bologna) sale a 1,82, migliorandosi di 4 cm; 1,80 per Cristiano Tamarozzi (Francesco Francia) che eguaglia il personale e 3° posto per Gabriele Valanzano (Atl. Castiglione) con 1,78, che si migliora di 2 cm.

Nell’asta il titolo regionale va ad Andrea Marciante (Atl. Reggio) con 2,90, davanti a Michele Bozzo (Atl. Cinque Cerchi) con 2,70.

Nel lungo vince la gara il favorito Gabriele Sgarbi (Sintofarm) con 6,60; Federico Montanari (Atl. Reggio) agguanta il 2° posto con l’ultimo salto a 5,98 e supera Alessandro Temellini (Atl. 75 Cattolica) a 5,90, alla seconda medaglia di bronzo della giornata, dopo quella sui 60 metri.

Nel triplo 1° posto per un cadetto 1° anno, Luca Vireak Bonelli (Atl. Piacenza) con 12,11; al 2° posto Marco Dalmonte (Atl. Lugo) con 11,82 e al 3° Andrea Dallavalle (Atl. Piacenza) con 11,75.

Nel peso il titolo regionale è per Gabriele Valanzano (Atl. Castiglione) con 12,87; al 2° posto Norberto Fontana (Atl. Cinque Cerchi) con 12,65, mentre al 3° si piazza Lorenzo Nicoli (Lolliauto) con 12,02.

Nelle cadette, la gara dei 60 metri era fra le più attese, con Eleonora Iori (Mollificio Modenese) e Laura Fattori (Atl. Reggio) come favorite. Nelle batterie fra le 2 si intromette però Zaynab Dosso (Corradini Rubiera), classe 1999, con 8.02, 2° tempo dopo 7.96 della Iori e davanti all’8.04 della Fattori. In finale tutte 3 le atlete migliorano i tempi della batteria e finiscono con quest’ordine: Iori 7.93 (primato personale eguagliato), Fattori 7.96, Dosso 7.97 (primato personale).

Nei 60 hs le batterie avevano visto Elisa Maria Di Lazzaro (Avis Fidenza) segnare il miglior tempo con 9.31, ma in finale non conclude la gara, che è vinta da Sofia Rinaldi (Atl. Castelnovo Monti) con 9.51, seguita dal duo Sintofarm, Francesca Grapelli 9.71 e Laura Zucchi 9.80.

Nell’alto ci sono 2 atlete che superano 1,60: il titolo va a Francesca Paglia (Interflumina E’ Più Pomì) che, dopo i salti di spareggio, a conclusione di una gara bellissima, è riuscita ad avere la meglio su Melissa Monti (Nuova Atl. Molinella) che migliora di 1 cm il personale, mentre è di 3 cm il progresso di Francesca Paglia; al 3° posto Rachele Campagni (New Star) con 1,56, che a sua volta si migliora di 5 cm.

Nell’asta 2,90 per Silvia Zanni (Atl. Reggio), con 7 salti senza errori, prima dei 3 tentativi non riusciti a 3,00; 2° e 3° posto per 2 atlete della Edera Forlì, Arianna Bertaccini con 2,40 e Angelica Bombardi con 2,30.

Doppio successo nel lungo e nel triplo per Fabiana Vandi (Riccione Sessantadue) con 5,06 e 10,43. Nel lungo precede Alessia Orsatti (Coop Consumatori Nordest) con 4,97 e Giorgia Vioni (Self Montanari Gruzza) con 4,78; nel triplo al 2° posto Elisa Rinaldi (Atl. Cinque Cerchi) con 10,17 e al 3° Ylenia Gasperoni (G.A. San Marino) con 9,96.

Nel peso 11,54 per Maite Vanucci (Nuova Atl. Molinella), misura con cui distanza di 165 cm la seconda classificata, l’eclettica, anche marciatrice, Molly Jade Davey (Atl. Rimini Nord Santarcangelo) a 9,89, seguita da Siria Giacalone (Atl. Piacenza) con 9,83.

 

Giorgio Rizzoli



Condividi con
Seguici su: