Huelva: vince Chigbolu, cresce Magnani

03 Giugno 2016

La velocista dell'Esercito conquista il giro di pista in 52.68, la cesenate delle Fiamme Gialle quarta nei 1500 con lo stagionale migliorato a 4:08.17. Floriani undicesimo nei 3000 siepi in 8:33.43. 


 

Una vittoria e due primati stagionali per gli azzurri oggi impegnati al XII Meeting Iberoamericano di Huelva. Nella riunione spagnola la quattrocentista Maria Benedicta Chigbolu, malgrado una reazione allo sparo non brillantissima (0.565), rimette le cose a posto sull'anello chiudendo davanti a tutte sul rettilineo finale in 52.68. Battute la britannica Montene Speight (53.17) e la spagnola Aauri Bokesa (53.23). Quinta in 53.77 l'altra velocista dell'Esercito, la bergamasca Marta Milani. Bene Margherita Magnani nei 1500. La cesenate delle Fiamme Gialle a cinquecento metri dal traguardo cambia ritmo e va a cercare la scia del terzetto di testa. Al traguardo il cronometro per lei segna 4:08.17 ovvero quarto posto, primato stagionale e quinta prestazione in carriera. Il successo va alla keniana Mary Kuria che in 4:04:13 precede la serba Amela Terzic (4:05.53) e la colombiana Muriel Coneo (4:06.99). Season best anche per Yuri Floriani che, alla seconda uscita dell'anno sui 3000 siepi, conclude la sua prova in 8:33.43. Il 34enne trentino delle Fiamme Gialle è undicesimo nella gara vita dal marocchino Soufiane El Bakkali in 8:17.19. Serata meno fortunata per gli altri due azzurri in gara: squalificata la siepista Giulia Martinelli, mentre Yassine Rachik si ritira nei 5000 metri.

a.g.

RISULTATI/Results

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: