Howe gioca con i 400, Di Martino a 1,93




 
I presenti giurano che abbia anche avuto il tempo, sul rettilineo conclusivo, di girarsi verso la tribuna e fare una boccaccia. Chissà che non sia l’ennesima leggenda da addebitare al wonder boy dell’atletica italiana. Sta di fatto che quella compiuta da Andrew Howe oggi, sulla pista di Rieti, in occasione della prima giornata della fase regionale dei societari, è una impresa un po’ pazza ma tremendamente affascinante. Il reatino, atteso alla prova sui 100 metri, ha scelto invece all’ultimo momento di schierarsi al via dei 400, pennellando, all’esordio sulla distanza, un giro da 46.03, probabilmente una delle “prime” più veloci di sempre in chiave italiana sulla distanza. Il lunghista dell’Aeronautica ha impressionato per facilità di corsa e resistenza alla velocità, portando una spanna più in là i già vasti confini delle sue possibilità atletiche. Lo rivedremo (si fa per dire) domenica prossima a Eugene, nel Prefontaine Classic, stavolta nella sua gara preferita, ovvero il salto in lungo. «Mi sono divertito – ha detto Howe subito dopo l’arrivo – questo 400 è nato quasi per scherzo con i miei compagni di club: volevo dimostrare che a volte alcune barriere possono essere abbattute. In molti pensavano che senza alcuni lavori di resistenza non avrei retto fino in fondo, ma io ero convinto del contrario. Per abbattere dei muri occorre prima di tutto crederci, e questo risultato conferma la mia tesi». Detto di Howe, da Rieti sono arrivate anche altre cose interessanti. Antonietta Di Martino (Fiamme Gialle) ha imboccato il via della stagione con il piede giusto, salendo a 1.93 nel salto in alto, mentre Daniela Reina (Fiamme Azzurre) è scesa al di sotto dei 53 secondi nei 400 metri, palesando una condizione già notevole per il periodo. Significativi anche l’11.73 (con un metro di vento in faccia) della esplosiva junior Jessica Paoletta (Studentesca Rieti), e il 13.21 di Margaret Macchiut nei 100 ostacoli. Duello nel peso tra due azzurre: vittoria per Chiara Rosa (Fiamme Azzurre), capace di 17,91, contro il 17,72 di Cristiana Checchi (Forestale). Doppio appuntamento – visto il numero di atleti coinvolti, 16 serie di 100 metri e 14 di 400 in campo maschile - per le società lombarde. A Vigevano (di scena le donne), in evidenza Assunta Legnante (Camelot), di poco al di sotto dei 18 metri nel getto del peso (17,90). Sprint con Elena Sordelli (11.73) sugli scudi, ma vale la pena di sottolineare il 54.89 nei 400 metri della Junior Marta Milani, che ha centrato il minimo per i Mondiali Junior di Pechino; traguardo tagliato anche dalla siepista Giulia Basoli (Camelot), altra perla del "Progetto Talento", 10:58.49. A Saronno (uomini) buon 400 metri per Marco Marsadri (Cento Torri Pavia), sceso a 47.26; 14.34 nei 110hs per il compagno di squadra Nicola Comencini (-0.8), e 60,83 per il giavellottista Claudio Favi (sempre Cento Torri Pavia). A Macerata (sede di gara per Marche e Abruzzo) Filippo Reina (fratello della già citata Daniela) ha corso i 400 metri in 47.73, ma il risultato di giornata è arrivato dal lancio del disco maschile, con il 21enne Giovanni Faloci (Avis Macerata) capace di superare la fettuccia dei 60 metri, con un lancio a 60,38. Discreto anche il 10.60 del duecentista Marco Scalpelli (Avis Macerata) sui 100 metri. Da Genova, spicca il bel 65,61 messo a segno dalla 21enne martellista del Cus Silvia Salis, segnalata in crescita costante. Interessante anche il 24:51.08 nei 5 km di marcia della 18enne Federica Ferraro (Universale Alba). A Marcon (Venezia, fase regionale del Veneto), il pomeriggio è iniziato con un bel 400. Sul gradino più alto del podio, l’ottocentista keniano d’adozione veronese, Wilfred Bungei, che si è imposto in 46”99, precedendo i poliziotti Edoardo Vallet (47”81) e Alessandro Bracciali (47”95). Quarto il diciottenne Matteo Galvan, sceso a 48”45. Nell’alto, discreto 1.77 dell’algerina Sara Bouaoudia, specialista delle prove multiple neo-tesserata per l’Assindustria Padova (seconda, con 1.71, la junior Sara Mazzi). Nei 100 ostacoli, bel 14”03 della promessa Giulia Tessaro. SELEZIONE DI RISULTATI DALLE SEDI DI GARA LAZIO (RIETI) – UOMINI – 100 (-0.5): Anceschi (Fiamme Gialle) 10.46, Riparelli (Aeronautica) 10.52, Dacastello (Fiamme Gialle) 10.53; 400: Howe (Aeronautica) 46.03, Moraglio (Aeronautica) 47.58, Moscatelli (Aeronautica) 47.91; 110hs (-0.1): Bitincka (Campidoglio) 14.05; Disco: Zitelli (Aeronautica) 53,99; Marcia km10: Giungi (Fiamme Gialle) 40:41.69. DONNE - 100 (-1.00) Paoletta (Studentesca Rieti) (J) 11.73, Grillo (Forestale) 12.00; 400: Reina (Fiamme Azzurre) 52.97, Spacca (Forestale) 54.69; 400: 100hs (+0.7): Macchiut 13.21; Alto: Di Martino (Fiamme Gialle) 1,93; Peso: Rosa (Fiamme Azzurre) 17,91, Checchi (Forestale) 17,72; Martello: Claretti (Fondiaria Sai) 66,76; 4x100: Forestale (Nicolussi, Grillo, Arcioni G., Panzarino) 46.49; Marcia km5: Giordano (Fiamme Azzurre) 22:15.02. VENETO (MARCON, VENEZIA) – UOMINI – 100 (v. 0.0): Turri (Bechèr Vittorio Veneto) 10.84; 400: 1. Wilfred Bungei (Insieme New Foods Vr) 46.99, Vallet (FF.OO.) 47.81, Bracciali (FF.OO.) 47.95, Galvan (Vicentina) 48.45. 110 hs (-1.1): Giovannelli (FF.OO.) 14.34; Giavellotto: Toniolo (Vicentina) 57,59. DONNE - 100 (-1.0): Pasinato (Lib. Padova) 12”26, 400: Rocco (FF.OO.) 55”78, Valente (Vicentina) 56”20. 100 hs (0.0): Tessaro (Asi Veneto) 14”03; Alto: Bouaoudia (Assindustria Pd) 1.77; Martello: Chiricosta (Asi Veneto) 51.04. LOMBARDIA (VIGEVANO, PAVIA) – DONNE – 100 (+1.5): Sordelli (Camelot) e Ojokolo (Cus Atl. 2000 Milano) 11.72; 400: Devonda (Cus Atl. 2000 Milano) 53.78, Milani (Atl. Bergamo 59) (J) 54.89; 3000st: Basoli (Camelot) 10:58.49; Peso: Legnante (Camelot) 17,90; Martello: Coaccioli (Camelot) 55,83. (SARONNO, VARESE) – UOMINI – 400: Marsadri (Cento Torri Pavia) 47.26; 110hs (-0.8): Comencini 14.34; 3000st: Chatbi (Atl. Bergamo 59) 8:41.22, Salami (Lib. Mantova) 8:50.19; Disco: Sacchi (Cento Torri PV) 50,41; Giavellotto: Favi (Cento Torri Pavia) 60,83; 4x100: Cento Torri PV 41.82. MACERATA (MARCHE E UMBRIA) – UOMINI – 100 (+0.4): Scalpelli (Avis Macerata) 10.60; 400: Reina (Avis Macerata) 47.73; Disco: Faloci (Avis Macerata) 60,38, Di Marco (ASA Ascoli) 58,33. DONNE – 400: Tomassetti (Atl. Fermo) 57.42 PUGLIA - (MOLFETTA, BARI)- UOMINI - 100 (-0.6) Giudetti (L'amico TA) 10.84; DONNE - 1500: Labani (Alteratletica Locorotondo) 4:27.51; Marcia 5Km: Santoro (Alteratletica Locorotondo) (J) 25:06.94. LIGURIA (GENOVA) - DONNE - 100 (-0.8): Mirabella (Sportlife SP) 12.63; 400: Rosati (Sportlife) 56.66; Martello: Salis (Cus Genova) 65,61; Marcia 5km: Ferraro (Universale Alba) 24:51.08. m.s. Hanno collaborato dalle sedi: Mauro Ferraro, Maria Grazia Vanni, Roberto De Benedittis, Giovanni Esposito, Mario Giannini File allegati:
- TUTTI I RISULTATI - IN AGGIORNAMENTO



Condividi con
Seguici su: