Howe e gli azzurri al Compeed Golden Gala




 

Andrew Howe non perde la sua battuta pronta, ma appare molto concentrato sui 200 metri che lo attendono domani sera al Compeed Golden Gala. L'ultima volta che li aveva corsi era stato il 9 settembre del 2010 a Milano. Quella sera alla Notturna era stato il più veloce di tutti con un sorprendente 20.30, a soli due centesimi dal primato personale, 20.28, con cui nel 2004 si era laureato campione del mondo junior. "Quella di domani sera - esordisce l'azzurro dell'Aeronautica - sarà la mia prima gara di velocità al Golden Gala. Finora in questa manifestazione ho solo saltato, stavolta mi vedrete sui 200 metri. Considerato che è la mia prima uscita, dopo il primato personale (45.70) sui 400 di Pavia, può capitare di tutto. Certo che correre i 200 a Roma, in uno Stadio come l'Olimpico e in un meeting importante come il Golden Gala, sarà una bella emozione. Mi sono sempre divertito qui e spero di fare altrettanto domani sera. A livello emotivo in questo momento mi do 9, tra il 7,5 e l'8, invece dal punto di vista fisico. Del resto, la stagione è lunga e il massimo della forma conto di raggiungerlo per i Mondiali di agosto. Punto sul lungo per Daegu e farò il mio esordio tra due settimane in Coppa Italia a Firenze. Spero che la velocità su cui mi sono concentrato in questa prima parte di stagione possa diventare un'arma in più anche per saltare lontano. Se penso che in un 2010 condizionato dal recupero dall'intervento al tendine, sono riuscito a fare 8,16, quest'anno con una preparazione regolare chissà dove potrò arrivare? Sono tornato ad allenarmi a Rieti e intanto sto lavorando anche con il gruppo della 4x100 azzurra, ma ancora devo mettere a punto i cambi. Bolt? E' un personaggio importantissimo per l'atletica e uno come lui serve alla popolarità globale del nostro sport". Domani alle 20:30 sui blocchi di partenza del mezzo giro di pista lo attende lo statunitense Shwan Crawford, il campione olimpico dei 200 ad Atene 2004, dove stabilì anche il personal best di 19.79.     

Nel triplo, esordio stagionale all'aperto per il recordman italiano Fabrizio Donato (Fiamme Gialle), vicecampione europeo indoor, insieme al carabiniere Fabrizio Schembri, mentre sui 400 metri gareggerà Marco Vistalli (Fiamme Oro). Al femminile, due azzurre nel giro di pista: la primatista nazionale Libania Grenot (Fiamme Gialle) e Marta Milani (Esercito). Nei concorsi saranno, quindi, impegnate le lanciatrici Zahra Bani (giavellotto) e Laura Bordignon (disco), entrambe delle Fiamme Azzurre. Forfait, invece, nell'asta per Giuseppe Gibilisco, tenuto ai box da un problema fisico. Senza dimenticare i velocisti delle due staffette 4x100, una assoluta e una under 23, che animeranno l'atto finale della trentunesima edizione del meeting della Capitale contro i quartetti di Francia, Canada, Germania, Olanda, Spagna, Polonia, Portogallo e Spagna.

Nella foto in alto, Andrew Howe; sotto alla conferenza stampa del Compeed Golden Gala insieme a Blanka Vlasic, Allyson Felix e la mascotte Romeo (Giancarlo Colombo/FIDAL) 

File allegati:
- FOTO/Photos
- Entry List



Condividi con
Seguici su: