Howe e Gibilisco, ultimo test per Berlino




 

Due big azzurri alla prova sabato. Il vicecampione del Mondo del lungo Andrew Howe, dopo l'esordio con 7,85 all'Herculis di Montecarlo torna a saltare domani a Grosseto (ore 18); nello stesso pomeriggio (ore 16) l'oro iridato di Parigi 2003, Giuseppe Gibilisco si misurerà, invece, nell'asta sulla pedana del 20° Lausitzer LA-Meeting di Cottbus in Germania dove troverà i tedeschi Bjorn Otto, già in squadra per i Mondiali, e Danny Ecker, bronzo ad Osaka 2007, insieme al britannico Steven Lewis (PB 5,72). Come preannunciato, per entrambi, già formalmente iscritti ai prossimi Mondiali di Berlino, si tratta di un test agonistico supplementare in base a cui, d'intesa con il Settore Tecnico Nazionale, si valuterà l'opportunità di confermare la loro presenza in azzurro alla rassegna iridata.

“Per me è un piacevole ritorno alle origini”, ha dichiarato oggi Howe, nel corso di una conferenza stampa nel capoluogo maremmano. “Sono contento di essere qui - ha aggiunto il lunghista dell'Aeronautica - dove ho ottenuto le prime vittorie importanti della mia carriera, con due titoli iridati juniores (lungo e 200 metri) cinque anni fa. Ho avuto indicazioni già la settimana scorsa al meeting di Montecarlo, ma era la prima uscita dopo sei mesi di assenza dalle gare e penso di poter fare di più. A Grosseto troverò condizioni ottimali e, anche se non mi pongo obiettivi particolari, spero di poter superare gli 8 metri. Voglio saltare tranquillo, con la mente libera, ma soprattutto voglio sapere quanti salti posso fare al massimo dello sforzo e quanto posso resistere al dolore che ho da tempo al tendine d’Achille sinistro. Il test sarà molto importante e in base a questo poi deciderò se andare ai Mondiali di Berlino oppure no. In ogni caso, per risolvere il problema, quasi sicuramente a settembre sarò costretto a sottopormi a un intervento chirurgico e sono convinto che andrà bene”. Howe domani troverà in pedana, tra gli altri, tre finalisti dei recenti Assoluti di Milano: Kevin Ojiaku, Francesco Agresti e Federico Chiusano.

(Ha collaborato Luca Cassai)

Nella foto, Andrew Howe in azione (Giancarlo Colombo per Omega/Fidal)




Condividi con
Seguici su: