Helsinki, Ferrara, Rovereto




 

Ai Campionati Europei di Helsinki oggi erano in gara gli atleti dei Carabinieri Fabrizio Schembri, Stefano La Rosa e Micol Cattaneo.

Fabrizio Schembri si è piazzato al 10° posto nel salto triplo, gara vinta splendidamente dall’altro italiano Fabrizio Donato con 17,63. Per il lombardo 16,34 al primo turno (+0,8), poi un salto nullo e il 16,40 (+2,7), al terzo turno, misura però non sufficiente a disputare i 3 salti di finale.

Stefano La Rosa si è piazzato al 12° posto con il tempo di 29.02.53 e anche in questa gara un altro italiano, Daniele Meucci, è salito sul podio, vincendo la medaglia d’argento con il tempo di 28.22.73. Il grossetano è sempre rimasto a centro gruppo, senza riuscire mai ad entrare nel vivo della corsa, a differenza della precedente gara dei 5000 metri, dove si era piazzato all’11° posto con 13.41.99.

Micol Cattaneo ha conquistato la finale dei 100 hs, dopo avere corso in batteria in 13.07 (+0,3) e in 13.10 (-2,3) in semifinale. Nella finale si è piazzata all’8° posto con 13.16 (-1,4), a 5/100 dalla primatista nazionale Marzia Caravelli, al 6° posto con 13.11. Comunque un gran risultato per l’atleta comasca dei Carabinieri che è ritornata su suoi livelli migliori, dopo un paio di stagioni con vari problemi fisici.

 

Nella nostra regione ieri si è disputato il Ferrara Meeting 2012. Il risultato di maggior contenuto tecnico è stato il 4,15 nell’asta di Giorgia Benecchi (Cus Parma), suo 2° miglior risultato dell’anno dopo il 4,35 del Memorial Goldoni Benetti del 19 giugno. Nelle altre gare, in evidenza gli juniores nei 100 metri uomini, con Ivan Nichik (Cus Parma) 11.10 (-0,1) in quarta serie, davanti a Leonardo Marangoni (Cus Ferrara) 11.18, vincitore della serie con gli accrediti migliori (+0,1), davanti a Oliviero Carlini (Atl. Estense) 11.24 e al campione italiano della 4x100 Ossama Belaissaoui (Atl. Imola Sacmi Avis) 11.30. Nei 400 metri il primatista regionale della Emilia Romagna, quando vestiva la maglia dei Carabinieri, Marco Salvucci (Avis Macerata), ha avuto la meglio sull’ex compagno di squadra Teo Turchi (Carabinieri), 47.88 contro 48.28. Nei 1500 il marocchino Omar Choukri (Mds Panariagroup) prevale, come era avvenuto al Memorial Goldoni Benetti di Modena, sullo junior Riccardo Tamassia (Fratellanza 1874 Modena), con 3.57.14 rispetto a 3.58.69. Nel peso Michele Calvi (Esercito) vince con 13,16, mentre lo junior Martin Pilato (Atl. Ravenna) è 1° nel disco kg 2 con 46,80. Nelle gare femminili 12.68 (+0,5) nei 100 metri per Laura Tinarelli (Francesco Francia), 2.20.68 negli 800 per Camilla Corsini (Cus Genova) e il notevole 10.16.26 sui 3000 metri della master SF Sonia Marongiu (Valsugana Trentino) che precede Elena Briganti (Edera Forlì) a 10.23.31 e Giulia Bellini (Mollificio Modenese) a 10.28.77. Nei concorsi 1,56 nell’alto per l’allieva Rebecca Grazioli (Mollificio Modenese), nell’asta, al 2° posto dopo il 4,15 di Giorgia Benecchi, 3,80 di Gloria Gazzotti (Cus Parma) e nel lungo 5,38 (-0,5) di Maria Elena Biscaro (Francesco Francia).

 

Ieri gare anche a Rovereto, con il bel risultato di Davide Piccolo (Virtus Emilsider Bologna), che ha corso i 400 hs in 51.34. Si tratta del 10° risultato all time nella nostra regione, preceduto da Gianni Carabelli 48.84 (2005), Mauro Maurizi 49.94 (1991), Giampietro Idda 50.57 (1997), Massimo Redaelli 50.58 (1994), Francesco Filisetti 50.66 (2000), Enzo Franciosi 50.69 (1989), Michele Carrozza 50.75 (1989), Daniele Giovanardi 50.7 (1973), Matteo Raimondi 51.16 (1992) e alla pari con Lorenzo Barbon 51.34 (1997), tutti atleti dei Carabinieri, a parte Franciosi e Barbon.

A Rovereto anche 1.53.00 negli 800 metri dello junior Gabriele Bizzotto (Cus Parma), al 3° posto con Maurizio Bobbato (Carabinieri) 2° con 1.52.70, 24.66 (-0,5) per la junior Silvia Corbucci (Cus Bologna) e per il Cus Parma 2.23.10 negli 800 della junior Gloria Robuschi, 17.53.49 nei 5000 per Lisa Ferrari e 1.04.76 nei 400 hs per Chiara Sfulcini.

 

Giorgio Rizzoli



Condividi con
Seguici su: