Grosseto seconda giornata. 6 titoli nazionali vinti dagli atleti E.R.

12 Giugno 2021

Seconda giornata dei Campionati Italiani Juniores e Promesse a Grosseto. Titoli nazionali per Ferrara, Fortuna, Frattini, Guarriello, Olivieri, Selvarolo.

 
Arrivano subito altre medaglie per gli atleti della Emilia Romagna nella seconda giornata dei Campionati Italiani Juniores e Promesse a Grosseto.
Nel peso promesse m. il carabiniere Riccardo Ferrara, come da pronostici, vince nettamente la gara lanciando a 19,42.
A metà giornata il bottino sale con altri 2 titoli nazionali: Giovanni Frattini (Fratellanza 1874 Modena) vince il giavellotto con il primato italiano juniores, mentre  Diletta Fortuna (Carabinieri)è prima nel disco promesse.
Ma le soddisfazioni per i colori emiliani non sono finite: titolo italiano promesse nei 100 hs per Giulia Guarriello (Atletica Guastella Reggiolo), per Pasquale Selvarolo (Atl. Casone Noceto)nei 5000 metri promesse e per Giorgio Olivieri (Carabinieri) nel martello promesse.
La seconda giornata era iniziata con un doppio podio nel triplo juniores f.: 2° posto per Francesca Orsatti (Cus Parma) con 13,19 (+0,4), primato regionale che migliora il suo recente record di 13,09 e 3° posto per Erica Fabbris (Pontevecchio Bologna) con 12,66 (+0,1), pure primato personale. Nel prosieguo della giornata anche altri podi: argento per Mattia Montini (Carabinieri) nei 110 hs promesse, bronzo per Idea Pieroni (Carabinieri) nell'alto juniores.
---
Le gare degli atleti emiliani che si sono piazzati nei primi 12 della seconda giornata

Junior f.
3000 siepi: 6° posto per Maria Celeste Veroli (Atl. Lugo) con 11.41.90, primato personale.
400 hs: nella finale di domani avremo 2 atlete della nostra regione. Giulia Gandolfi ha vinto la prima batteria e ha ottenuto il 2° miglior tempo con 1.02.07; entra in finale anche Sara Cantergiani (Self Montanari Gruzza) con 1.03.34.
Alto: Idea Pieroni (Carabinieri) si piazza al 3° posto saltando 1,75, preceduta in classifica da Rebecca Mihalescul (Atl. BS '50 Metallurg. S. Marco) con 1,81 e da Francesca Maurino (Sisport) con 1,77. 4° posto per Cecilia Mascarin (Francesco Francia) con il primato personale di 1,72, 4 cm oltre il precedente limite.
Triplo: titolo nazionale per Greta Brugnolo (Atletica Riviera del Brenta) che vince la gara con 13,49 (+0,3) al 1° turno, che migliora di 10 cm il primato personale. Con lei vanno sul podio 2 atlete della nostra regione: 2° posto per Francesca Orsatti (Cus Parma) che migliora di 10 cm il recente primato regionale juniores con 13,19 (+0,4) al 3° turno e 3° posto per Erica Fabbris (Pontevecchio Bologna) con 12,66 (+0,1, pure primato personale. Nella graduatoria regionale all time juniores Francesca Orsatti consolida la prima posizione, mentre Erica Fabbris si inserisce al 4° posto, preceduta, oltre che dalla Orsatti, da Silvia Cucchi con 12,85 nel 1996 e Marta Cenni con 12,68 nel 2006. In gara nel triplo junior f.

anche Sofia Pioli (Cus Parma) che si piazza al 7° posto con 12,10, anche per lei primato personale.
Disco: 10° posto per Federica Rado (Pontevecchio Bologna) con 36,70 (primato personale) e 12° per Martina Fedriga (Edera Forlì) con 36,59.

Junior m.
3000 siepi: 10° posto per Gian Marco Ronchetti (Fratellanza 1874 Modena) con il tempo di 10.12.21.
110 hs: 10° posto in base ai tempi delle batterie per Enrico Benuzzi (Pontevecchio Bologna) con 14.85 (-0,5).
Lungo: 10° posto per Hansel Adjei (Self Montanari Gruzza) con 6,88 (+0,6) e 11° posto per Matteo Giovannini (Corradini Rubiera) con 6,83 (+0,4).
Peso: 8° posto per Sebastiano Labò (Atl. Piacenza) con 14,64, primato personale.
Giavellotto: Giovanni Frattini (Fratellanza 1874 Modena) piazza subito un lancio di 73,78 al primo turno, che è primato italiano juniores e di conseguenza primato regionale e primato personale. Sono 131 cm oltre la misura che aveva realizzato a Imola il 23 maggio scorso. Nei 2 successivi lanci supera per altre 2 volte il muro dei 70 metri con 71,17 e 70,72 per poi rifiatare con 68,63 e 65,39. Nettissima la vittoria, con il 2° classificato, Michele Fini (Atl. Brugnera Friulintagli) a 68,76. Per Frattini è il 4° titolo nazionale, dopo i 2 allievi del 2018 e 2019 e quello invernale giovanile del 2021.
4x100: 7° posto in classifica per la Fratellanza 1874 Modena, con Justice Ofori Martin, Niccolò Cavicchioli, Federico Vignudelli, Riccardo Valentini, con il tempo di 42.77; 9° posto per la Pontevecchio Bologna, con Milo Garau, Alex Fabbri, Samuele Signani, Enrico Benuzzi, con il tempo di 42.95; 10° posto per il Cus Parma, con Francesco Bricchi, Federico Guareschi, Francesco Zanacca, Francesco Sala, con il tempo di 43.16.

Promesse f.
5000 metri: 6° posto per Sara Nestola (Corradini Rubiera) in 17.28.41, primato personale migliorato di circa 6 secondi.
100 hs: è festa per Giulia Guarriello (Atletica Guastalla Reggiolo) che si aggiudica il suo primo titolo nazionale, vincendo la finale dei 100 hs in 13.34 (+0,6), primato personale migliorato di 21/100 e terza prestazione regionale assoluta all time dopo 12.90 di Elisa Maria Di Lazzaro (2021) e 12.98 di Micol Cattaneo (2008).

n batteria aveva corso in 13.66 (-0,8), miglior tempo di qualificazione. 
400 hs: si qualificano per la finale che si svolgerà domani Lisa Martignani (Fratellanza 1874 Modena) con 1.02.41 e Emma De Gennaro (Cus Parma) con 1.02.93. 
Lungo: 7° posto per Michela Mulas (Self Montanari Gruzza) con 5,88 (+0,3).
Disco: titolo nazionale per Diletta Fortuna (Carabinieri) con 50,27, ottenuto al 5° lancio, dopo solo altri 2 lanci validi (45,44 e 48,12), ma che erano già sufficienti per aggiudicarsi l'ennesimo titolo nazionale giovanile (2016 cadette, 2018 allieve, 2019 e 2020 juniores, per limitarci a quelli estivi). Al 2° posto Elena Varriale (Toscana Atl. Empoli Nissan) con 45,03. 10° posto per Vittoria Bacchini (Cus Parma) con 41,17 (primato personale a distanza di 3 anni) e 11° posto per Francesca Casprini (Atl. Lugo) con 40,86.

Promessse m. 
400 metri: 4° posto in finale per Filippo Masini (Self Montanari Gruzza) in 48.00.
5000 metri: un altro titolo nazionale per Pasquale Selvarolo (Atl. Casone Noceto) che vince i 5000 metri in 14.30.03, con un parziale di 5'31" nei 2000 metri finali. Al 2° e 3° posto i 2 atleti forse più attesi di Selvarolo: Francesco Guerra (GP Parco Alpi Apuane) in 14.37.15 e Giovanni Gatto (Quercia Trentingrana), vincitore ieri dei 3000 siepi, in 14.37.63. All'11° posto Giuseppe Gravante (Corradini Rubiera) in 15.22.65.
110 hs: 2° posto in finale per Mattia Montini (Carabinieri) in 13.95 (+2,2), preceduto da Franck Brice Koua (Cus Pro Patria Milano) in 13.56. In batteria Montini aveva ottenuto il miglior tempo fra gli ammessi alla finale con 13.91 (+2,1).
400 hs: nella finale che si disputerà domani accedono Alberto Montanari (Fratellanza 1874 Modena) con 52.70, miglior tempo di qualificazione e primato personale migliorato di 3/100, con il quale si inserisce al 4° posto nella all time regionale under 20, dopo il 50.69 di Enzo Franciosi (1989), 52.0 di Saverio Gellini (1979) e 52.54 di Andrea Pedrelli (2014) e Lorenzo Cesena (Atl. Piacenza) con 53.50. Sfiora la qualificazione invece Daniele Ruini (Corradini Rubiera) con 54.63, primato personale migliorato di 20/100.
Triplo: 4° posto per Enrico Montanari (Academy Ravenna Athletics) con 15,50, nella gara vinta con una super misura da un atleta della nostra regione, ora tesserato per le Fiamme Gialle: 17,35 (+1,7) per Andrea Dallavalle, quarta prestazione italiana di sempre dopo 17,60 di Fabrizio Donato (2000), Daniele Greco 17,47 (2012) e Paolo Camossi 17,45 (2000).
Disco: i Carabinieri presentano nei lanci promesse m. e f. un terzetto forse imbattibile e dei 3 (Ferrara nel peso, Oliveri nel martello, Diletta Fortuna nel disco) il primo a gareggiareè Riccardo Ferrara nel peso che vince nettamente la gara con 19,42, con una serie di lanci di 18,51, 19,42, 18,90, 18,81, 18,81. 8° posto per Simon Zeudjio Tchiofo (Cus Parma) con 13,50.
Martello: era scontato il successo di Giorgio Olivieri (Carabinieri) e puntualmente è arrivato, con una misura che è primato regionale promesse con 73,92. Il precedente primato regionale promesse era dello stesso Olivieri con 72,78 (Fermo 11/4/21). Il 2° classificato di oggi, Stefano Barbone (Aterno Pescara) ha lanciato a 60,12. E' complicato tenere aggiornato il conteggio dei titoli nazionali vinti da Olivieri: limitandoci solo a quelli estivi, ha vinto i titoli nazionali nel martello cadetti nel 2015, allievi nel 2016 e 2017, juniores nel 2018 e 2019 e promesse 2020 e 2021, quindi 7° titolo consecutivo, probabilmente un record assoluto.
Giavellotto: 5° posto per Ankit Kumar (Cus Parma) con 59,17 (primato personale migliorato di 31 cm) e 6° posto per Matteo Castelvetro (Libertas Atletica Forlì) con 58.67 (primato personale migliorato di 131 cm).

---

Risultati in aggiornamento

Giorgio Rizzoli


Il piacentino Andrea Dallavalle da oggi 4° di sempre in Italia nel triplo (foto FIDAL GRANA/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: