Grande sucesso per la 5^ edizione del Trofeo Verduci




 

AmericanaMotta2012Si è svolta a Motta San Giovanni, domenica 5 agosto 2012, la 5^ Americana - Gara Internazionale di Corsa su strada ad eliminazione, intitolata a Francesco Verduci, Consigliere Regionale della Fidal Calabria e Presidente del locale "Gruppo Sportivo Mottese" prematuramente scomparso alcuni anni addietro. La manifestazione, organizzata dal Comitato Regionale Calabro della Fidal, unitamente alla Famiglia Verduci è stata patrocinata e sostenuta dalle istituzioni locali quali la Regione Calabria, il Consiglio Regionale della Calabria,

la Provincia di Reggio Calabria e il Comune di Motta San Giovanni e dal Coni Calabria, oltre alla concreta collaborazione di tantissimi amici della Famiglia Verduci, nei quali è rimasto molto vivo il ricordo di "Ciccio". Numerosi i personaggi presenti sia alla conferenza stampa che si è tenuta sabato 4 agosto presso il salone della Provincia di Reggio Calabria, durante la quale gli esponenti di tutte le istituzioni locali hanno voluto essere presenti, per rappresentare la loro partecipazione e il sostegno della prestigiosa iniziativa sportiva, sia sulla piazza principale di Motta San Giovanni, dove un folto pubblico ha fatto da cornice alle gare, sostenendo, "volata dopo volata" tutti i concorrenti. La novità di questa edizione è stata la "Americana" al femminile e ad aprire il carosello delle eliminatorie è toccato a 8 atlete del gentil sesso, che si sono date battaglie si dalle prime eliminazioni. Alla gara hanno preso parte quattro atlete di colore (di cui una con passaporto italiano: Fatna Maraqui) e quattro italiane che hanno utilizzato un percorso con dislivelli meno severi rispetto alla gara maschile. Tra le prime eliminate le tre atlete locali, nell'ordine Palma De Leo, "imbottigliata" nel primo sprint dalle avversarie, Alessia Costantino, giovanissima e promettente marciatrice di buona caratura tecnica, che ha ceduto al secondo sprint e Teresa Latella che, nonostante la sua esperienza, ha dovuto cedere alla supremazia delle atlete di colore e di Silvia La Barbera, atleta palermitana in forza al Gruppo Sportivo Forestale di Rieti. Nell'ultimo sprint, quello che decideva la vincitrice della 1^ Americana al femminile, quasi a sorpresa, taglia il traguardo Silvia La Barbera che lascia dietro di se la keniota Hellen Jepkurgat e la rappresentante del G.S. Esercito Fatna Maraqui. La gara maschile, che ha visto schierati sulla linea di partenza 15 atleti, di cui 8 italiani e 7 di colore, è stata più entusiasmante, sia perché gli sprint sono stati maggiori, sia perché la gara ha riservato delle sorprese. Quasi scontate le prime eliminazioni, che hanno visto "bloccati" dai Giudici di Gara preposti, nell'ordine Alessandro Cesarò (Cus Palermo) - Francesco Cuzzocrea e Filippo Lo Piccolo ( Violettaclub Lamezia). Non certo come da "totopronostico" da parte di personaggi presenti nella zona d'arrivo, sono state le eliminazioni che si sono succedute: quarta, quinta e sesta eliminazione sono toccate infatti ad un atleta marocchino - Bibi Hamad - e a due rappresentanti del kenya - Boit Joseph Kipleting e Sigei Nixon Kipkemoi - che erano annoverati tra i favoriti. Ma i continui "su e giù" del percorso, hanno messo a dura prova tutti gli atleti partecipanti, senza di distinzione di titoli annoverati nei propri palmares, tanto che l'entusiasmante volata dell'ultimo giro è aggiudicata al keniota Paul Sugut. Fin qui, tutto potrebbe rientrare nella norma, ma la grande e piacevole sorpresa è stata rappresentata dalle capacità messe in bella mostra da Consolato Costantino, atleta dell'Icaro di Reggio Calabria, che "in barba ad ogni previsione" si colloca con prepotenza in seconda posizione, per la gioia soprattutto dei familiari al seguito (numerosi a dire il vero) e di tutto il pubblico presente. Il cerimoniale prevedeva la consegna di numerosi premi agli atleti e alle atlete classificate, ma prima della consegna del Trofeo Francesco Verduci, è stato ricordato, con la consegna di una significativa targa alla figlia, la figura di Paolo Mallamaci, marciatore di Motta San Giovanni di valore nazionale, recentemente venuto a mancare e che aveva vestito la divisa "giallo-azzurro" della indimenticabile G.S. Mottese. Durante la cerimonia è stato consegnato, tra gli altri, il "Premio GGG Francesco Verduci" che è stato assegnato al Giudice di Gara Stefania Manto. Durante la cerimonia tanti sono stati i momenti significativi che hanno indotto tutti i presenti a richiamare a se il ricordo della figura di Francesco Verduci e di Paolo Mallamaci. Al volgere del termine dell'intera manifestazione, il Vice Presidente dell'Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria - Giovanni Verduci - ha espresso l'augurio di potersi rivedere alla 6^ edizione dell'Americana a Motta san Giovanni che, stando a quanto abbiamo assitito, non sappiamo come ci potrà stupire.

Pino Pignata

RISULTATI



Condividi con
Seguici su: