Gli atleti della Emilia Romagna nelle gare del fine settimana ad Ancona, Saronno, Schio




 

Oltre ai meeting indoor a Modena, gli atleti della nostra regione hanno gareggiato in questo fine settimana anche in altre manifestazioni fuori regione. Ecco una sintesi dei principali risultati.

 

Ancona 14 gennaio: non riesce a Martina Pretelli un nuovo attacco al record di San Marino dei 60 metri indoor, dopo l’ottimo 7.59 della scorsa settimana. Questa volta si deve accontentare di 7.74, con il 3° posto nella finale A, dopo avere corso in batteria in 7.71; si migliora in batteria anche la vice campionessa italiana allieve dei 100 metri Caterina Bagli (Atl. Santamonica Misano), ancora per questa stagione nella categoria, con 8.01, poi correrà la finale B in 8.10. Altri piazzamenti per gli atleti emiliano romagnoli sono il 2° posto nel lungo per Luca Maccapani (Track & Field San Marino) con 6,80, il 3° posto in finale per Federico Gorrieri (Olimpus San Marino) nei 60 metri con 7.16, dopo che aveva corso in batteria in 7.14; ancora il 3° posto per John Mark Nalocca (Carabinieri) nei 400 con 50.07 e il 5° per Gabriele Hazmi, al debutto con la maglia della Pontevecchio Bologna, con 51.57; un altro 3° posto con Andrea Mini (Olimpus San Marino) nel peso con 11,65.

 

Saronno 14 gennaio: nella riunione indoor/outdoor di prove multiple in gara Carolina Bianchi (Atl. Lugo) e Alberto Brini (Atl. Imola Sacmi Avis). La Bianchi ha vinto la gara di pentathlon con 8.80 nei 60 hs, 1,66 nell’alto, 10,39 nel peso, 5,43 nel lungo e 2.39.00 negli 800, per un totale di 3564 punti. 4° posto invece per Brini nella gara di tetrathlon, con 9.10 nei 60 hs, 6,17 nel lungo, 10,11 nel peso e 2.54.12 nei 1000 metri, per un totale di 2563 punti.

 

Schio 14 gennaio: buona prova per Giacomo Drusiani (Fratellanza 174 Modena), che supera 2 volte la fettuccia dei 15 metri, con la migliore misura di 15,27, non lontana dal suo primato assoluto di 15,82.

Ancona 15 gennaio (mattino): nel meeting giovanile si mette in luce Davide Monti (Atl. Castenaso Celtic Druid) che vince i 60 metri cadetti in 7.58, 3/100 meglio di quanto ottenuto in un meeting indoor a Modena a metà dicembre 2011.

 

Ancona 15 gennaio (pomeriggio): è dell’allievo Alessandro Faragona (Riccione Sessantadue) il migliore risultato di un atleta della nostra regione, grazie al tempo di 8.14 ottenuto nelle batterie dei 60 hs. Si tratta della quarta prestazione regionale all time dopo Eseosa Desalu 7.86 (2011), Nicola Lucchi Casadei 8.02 (2007) e Davide Malpighi 8.10 (2008) e per Faragona il progresso è di 1/100 rispetto al suo miglior crono del 2011. In finale poi, a causa di risentimento muscolare, Alessandro si è dovuto accontentare del 2° posto in 8.65. Fra gli altri emiliano romagnoli in gara, 5° posto complessivo per Marco Simoni negli 800 in 1.55.10; successo di Michele Faragona (Fratellanza 1874 Modena), fratello di Alessandro, nei 60 hs juniores con 8.80, dopo avere corso in 8.65 in batteria; 3° posto per Luca Casadei (Atl. Imola Sacmi Avis) nei 60 hs assoluti con 8.23; 2° posto nell’alto per l’ex junior ora promessa Eugenio Rossi (Olimpus San Marino) con 2,01; positivi 200 metri per la junior Ambra Gatti e l’allieva Ayomide Folorunso del Cus Parma con 25.91 e 26.12, ma anche per Laura Tinarelli (Francesco Francia) con 26.88, tutte in gara nella seconda serie; 2.16.90 negli 800 metri per Flavia Aleotti (Francesco Francia) nella gara vinta da Margherita Magnani (Fiamme Gialle) in 2.08,89; 4° posto con 5,22 nel lungo per l’allieva 1° anno Federica Giovanardi (Libertas Rimini).

 

Giorgio Rizzoli



Condividi con
Seguici su: