Giudici, ecco i premi speciali 2019

13 Novembre 2019

Cresce la partecipazione nella seconda edizione del sondaggio tra gli ufficiali di gara di tutta Italia, i quattro vincitori saranno omaggiati a Roma il 30 novembre


 

Sono quasi 2400 i voti complessivi per i candidati all’assegnazione dei Premi Speciali GGG, seconda edizione del sondaggio effettuato tra i giudici di gara italiani: nella sezione GGG del sito FIDAL hanno espresso la propria preferenza per le quattro categorie 1148 giudici (pari al 27,25 dei tesserati), in netta crescita rispetto al 18% della prima edizione. Accanto al premio “Gianni Orsini” assegnato ogni anno dalla Commissione Tecnica Nazionale ad un giudice che rappresenta gli ideali di correttezza, probità ed umanità e che ha visto riconoscere l’intensa partecipazione a questi valori di Maria Teresa Foglini, i quattro vincitori del sondaggio 2019 verranno incoronati in una serata speciale in occasione del Consiglio Nazionale del 30 novembre a Roma. Per il fiduciario nazionale, Luca Verrascina, e per l’intera Commissione, “i dati delle votazioni rappresentano un enorme successo, sintomo di grande coesione nel gruppo e voglia di partecipare”.

Categoria “Miglior giudice emergente”
Bella affermazione di Niccolò Rettore che al suo primo anno di “categoria” riesce a conquistare le simpatie e il plauso dei colleghi che lo vedono come un importante prospetto. Al fianco del giovane padovano, sul podio anche due quasi-veterani, pur giovanissimi, come Roberto Sorrentino e Andrea Segale, già protagonisti di eventi internazionali negli ultimi anni.

Categoria “Migliore performance”
Probabilmente la stessa Caterina Raimondo sarà stupita per il riconoscimento molto ampio ottenuto dai suoi colleghi per la sua attività di direttore di gara, ruolo che non amava fino a qualche anno fa ma che evidentemente sa ricoprire molto bene. Sugli altri gradini del podio una garanzia come Giovanni Cappiello, protagonista di un eccellente Tic Management alle Universiadi, e Giuseppe Stival, multifunzionale giudice veneto.

Categoria “Attività regionale”
Il Premio che riconosce l’impegno profuso a livello locale è andato quest’anno in Liguria, nelle mani di Franco Petenzi, figura amata e conosciuta lungo le riviere. A fargli da scudieri Milena Corradini, attivissimo membro della CTR lombarda e Paolo Mari, storica figura del GGG toscano.

Categoria “Fair play”
Lotta tra titani per l’assegnazione di uno dei titoli più ambiti e il più gettonato dagli utenti online. A spuntarla è un vero gentleman delle piste, Ugo Riccardi, conosciutissimo in tutto il nord Italia per savoir-faire e competenza. Secondo, e assolutamente meritevole del premio, è il campano Giuseppe Viscido, fortemente sostenuto dal suo gruppo per le elevate qualità morali espresse in campo e fuori. Completa il trittico la figura rassicurante di Franca Feducci, fiduciario regionale toscano e riferimento per tutto il suo gruppo.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate