Giovanni Barletta 49”74 sui metri 400

14 Giugno 2016

Nuovo record regionale Juniores


 

La due giorni cosentina sabato 11 e domenica 12 giugno, per la disputa dei Campionati Regionali Individuali assoluti, esordienti e ragazzi, ha regalato a Giovanni Carmelo Barletta, juniores dell’ASD Atletica Olympus di Pasquale Latella, presidente e tecnico, il nuovo primato regionale sul giro di pista (metri 400 piani) che, nell’occasione, ha portato a 49”74, succedendo nell’albo dei primati a Vincenzo Chiriaco (CSG CZ Lido), che nel lontano 1988 aveva ottenuto il tempo di 49”7 (tempo manuale). Nel “giro della morte”, come è soprannominata la gara dei m. 400, era da tempo che ci si aspettava qualche risultato sotto il “muro” dei 50 secondi e, dopo diversi tentativi, l’atleta reggino ci è riuscito, convincendo tutti i presenti sulle sue potenzialità. Ancora un rimpianto per Gabriel Hutanu della Cosenza K42 (personale sui m. 400 50”92), tradito sul “pronti” da parte dello starter e quindi squalificato, in una gara dove avrebbe potuto essere anche lui protagonista; ma per entrambi gli atleti, si può ipotizzare un finale di stagione sicuramente più esaltante. Nella stessa gara, buona la prestazione di Roman Daniel Adduci, categoria allievi, della Polisportiva Magna Graecia di Cassano, che ottiene il tempo di 52”84. Nella stessa gara, al femminile, si migliora e migliora il già suo primato regionale SF35, Maria Pia Cardamone, atleta della Fiamma Atletica Catanzaro, che completa il giro di pista in 1’03”94. Nei m. 100 e 200, ancora una doppietta per Marco Popone (Atletica Barbas) che ottiene rispettivamente 11”78 e 23”50. In chiave di primati, buona la prestazione dell’M65 Vincenzo Felicetti  (Atl. Fiamma Catanzaro) che ottiene un valido 1’03”02 sui m. 400, col nuovo primato regionale di categoria (precedente 1’12”65 di Sabatino Vespier dell’Atl. Amatori Reggio).Nella gara dei m. 1500 maschili, ci si attendeva qualche risultato qualificante da parte di Idam Ayoub, marocchino della Cosenza K42, allenato da Scipione Pacenza, che non al meglio delle condizioni fisiche, si deve accontentare di un secondo posto (tempo 4’14”64) alle spalle del compagno di squadra Giuseppe Terranova, che vince col tempo di 4’12”79. Tra le donne, prima posizione per la vibonese Francesca Pancione, che ottiene il suo personal best col tempo di 5’05”6 e dietro di lei Chiara Raffaele (Atletica San Costantino) che chiude la gara col tempo di 5’34”57. Nella stessa gara, categoria T11 Fispes, Anna Barbaro, accompagnata dal tecnico di supporto Antonio Loria, ottiene un valido 6’39”82. Dopo la disputa delle batterie femminili dei metri 100, interessante il duello tra Beatrice Romeo (Atletica Olympus Reggio Calabria) e Greta Panetta ASD La Zagara di Sant’Ilario dello Ionio, che nella finale si danno battaglia fino al traguardo; la gara viene vinta da Romeo col tempo di 13”26 e al secondo posto si piazza Panetta, che chiude col tempo di 13”55. La Panetta si rifà il giorno dopo con la gara dei m. 200, dove vince col tempo di 28”29 e tenendo a bada i tentativi di Maria Pia Cardamone (F. Atl. CZ) che la incalza fino al traguardo, ma si deve accontentare della seconda piazza col tempo di 28”57. La gara femminile dei metri 800 vede trionfare Sabrina Reda (Atletica Rendese) che completa il doppio giro di pista fermando i cronometri a 2’35”39; a pochissimi metri dalla vincitrice giunge Giada Maria Perticaro (Cosenza K42) col tempo di 2’36”63. Gli ottocento maschili vengono dominati dal “master” Alfonso Scarfone (SM45 - Fiamma Atletica Catanzaro) che non concede sconti a nessuno e completa il doppio giro di pista fermando i cronometri sul tempo di 2’08”38, che costituisce il nuovo primato regionale di categoria, subentrando a Pietro Gagliardi (Atletica Sciuto) che lo deteneva col tempo di 2’11”76. Il salto in alto maschile viene aggiudicato a Stefano Milone (Atletica Barbas) che valica l’asticella posta a m. 1,91. Per gli atleti delle categorie esordienti e ragazzi, erano in palio i titoli regionali individuali: gli esordienti si sono cimentati sabato pomeriggio, mentre i ragazzi la domenica mattina. I titoli Esordienti sono andati a: Flavio Barcella (Atl. Olympus) nei m. 50 piani col tempo di 8”20 e nel salto in lungo con m. 3,75; Matteo Caputo (Atletica Rendese) nei m. 600 col tempo di 2’04”90; Jacopo Pio De Luca (Atletica Rendese)nel lancio del vortex con m. 29,40; Francesca Accurso (Ticger Running Club) nei 50 piani col tempo di 8”16 e salto in lungo m. 3,56; Rossella Mondilla (Atl. Fiamma Catanzaro) nei m. 600 – 2’11”22 e m. 1,10 nel salto in alto; Alessia Volpintesta (Pol. Panathlon) nel lancio del vortex con m. 6,84. La categoria ragazzi e ragazze, andata in scena domenica mattina ha proclamato campioni regionali i seguenti atleti: Simone Spataro (Atletica Rendese) m. 60 p. / 8”72 e salto in lungo m. 4,24; Christian Renzo Valente (Zagara ASD Sant’Ilario dello Ionio) m. 600/3’31”80; Caputo Lorenzo (Atletica Rendese) salto in alto m. 1,28; Bonanno Giuseppe (Pol. Panathlon) peso m. 8,47; Nicolò Giuseppe (Atletica Barbas) lancio del giavellotto m. 25,38; Briguglio Giuliana  (Atletica Minniti) m. 60 piani /9”38 e salto in alto m. 1,25; Di Mare Noemi (Corricastrovillari) M. 1000/3’44”59; Aquila Maria Rosa (Pol. Panathlon) lungo / m. 3,55; Castiglione Maria Chiara (Pol. Panathlon) peso/m. 5,27; Marino Veronica (Atletica Minniti) giavellotto/m. 5,89.



Condividi con
Seguici su: