Giovanili di montagna nel segno del Veneto




 

La prima importante manifestazione tricolore del calendario della corsa in montagna non è certamente stata baciata dalla fortuna: la pioggia ha caratterizzato l’edizione 2008 dei Campionati Italiani giovanili disputati a Roncobello per suggellare i trent’anni di attività della società locale. Una sfortuna che ha un po’ intristito gli organizzatori locali che pure hanno saputo far fronte al meglio all’imprevisto.
 
I partecipanti alle gare sono stati oltre 500, a conferma della sempre più massiccia diffusione della corsa in montagna nel nostro Paese, anche se il dato di sole 5 regioni partecipanti al Trofeo riservato ai cadetti a fronte delle 12 dello scorso anno deve far riflettere. Il tracciato di gara è stato disegnato sull’anello che d’inverno è teatro di numerose manifestazioni di sci di fondo. Nel complesso è il veneto a fare la parte del leone vincendo due titoli fra i cadetti e aggiudicandosi anche il successo fra le allieve, mentre la gara per allievi va al Trentino. Ma andiamo con ordine partendo proprio da quest’ultima prova, nella quale Paolo Ruatti (Atl.Valli di Non e Sole) già protagonista nel corso della passata stagione si toglie una bella soddisfazione precedendo il corregionale Andrea De Biasi (Atl.Trento Cmb) e Federico Viviani (Marathon Trieste).
 
Nella prova femminile si registra la prova solitaria di Letizia Titon (Assindustria Padova) che non trova avversarie lungo il percorso regalando al suo team la sua prima vittoria tricolore in assoluto nella specialità. Finisce piuttosto lontano Mabel Tirinzoni (Valchiavenna Liquigas) che comunque merita il secondo posto maturato soprattutto in discesa, mentre sul gradino più basso del podio va Silvia Zubani (Atl.Valtrompia).
 
Nelle prove per cadetti come detto dominio veneto: fra i maschi vince Mekonen Magoga (Atl.Mogliano) e i più attenti ricorderanno già protagonista di categoria anche nel cross e su pista. Alle sue spalle finisce “l’eterno” rivale Abdullah Moumen (Santi Nuova Olonio) mentre terzo è Andrea Titta (Sa Valchiese). Fra le ragazze successo di Elisa Bortoli (Atl.Belluno) davanti a Sara Lansour (Valgerola) e Sara Gasparetto (Atl.Ponzano). Nella graduatoria per regioni prevale naturalmente il Veneto davanti a Lombardia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia e Toscana.
Nella foto: Mekonen Magoga, primo tra i cadetti (foto Comitato Regionale Veneto Fidal)




Condividi con
Seguici su: