Giorgi e Santiusti vincono a Milano

18 Aprile 2018

Nel meeting al campo XXV Aprile del capoluogo lombardo, test agonistico di 5000 metri per la marciatrice e debutto stagionale sui 1000 dell’ottocentista. Bellò 1:29.20 nei 600, MPI under 23, Battocletti-Epis PB sui 3000.


 

Si rinnova l’ormai classico appuntamento di inizio stagione al campo XXV Aprile di Milano con la Walk&Middle Distance Night - Memorial Ugo Grassia, manifestazione interamente dedicata alle competizioni su pista, quest’anno all’ottava edizione. Test agonistico per Eleonora Giorgi che chiude in 21:39.68 nei 5000 di marcia. Sull’anello di casa la 28enne lombarda delle Fiamme Azzurre, primatista mondiale della distanza (20:01.80 nel 2014), transita in 8:32 ai 2000 metri e poi si aggiudica la prova, a un paio di settimane dalla trasferta cinese per la rassegna iridata a squadre di Taicang. “Ci tenevo a esserci in questa gara - le sue parole - perché si svolge nell’impianto che frequento di solito, anche se sono appena rientrata da un raduno federale a Tirrenia e quindi un po’ stanca, dopo aver fatto 20 chilometri di allenamento questa mattina. Non vedo l’ora di tornare in Cina, è lì che ho ottenuto il mio primo record nazionale, e spero in un buon risultato per il team italiano, ma l’obiettivo principale della stagione sono gli Europei di Berlino”.

SANTIUSTI, LA PRIMA STAGIONALE - Al via il 2018 di Yusneysi Santiusti (Assindustria Sport Padova). Nei 1000 metri l’ottocentista azzurra prevale in 2:45.68, con un parziale di 1:36 ai 600 metri, davanti alla ventenne Chiara Ferdani (Atl. Spezia Duferco, 2:47.49) e alla junior Federica Cortesi (Atl. Valle Brembana, 2:47.75), dopo un passaggio in 1:01.5 ai 400 di Stefania Biscuola (Atl. Arcobaleno Savona), nell’evento ideato da Giorgio Rondelli e organizzato dal Cus Pro Patria Milano.

600: BELLO’ SI MIGLIORA - Ancora un progresso di Elena Bellò sui 600 metri. La 21enne vicentina delle Fiamme Azzurre, finalista degli 800 nella passata stagione agli Europei under 23, realizza la migliore prestazione italiana promesse con 1:29.20 ritoccando il limite di categoria che le apparteneva dall’anno scorso (1:29.39 a Trento il 29 aprile 2017), in una gara lanciata dalla pacer Beatrice Mazza (Bracco Atletica) in 28.2 ai 200, poi un intermedio di circa 58 secondi ai 400 metri. Alle sue spalle Stefania Biscuola (Atl.

Arcobaleno Savona, 1:32.39) e la 19enne Silvia Meletto (Gs Bernatese, 1:33.79).

3000: BATTOCLETTI-EPIS AL PB - Sfida interessante nei 3000 tra la giovanissima Nadia Battocletti, 18 anni compiuti giovedì scorso, e la maratoneta Giovanna Epis. Alla fine c’è il record personale per entrambe ma a tagliare per prima il traguardo con 9:20.80 è la trentina delle Fiamme Azzurre, medaglia di bronzo su questa distanza (9:24.01) agli Europei under 20 di Grosseto nel 2017, che sfiora l’ingresso nella top ten juniores di sempre a livello italiano, salendo in undicesima posizione. Per la 29enne veneziana dei Carabinieri il tempo è di 9:23.61, con un progresso di quasi sei secondi dal 9:29.40 risalente al 2011, mentre il ruolo di lepre era affidato alla keniana Mary Wanjohi Wangari (“split times” di 3:09 e 6:17). Nella gara maschile 8:04.96 del keniano Douglas Kipserem che precede l’ugandese Hosea Kiplangat (8:05.38), l’albanese David Nikolli (Atl. Cento Torri Pavia, 8:05.63) e il quasi 21enne Pietro Riva (Fiamme Oro), campione europeo juniores dei 10.000 nel 2015, al personal best con 8:10.28.

LE ALTRE GARE - Tra gli uomini 1:17:77 vincente nei 600 di Abdessalam Machmach (Athletic Club 96 Alperia) davanti a Lamin Keita (Cus Parma, 1:18.02), Emilio Perco (Assindustria Sport Padova, 1:18.75) e Simone Marinoni (Gav Vertovese, 1:18.87), invece nella seconda serie lo junior Giovanni Crotti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) corre 1:19.36 in solitaria. Nei 500 metri affermazione per Davide Marelli (Gs Bernatese, 1:03.06) in rimonta sul compagno di club Mattia Casarico (1:03.08), con il terzo posto a Mattia Cella (Pro Sesto Atletica, 1:03.26). Sui 2000 siepi femminili, in assenza di Nicole Reina (Cus Pro Patria Milano), la greca Isavella Kotsahili (6:55.42) si impone sulla libica Najla Aqdeir (Bracco Atletica, 6:56.11) e la promessa Federica Zenoni (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), che si piazza terza in 7:04.48. Al maschile Mattia Sottocornola (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) con 5:57.33 regola Matteo Borgnolo (Pro Sesto Atletica, 5:57.60), più dietro l’allievo Carmelo Cannizzaro (Libertas Running Modica) in 6:12.29.

l.c.

(ha collaborato Cesare Rizzi/FIDAL Lombardia)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results

Elena Bellò (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: