Francesco Lama 2° posto nel lungo ai Campionati Italiani Cadetti a Jesolo




 

Prima giornata dei Campionati Italiani Cadetti e per Regioni a Jesolo: le poche finali previste oggi rendono ancora poco attendibile la classifica provvisoria per rappresentative regionali, nelle quali in questo momento l’Emilia Romagna figura al 4° posto nei cadetti e al 9° posto nelle cadette.

Per i nostri cadetti subito una medaglia d’argento, grazie a Francesco Lama (Atl. Imola Sacmi Avis) che si è piazzato al 2° posto nel lungo con 6,66 (-1,7), realizzato al quinto turno nel quale si era portato al comando della gara, per 1 cm sul bresciano Andrea Federici, molto regolare fin dal primo salto: 6,39, poi 6,43, 6,41 e 6,65 (-1,2) al quarto. Sesto e ultimo salto quindi decisivo, con Lama ancora autore di un bel salto a 6,63, ma a Federici riesce un capolavoro di salto e atterra a 7,03 (-1,7), 2° miglior risultato all time under 16 in Italia, dopo la m.p.n. di Andrew Howe di 7,55 realizzata nel 2000.

Francesco Lama partiva con la migliore misura fra gli iscritti, con il 6,88 ottenuto a settembre nell’incontro tra rappresentative regionali a Majano e altre 3 prestazioni sopra i 6,50, mentre Federici aveva un personale di 6,71 ottenuto a fine giugno ed era stato superato da Lama proprio nell’incontro di Majano. Allenato da Ivo Cassani, Francesco Lama è atleta eclettico che si difende benissimo anche in altre specialità: tra i suoi personali 9.33 negli 80 metri, 14.06 (+2,1) nei 100 hs, 1,74 nell’alto, 3,70 nell’asta e 3407 punti nel pentathlon. E’ anche primatista regionale della 3x1000 categoria ragazzi con gli amici Simone Bernardi e Federico Mengozzi.

Questi gli altri risultati delle finali di oggi degli atleti emiliano romagnoli. Nei cadetti 19° posto nella marcia 4000 metri per Michele Discepola (Atl. Lugo) con 20.58.21, a circa 6 secondi dal personale. Nelle cadette 5° posto con il primato personale per Sara Andreani (Olimpus San Marino)  con 30,35, che ha ormai a tiro il primato nazionale sammarinese, 12° posto per Siria Lusuardi (Sintofarm Atletica) nell’asta con 2,60, mentre Molly Jade Davey (Atl. Rimini Nord Santarcangelo) è stata squalificata nella marcia 3000 metri.

Nelle gare che hanno avuto il turno di qualificazione, Alice Branchi (Coop Consumatori Nordest) ha ottenuto il 2° miglior tempo nei 300 hs con 45.98 e si candida quindi come una delle possibili protagoniste della finale in programma domani. L’altra emiliana Francesca Grapelli (Sintofarm), in gara come individuale e atleta al 1° anno di categoria, disputerà invece la finale B avendo corso in batteria in 47.47, a 15/100 dal personale.

Finale B domani anche per un altro atleta della Sintofarm, Francesco Benetti che ha corso la batteria dei 300 metri in 38.10, mentre Luca Bocchialini (Azzurra Parma) nei 300 hs ha ottenuto il 3° tempo di qualificazione con 40.78, quasi mezzo secondo meglio del suo precedente limite personale.

Non si è qualificata per le finali dei 300 metri invece Giulia Riccò (Coop Consumatori Nordest), classe 1998, nonostante il primato personale migliorato con 44.33.

Infine il pentathlon con in gara per l’Emilia Romagna Rebecca Jiang (Pontevecchio Bologna) che ha corso gli 80 hs in 13.17 (primato personale), ha saltato in alto 1,35 (molto lontano dalle sue migliori prestazioni) e ha lanciato il giavellotto a 26,64; in gara a titolo individuale anche Denise Adorni (Coop Consumatori Nordest) che ha ottenuto 13.25 negli 80 hs, 1,20 nell’alto e 20,86 nel giavellotto.

 

Giorgio Rizzoli

  

Condividi con
Seguici su: