Fra i masters iscritti al cross di Imola, anche Bruzzi, Lambruschini, Tirelli




 

Scorrendo l’elenco degli iscritti della 2^ prova dei C.d.S. di Cross di Imola, troviamo fra i 114 iscritti della prima prova in programma (5 km per le categorie SM35, SM40, SM45, SM50), 3 atleti che sono stati protagonisti del mezzofondo italiano negli anni ’80 e ’90.

Ecco una breve scheda dei loro risultati più importanti.

Gianni Bruzzi: classe 1967, primati personali di 1.48.14 negli 800 metri, 3.39.69 nei 1500, 8.03.4 nei 3000, 13.52.33 nei 5000, con i titoli nazionali assoluti vinti negli 800 metri indoor nel 1989 e nei 3000 metri nel 1994 e 1 presenza in nazionale assoluta, sempre con la maglia dei Carabinieri (negli anni giovanili con il Cus Bologna).

Alessandro Lambruschini: classe 1965, primati personali di 1.47.81 negli 800 metri, 3.35.27 nei 1500, 7.44.7 nei 3000, 13.30.96 nei 5000, 28.32.8 nei 10000, 8.08.78 nei 3000 siepi. Titoli nazionali vinti 2 nei 1500, 6 nei 3000 siepi, 2 nei 3000 indoor. 40 presenze in nazionale assoluta dal 1985 al 1998. Campione europeo nei 3000 siepi nel 1994 a Helsinki, 2° in quelli del 1998 a Budapest, medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Atlanta nel 1996 e ai Campionati Mondiali a Stoccarda nel 1993. Ha militato nelle Fiamme Oro.

Davide Tirelli: classe 1966, primati personali di 1.47.14 negli 800 metri, 3.34.61 nei 1500, 7.56.79 nei 3000 metri, 14.01.3 nei 5000 metri. Ha vinto 4 titoli italiani assoluti nei 1500 nel 1988 e 1989 e 1500 indoor nel 1990 e 1991. 22 presenze in nazionale fra il 1988 e il 1996. Ha partecipato a Campionati Mondiali ed Europei e si è piazzato al 2° posto nelle Universiadi 1991. Ha militato nelle Fiamme Oro e da juniores con l’Atl. Ravenna.

Senza poi sottolineare i risultati ottenuti in età masters, con Bruzzi vincitore di titoli italiani nei 1500 e 2° ai Campionati Mondiali Masters a Riccione 2007, oppure i tanti successi nelle corse su strada di Tirelli e di Lambruschini nel duathlon.

I 3 atleti, quasi coetanei, si dovrebbero quindi ritrovare domenica nella seconda prova del Cross C.d.S. di Imola, dove è stato richiesto il loro contributo per dare manforte alla propria attuale società, con una classifica maschile, apertissima dopo la prima prova, nella quale Avis Castel San Pietro (con Tirelli), Fratellanza 1874 Modena (con Lambruschini) e Atl. 85 Faenza (con Bruzzi) sono in piena corsa per conquistare il titolo regionale, in cui dopo la prima prova si è posizionata al comando l’Atl. Castenaso Celtic Druid.

Però, con grande nostalgia, non si può non confrontare i loro tempi, ottenuti in un periodo glorioso per tutto il mezzofondo nazionale, con quelli delle graduatorie nazionali degli ultimi anni: Ecco quindi nei 1500 Davide Tirelli 3.34.61 (3° all time in Italia dopo Gennaro Di Napoli 3.32.78 e Stefano Mei 3.34.57), Alessandro Lambruschini 3.35.27 (4° all time), Bruzzi 3.39.69 (ancora nei primi 40 all time), con quelli che nel nuovo millennio stati i migliori tempi in Italia: 3.35.32 Christian Obrist (2007), 3.37.67 Merihun Crespi (2011), 3.38.35 Goran Nava (2008), 3.38.52 Lorenzo Perrone (2001), 3.38.74 Ferdinando Vicari (2001), 3.39.11 Abdellah Haidane (2011).

Giorgio Rizzoli



Condividi con
Seguici su: