Firenze: vince l'Etiopia, terza la Marconi




 

"Etiopia Etiopia" alla XXVIII Firenze Marathon. Stamattina i primi a portare a termine i 42,195km sulle strade della capoluogo toscano sono stati Berga Birhanu Bekele, 2h09:51 tra gli uomini, e Asha Gigi, 2h31:36 tra le donne. Un etiope anche sul secondo gradino del podio maschile, Hailu Seifu Gela  (2h10:17) davanti al marocchino Abdelkabir Saji (Atl. Casone Noceto/2h12:11). In campo femminile, seconda la marocchina dell'Audacia Record, Hanane Janat (2h34:20), mentre parla italiano il terzo posto grazie a Gloria Marconi (Corradini Excelsior Rubiera) che nella città dove è nata ha fermato il cronometro a 2h34:57. Quasi 9000 gli atleti che oggi hanno animato l'evento a cui ha dato il via il sindaco di Firenze Matteo Renzi che si è poi tolto la fascia tricolore e si è unito al resto dei maratoneti (4h11:01 il suo crono finale). All'ex pilota di Formula 1, Alex Zanardi la Marathonabile, reduce dal successo di New York e che oggi con la sua handbike ha anche riscritto il primato della corsa, 1h12:08.

LA CRONACA - Una fresca domenica mattina illuminata dal sole ha fatto da sfondo alla nuovo percorso della Firenze Marathon con l'inedito start dal Lungarno Pecori Giraldi. 10 uomini dopo 10 chilometri sono nel gruppo di testa pilotato dall'etiope Berga Birhanu Bekele (31:04) seguito a ruota dagli eritrei Tekie e Kidane e dai keniani Rutto e Kororia. In mezzo c'è anche l'italo-marocchino Said Boudalia (Biotekna Marcon). Arrivati alla Mezza, il numero dei battistrada si è ridotto con in testa (1h04:38) sempre Bekele affiancato dai connazionali Seifu Gela e Yemanu Zembaba, tallonati dal resto della pattuglia africana. Perde terreno, invece, Boudalia che transita al giro di boa undicesimo in 1h07:44. Situazione sostanzialmente invariata al 30° chilometro (1h32:50) con sette atleti che sembrano continuare a studiarsi. La svolta qualche minuto dopo con il "tandem" Bekele-Seifu che si stacca fino a conquistare un margine sugli inseguitori che al 35° km (1h48:01) sarà di una ventina di secondi. Il duello tra i due etiopi si risolve a circa 1000 metri dal traguardo con Bekele che dà l'ultima sferzata all'andatura e sfila per primo all'arrivo in piazza Santa Croce in 2h09:51 davanti al connazionale Gela (2h10:17) e al marocchino Abdelkabir Saji (2h12:11), protagonista di una decisiva rimonta negli ultimi chilometri. Undicesimo e primo degli italiani Pasquale Rutigliano (SME DAR Esercito/2h22:18) con Boudalia al tredicesimo posto (2h23:26).  

Meno tattica la prova femminile subito monopolizzata dalle etiopi Asha Gigi e Tigist Memuye, 34:41 al 10° chilometro e poi 1h12:06 alla mezza maratona, dove, quattro minuti dopo, passano anche Gloria Marconi e la marocchina Hanane Janat. Ha quindi, inizio, la fuga solitaria della Gigi (1h44:01 al 30° km) seguita dalla Memuye (1h44:55). Un vantaggio che prenderà ulteriormente quota nel percorso a seguire per stabilizzarsi al 40° dove la Gigi (2h22:32) mostra segni di stanchezza e si limita a controllare, mentre la Memuye (2h27:06) è stata ormai nettamente sopravanzata dalla Hanane (2h25:50) e dalla Marconi (2h26:45). Si finisce in quest'ordine: Gigi prima in 2h31:36 davanti ad Hanane (2h34:20), Marconi (2h34:57) e Memuye (2h36:49).

a.g.

Nelle foto (di Giancarlo Colombo/FIDAL): in alto, l'arrivo del vincitore della Firenze Marathon 2011, Berga Birhanu Bekele; sotto, due protagoniste delle gara femminile, Asha Gigi e Gloria Marconi

File allegati:
- RISULTATI/Results



Condividi con
Seguici su: