Firenze per i titoli Under 23

08 Giugno 2017

I migliori giovani in pista a caccia di un titolo ai Campionati Italiani Juniores e Promesse (9-11 giugno)


 

di Raul Leoni

La categoria “under 23” raggiunge a Firenze l’edizione numero 30 della sua storia tricolore: una fascia di età che, come gli juniores, ha nel mirino una rassegna continentale, quella di Bydgoszcz (13/16 luglio). E anche in questo caso la corsa al titolo vale un biglietto sicuro per la Polonia per i possessori del minimo europeo.

Al momento sono oltre 700 gli iscritti in gara nel capoluogo toscano e il settore tecnico federale ha messo in preventivo una spedizione di 65/70 atleti a Bydgoszcz: e la fotografia che le liste stagionali pubblicate sul sito dell’EA ci restituiscono è per ora quella di una pattuglia ambiziosa. A parte la capolista dei 400hs Ayomide Folorunso (Fiamme Oro, 56.73 finora ma 55.50 di PB ad Amsterdam 2016), che ha saltato per precauzione la trasferta di Marsiglia e anche il Golden Gala, nei piani alti del ranking continentale ci sono parecchi U23 azzurri: Daniele Corsa (Folgore Brindisi) e Giuseppe Leonardi (Carabinieri) rispettivamente 3° e 5° sul giro di pista – una garanzia anche per la staffetta – mentre il campione europeo juniores Yohanes Chiappinelli (Carabinieri) è finora quarto sulle siepi (8:44.08, ma 8:32.66 PB), Filippo Randazzo (Fiamme Gialle, l’ottometrista indoor è attualmente ai box) e Andrea Pianti (Shardana) appaiati al 5° posto con 7.72 nel lungo, i pesisti Sebastiano Bianchetti (Fiamme Oro) e Leonardo Fabbri (Firenze Maraton) 5° e 6° con 19.54 (19.78 PB) e 19.30. In campo femminile “Ayo” Folorunso è anche quinta sul piano (52.85), Isabel Mattuzzi (Quercia Trentingrana) seconda sulle siepi (10:00.22), la neo-primatista del martello Sara Fantini (Cus Parma) è quarta con 68.24 e la coppia di discobole Daisy Osakue (Sisport, 57.49) e Giada Andreutti (Malignani, 55.70) terza e quinta con misure finalmente superiori ad un limite nazionale di categoria che era durato quasi 40 anni. Il nome della torinese Osakue, presente a Firenze, richiama anche quelli degli altri studenti italiani impegnati in contemporanea nelle finali Ncaa a Eugene (7/10 giugno): e, tra gli azzurrabili, la pedana dell’Hayward Field vedrà in azione l’astista Helen Falda, quarta europea della stagione con il suo 4.38 di Austin. E per il resto? Forse il duello più “pepato” è quello sugli 800 tra Elena Bellò (Fiamme Azzurre) ed Eleonora Vandi (Avis Macerata), approdate dopo una lunga rivalità giovanile alla top-10 di sempre con 2:04.32 e 2:04.48.  

Detto dei possibili protagonisti, affrontiamo le linee programmatiche con il responsabile tecnico Stefano Baldini: “Nel caso degli U23 abbiamo leggermente appesantito gli standard EA, ma ci aspettiamo ugualmente una formazione abbastanza numerosa per Bydgoszcz: la prospettiva è quella di selezionare ragazzi in grado di competere per le prime 10/12 posizioni agli Europei. Vale la possibilità di organizzare una prova di 10000 per favorire la qualificazione di più atleti, come per gli juniores: per qualcuno, in particolare i mezzofondisti Yeman Crippa e Yassin Bouih, la programmazione esclude la tappa di Firenze e probabilmente li rivedremo direttamente agli Assoluti”. Parlando degli assenti, arriva qualche aggiornamento anche sul fronte degli infortuni: “Per quanto riguarda Folorunso, siamo costantemente in contatto con lo staff di Maurizio Pratizzoli e quindi siamo abbastanza tranquilli: abbiamo notizie confortanti anche da parte di Christian Falocchi, che sta recuperando dal suo problema al ginocchio”. La notizia è che il saltatore lombardo – che con il suo 2.25 indoor sarebbe terzo nelle graduatorie europee dell’anno – dovrebbe rientrare agli Assoluti di Trieste: un’altra altista nel mirino è Erika Furlani, ma la poliziotta romana – ferma all’1.90 indoor – è attesa prima dal Golden Gala all’Olimpico.

Stessa attenzione per gli assenti “giustificati” di stanza negli States: “Naturalmente guardiamo con favore all’esperienza Ncaa dei nostri ragazzi: però siamo contenti che Daisy Osakue sia rientrata in tempo e stia già lavorando a Tirrenia. Quanto ai marciatori, quelli in possesso del minimo faranno uno stage a Vipiteno con il tecnico Alessandro Gandellini, in compagnia anche di Eleonora Giorgi e Matteo Giupponi”.

Capitolo staffette, per chiudere: “Sabato 17, in occasione dei Tricolori allievi di Rieti, faremo una simulazione batterie/finali per i quartetti U20 e U23: un collaudo che riteniamo importante in vista degli Europei e i convocati saranno decisi al termine delle gare di Firenze”.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ISCRITTI/Entries
- LE LISTE ITALIANE U23 DI SEMPRE
- LE LISTE ITALIANE U20 DI SEMPRE


Condividi con
Seguici su: