Firenze: Multistars al giro di boa

27 Aprile 2018

Nella tappa italiana del Challenge IAAF di prove multiple, in testa il norvegese Roe e la statunitense Bougard. L’azzurra Ferrero dodicesima nell’eptathlon dopo la prima giornata con tre record personali su quattro gare.


 

Il norvegese Martin Roe tra gli uomini con 4217 punti e la statunitense Erica Bougard in campo femminile a quota 3777 si trovano al comando dopo la prima giornata del Firenze Atletica Multistars, la 31esima edizione del meeting internazionale di prove multiple e tappa inaugurale del Challenge IAAF, in corso di svolgimento all’Asics Firenze Marathon Stadium dedicato a Luigi Ridolfi. Nel pomeriggio caratterizzato anche dal primato italiano under 20 del giavellotto con 56,79 di Carolina Visca in una gara extra, i migliori azzurri in classifica provvisoria sono Eleonora Ferrero (Cus Genova), dodicesima a 3239 punti con tre record personali su quattro prove, e Luca Dell’Acqua (N. Atl. Fanfulla Lodigiana), 17esimo con 3684 punti.

DECATHLON - Dopo aver aperto in 10.82 sui 100 metri che lo vedono secondo, il norvegese Martin Roe balza in testa con 7,53 di salto in lungo e resta davanti con 15,46 nel getto del peso, 1,92 nel salto in alto, la sua gara più debole, e 49.78 sui 400 metri. Anche due anni fa era riuscito a chiudere la giornata di avvio al comando, prima di finire in seconda posizione. Alle sue spalle due bielorussi: Maksim Andraloits (4187) e Yury Yaremich (4132) che precedono uno dei favoriti, lo statunitense Jeremy Taiwo, quarto con 4062. Cinque vincitori diversi nelle prove di oggi: sui 100 il più veloce è il polacco Rafal Abramowski in 10.81 (-0.9, invece nel lungo il bielorusso Yury Yaremich atterra a 7,62 (-0.6). Nel peso 16,20 del colombiano José Gregorio Lemos e nell’alto Jeremy Taiwo salta 2,10 per completare con i 400 metri del bielorusso Maksim Andraloits in 49.25. Tra gli atleti italiani, subito in evidenza l’altoatesino Alexander Demetz (Atl. Gherdeina Raiffeisen) con 11.39 (0.0) sui 100 e soprattutto 7,24 (+1.3) nel lungo, ma il vicecampione tricolore indoor avverte un problema muscolare all’ultimo salto e quindi è costretto a fermarsi. Per il lombardo Luca Dell’Acqua (N. Atl. Fanfulla Lodigiana), 23 anni compiuti da quattro giorni, questi i parziali: 11.27 (-0.5) nei 100 metri, 6,87 (-0.3) nel lungo, 12,27 nel peso, 1,86 nell’alto e 50,37 sui 400 metri.

Al ventunesimo posto Alex Verginer (Gherdeina Raiffeisen) con 3527 punti.

EPTATHLON - Tra le donne invece è netta la supremazia della statunitense Erica Bougard, quinta alla recente rassegna iridata indoor nel pentathlon, che si aggiudica tre prove su quattro: 100 ostacoli in 13.26 (+0.4), alto con 1,84 e 200 metri in 23.62 (+2.0) con ampio vantaggio sulle avversarie. La connazionale Alex Gochenour vince il peso con il record personale di 14,54 e occupa la seconda posizione a quota 3664, oltre cento punti di ritardo sulla leader. Ma i primi quattro posti sono tutti a stelle e strisce, con le altre americane Annie Kunz (3454) e Allison Reaser (3443) che seguono in graduatoria, poi quinta la portoghese Lecabela Quaresma (3441). Si comporta bene la 23enne Eleonora Ferrero (Cus Genova) che parte con 14.07 (+0.4) sui 100 ostacoli, personal best migliorato di quasi mezzo secondo. Poi la ligure cresce nell’alto (1,72) per aggiungere un centimetro al suo primato, mentre nel peso lo sfiora con 9,97, ma si conferma in progresso anche sui 200 metri con 25.24 (+0.5). La junior Sofia Montagna (Atl. Vigevano) è ventesima a 3026 punti dopo aver realizzato il personale nei 200 in 24.98 (+0.5) sorpassando così Federica Palumbo (Us Sangiorgese), ventunesima con 3019. Più staccate le altre con Lucia Quaglieri (La Fratellanza 1874 Modena) 23esima a 2934, poi 24esima Alice Boasso (Atl. Fossano ’75) con 2907 e 25esima Sara Bianchi Bazzi (Atl. Lecco Colombo Costruzioni, 2835), per arrivare al 27° posto di Mariaelena Agostini (Atl. Libertas Sanp, 2522).

LE ALTRE GARE - Nelle competizioni del Gran Prix Fidaltoscanaestate, vittoria per il non ancora ventenne Alessio Mannucci (Atl. Livorno) nel disco con 52,09. Sul rettilineo dei 100 metri l’ostacolista Ivan Mach di Palmstein (Atl. Riccardi Milano 1946) coglie il personal best nella distanza piana in 10.65 (+1.8).

DAY 2 - Sabato 28 aprile si ricomincia alle 10.00 con i 110 ostacoli uomini, quindi le donne entreranno in gara alle 11.45 con il salto in lungo. Conclusione prevista alle 16.30 per le eptatlete con la prova finale sugli 800 metri, mentre i 1500 metri che chiuderanno il decathlon sono previsti a partire dalle 17.45 nella manifestazione organizzata da Firenze Marathon e dal Club 10+7, con la collaborazione di Atletica Firenze Marathon, Prosport, Assi Giglio Rosso e FIDAL Toscana.

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results

(foto Renai/Studio SAB)


Condividi con
Seguici su: