Fiamme Gialle e Fondiaria Sai, è caccia al podio




 
Il vento soffia, allo stadio Turia di Valencia, sede della Coppa dei Campioni per Club. E allora, ad esaltarsi sono soprattutto velocisti e saltatori. Simone Collio è beffato ancora una volta (come una settimana fa a Roma, nella fase regionale dei societari) proprio da Eolo: il suo 10.26, dietro lo statunitense Brian Lewis (10.10), è aiutato dal un soffio alle spalle superiore ai 2 metri al secondo (+2.4), ma la crescita di questo ragazzo di Cernusco sul Naviglio, che ha scelto Rieti per vivere l’atletica (dove si allena con Donati e Verdecchia, seguito da Bonomi), appare ormai un fatto certo. Realizza il personale sui 100 piani anche Daniela Bellanova, per di più con vento regolare (+1.5 m/s), fermando i cronometri su un 11.56 che è interessante anche in chiave staffetta azzurra. E fa bene anche Massimiliano Donati, 10.30 ventoso di un’inezia (+2.1) in una delle serie extra. La conferma della buona forma degli sprinter arriva dalla 4x100, stravinta dalle Fiamme Gialle in 39.40, con Capati, Collio, Donati e Cavallaro (interessante anche la frazione del siciliano, che domani correrà i 200) a macinare metri e avversari. Si mette in evidenza Marco Mazza, uno dei pochi azzurri ad agitare la bandiera del mezzofondo con successo, di questi tempi: il napoletano è secondo nei 5000 metri, alle spalle del keniano Cherono, l’unico atleta nettamente al di fuori della sua portata. Piace, ancora una volta, il raziocinio dimostrato da Mazza nello scegliere i tempi della gara. Cosa che, al contrario, non è riuscita a Lorenzo Perrone, finito nella rete di un 1500 corso su ritmi da Under 16, troppo lenti per le sue caratteristiche. Sotto tono anche Daniele Graglia sui 400, ferma a 54.81. L\'azzurra però non può essere bocciata, ma rimandata, viste le condizioni atmosferiche: il muro di vento contrario trovato sul primo rettilineo è, per un’atleta con la sua struttura, un ostacolo assolutamente insormontabile. Claudia Coslovich conferma il valore del momento, riavvicinando quota 60 metri (59,61) dopo IL 60,07 della scorsa settimana. E\' bravissima Benedetta Ceccarelli, che non si fa intimorire da avversarie dai nomi (e dai personali) altisonanti e chiude al terzo posto in un discreto 57.80. In mattinata, Nicola Vizzoni non è riuscito a sconfiggere i fastidi fisici che si porta dietro da qualche settimana. Il quarto posto finale, in una gara vinta con poco più di 75 metri, lo fa masticare amaro. L’unica consolazione è che la stagione deve ancora entrare nel vivo, e c’è tempo per ritornare sui livelli che tutti gli riconoscono. Sul fronte societario, l’avvio delle ragazze Fondiaria Sai è fulmineo. Complice l’infortunio patito dalla russa Lebedenko, e il conseguente “zero” rimediato dal Luch, la competizione a squadre si ravviva. N’Doye e Rogowska fanno il loro compito fino in fondo, vincendo agevolmente triplo e asta, e così le romane si ritrovano a battagliare in testa alla classifica. Le russe, col passare delle gare, ristabiliscono l’ordine naturale della cose, ma perlomeno, domani, nella seconda giornata, non ci si annoierà. In campo maschile, la Fiamme Gialle – che manderanno i migliori in campo nella seconda giornata – annaspano un po’, ma alla fine, riescono a chiudere al terzo posto. Tra i big italiani in gara domani, Fabrizio Donato (triplo), Alessandro Cavallaro (200), e Andrea Giaconi (110hs). Tra le donne, da seguire Daniela Graglia nei 200 e Kene N’Doye nel lungo, con quest\'ultima che dovrebbe sostituire Laura gatto, leggermente infortunata. RISULTATI – UOMINI – 100 (+2.4): 1. Lewis (Usa, Rus) 10.10, 2. Collio (Fiamme Gialle) 10.26, 3. Beasley (Gbr) 10.32, 4. Vojtik (Cec) 10.41, 5. Dimotsios (Gre) 10.41, 6. Diarra (Fra) 10.45, 7. Maestra (Spa) 10.55, 8. Van Leeuven (Ola) 10.67; serie extra, s2 (+2.1) Donati 10.30…Kaba Fantoni 10.57; s3 (1.3): …Puggioni 10.57. 400: 1. Baldock (Gbr) 46.43, 2. Muzik (Cec) 46.80, 3. Maschchenko (Rus) 46.87, 4. Rawlinson (Gbr) 47.04, 5. Rodriguez (Spa) 47.30, 6. Fuccillo (Fiamme Gialle) 48.68, 7. Galipli (Ola) 49.54, 8. Colon (Fra) 49.97. 1500: 1. Sneberger (Cec) 4:03.79, 2. Esteso (spa) 4:04.17, 3. Stroubakos (Gre) 4.04.44, 4. Perrone (Fiamme Gialle) 4.04.62, 5. Zadoroznniy 4:04.94, 6. Allem (Fra) 4:06.00, 7. Zawadski (Gbr) 4:06.52, 8. Loschner (Ola) 4:08.16. 5000: 1. Cherono (Ken, Gre) 13:48.97, 2. Mazza (Fiamme Gialle) 13:54.72, 3. Viciosa (Spa) 14:02.93, 4. Abramov (Rus) 14:03.18, 5. Zeroual (Fra) 14:16.53, 6. Andreson (Gbr) 14:27.94, 7. Faschingbauer (Cec) 14:32.92, Luijendijk (Ola) 14:52.99. 400hs: 1. Rawlinson (Gbr) 49.72, 2. Gorban (Rus) 50.11, 3. Douglas (Gbr) 51.02, 4. Simanek (Cec) 51.07, 5. Rubeca (Fiamme Gialle) 51.46, 6. Jaime Juan (Spa) 52.06, 7. Ravenet (Fra) 52.69, 8. Veerlan (Ola) 53.55. Alto: 1. Rybakov (Rus) 2,28, 2. Janku (Cec) 2,22, 3. Bettinelli (Fiamme Gialle) 2,19, 4. Bermejo (Spa) 2,16, 4. Challenger 2,16, 6. Tomaras (Gre) 2,10, 7. Mustapha (Fra) 2,10, 8. Brethouwer (Ola) 1,90; Lungo: 1. Sosynov (Rus) 8,13 (+6.5), 2. Martinez (Spa) 8,04, 3. Makrinikolas (Gre) 8,00 (+6.0), 4. Marraffa (Fiamme Gialle) 7,66 (+7,4), 5. Lampart (Cec) 7,44 (+ 4,2), 6. Flynn (Gbr) 7,02, 7. Diop (Fra) 6,92 (+3,9), 8. Krueller (Ola) 6,54. Peso: 1. Stehlik (Cec) 19,90, 2. Haborak (Rus) 19,41, 3. Barraza (Spa) 17,62, 4. Cece (Fra) 17,43, 5. Fantini (Fiamme Gialle) 17,35, 6. Sarakoglou (Gre) 17,15, 7. Beard (Gbr) 15,68, 8. Van Balen (Ola) 15,29. Martello: 1. Khersontsev (Rus) 75,33, 2. Melich (Cec) 73,96, 3. Papadimitrou (Gre) 73,86, 4. Vizzoni (Fiamme Gialle) 73,69 (70,65, 69,06, 73,69, N), 5. Jones (Gbr) 71,51, 6. Ciofani (Fra) 68,02, 7. Gonzalez (Spa) 53,66, 8. Wijand (Ola) 52,25. 4x100: 1. Fiamme Gialle (Capati, Collio, Donati, Cavallaro) 39.40, 2. Luch Mosca (Rus) 40.02, 3. Puma Chapin (Spa) 40.54, 4. AAC Amsterdam (Ola) 40.81, 5. Dukla Praga (Cec) 41.01, 6. Belgrave Harriers (Gbr) 41.43, 7. Penellinios (Gre) 41.57, 8. Montreuil (Fra) 41.95. Classifica: 1. Sport Luch Mosca 68, 2. Dukla Praga 57, 3. Fiamme Gialle 54, 4. Panellinios 51, 5. Puma Chapin 47.5, 6. Belgrave 41.5, 7. Montruil 26, 8. Amsterdam 15. DONNE – 100 (+1.5): 1. Gevaert (Bel, Spa) 11.21, 2. Kokloni (Gre) 11.52, 3. Bellanova (Fondiaria Sai) 11.56, 4. Cravid (Por) 11.59, 5. Ivanova (Svc) 11.62, 6. Kondratyeva (Rus) 11.70, 7. Benesova 11,84, 8. Thomas (Gbr) 11.85. (serie extra) s2 (+4.2): …Lorusso 11.99; s3 (+3.5): Capriata 11.85. 400: 1. Kapachinskaya (Rus) 51.46, 2. Tirlea (Rom, Por) 52.19, 3. Goudenoudi (Gre) 54.00, 4. Julia Alba (Spa) 54.21, 5. Halsall (Gbr) 54.42, 6. Bergrova (Svc) 54.77, 7. Graglia (Fondiaria Sai) 54.81, 8. Klocova (Cec) 55.98. 800: 1. Benhassi (Mar, Gre) 2:06.52, 2. Klocova (Svc) 2:06.84, 3. Cherkasova (Rus) 2:06.96, 4. Teixeira (Por) 2:08.24, 5. Lochmanova (Cec) 2:08.59, 6. Curri (Fondiaria Sai) 2:09.68, 7. Riding (Gbr) 2:10.32, 8. Desviar (Spa) 2:12.46. 3000: 1. Belyakova (Rus) 9:13.59, 2. Suldesova (Cec) 9:14.93, 3. Dias (Por) 9:16.59, 4. Protopapa (Gre) 9:17.21, 5. Sicari (Fondiaria Sai) 9:23.22, 6. Gillibrand (Gbr) 9:25.08, 7. Martinez (Spa) 9:36.01, 8. Janeckova (Svc) 9:57,29. 400hs: 1. Diouf (Sen, Spa) 56.87, 2. Torshina (Rus) 57.67, 3. Ceccarelli (Fondiaria SAI) 57.80, 4. Carmo (Por) 58.46, 5. Rucklova (Cec) 59.74, 6. Goudenoudi (Gre) 1:00.21, 7. Sichertova (Svc) 1:’1.13, 8. Brason (Gbr) 1:04.38. Asta: 1. Rogowska (Pol, Fondiaria Sai) 4,30, 2. Belyakova (Rus, Por) 4,20, 3. Cervantes (Spa) 4,15, 4. Tsiligiri (Gre) 4,10, 5. Tavares 4,10, 6. Mladkova 4,00, 7. Bloomfeld (Gbr) 4,00. Triplo: 1. N’Doye (Sen, Fondiaria Sai) 14,25, 2. Vasdeki (Gre) 14,10, 3. Castrejana 13,94, 4. Bolshova (Rus, Por) 13,92, 5. Kasparkova (Cec) 13,79, 6. Beskronnaja (Svc) 13,69, 8. White (Gbr) 13,25, nm Lebedenko (Rus). Disco: 1. Powell (Usa, Gre) 63,40, 2. Machado (Por) 60,40, 3. Ampleyeva (Rus) 59,36, 4. Rackova (Cec) 57,23, 5. Roles (Gbr) 56,35, 6. Matejkova (Spa) 54,76, 7. Tomanova (Svc) 53,80, 8. Bordignon (Fondiaria Sai) 53,06. Martello: 1. Davydova (Rus) 69,17, 2. Claretti (Fondiaria SAI) 63,62 (62,05, 61,79, 60,72, 63,62), 3. Shaw (Gbr) 63,22, 4. Alves (Por) 62,62, 5. Pedrares (Spa) 59,96, 6. Hyjankova (Cec) 53,16, 7. Laboura (Gre) 52,00, 8. Tomanova (Svc) 43,74. Giavellotto: 1. Ivakina (Rus) 62,69, 2. Coslovich (Fondiaria Sai) 59,61, 3. Chilla (Spa) 57,31, 4. Lika (Gre) 56,57, 5. Cruz (Por) 51,52, 6. Laznikova (cec) 46,53, 7. Strasikova Svc) 45,41, 8. Cozens (Gbr) 44,25. Classifica Donne – 1. Luch Mosca 67, 2. Panellinios 63, 3. Valencia 57, 4. Fondiaria Sai 57, 5. Sporting Club 57, 6. USK Praga 40, 7. Sale Harriers 29, 8. Slavia UK 24.


Condividi con
Seguici su: