Fatica, freddo e fango. Il cross piemontese (2a parte)

28 Aprile 2020

I giorni nostri. I protagonisti di oggi

 
(di Sebastiano Scuderi)

Il disimpegno della Fiat dall’atletica portò alla smobilitazione del Fiat Sud Formia, ma comparvero la Cover AVO/Mapei e il Runner Team 99 SBV, che  rinforzarono le proprie formazioni con atleti stranieri di primo piano e caratterizzarono il primo decennio.
Alla Cover arrivarono il più grande crossista d’Europa, l’ukraino Serhij Lebid , nove titoli europei, e il suo connazionale Vasyl Matviychuk,  il keniano Sammy Korir, i francesi Driss Maazouzi e El Hassan Lahssini.  Si aggiunsero agli italiani Giuliano Battocletti, otto Mondiali e sette Europei, tre titoli; Rachid Berradi, cinque Mondiali e tre titoli; Mostafa Errebbah, un Mondiale e un titolo; Roberto Delsoglio un Europeo e un Mondiale; Federico Simionato due Europei; Derje Rabattoni un Mondiale e un Europeo; Alessandro Turroni tre Europei.
La keniana Rita Jeptoo e l’ ungherese Hanikò Kàlovics guidarono la formazione femminile con Patrizia Tisi, quattro Mondiali e tre Europei, tre titoli; Fatna Maraoui, un Mondiale e quattro Europei; Marzena Michalska, un Mondiale, tre Europei e un titolo; Deborah Toniolo, cinque maglie azzurre, un Mondiale; Tiziana Alagia, tre maglie azzurre, un Mondiale; dal Fiat Sud Formia arrivò Gloria Marconi, un Mondiale e un Europeo; Maura Viceconte dalla Maratona di Torino.
Al Runner Team arrivò la keniana Florence Barsosio dal Fiat Sud Formia, dalla Cover Giustina Menna e Claudia Finielli.

Di primo piano Nadia Ejjafini due Europei; Valentina Belotti, sette maglie azzurre, due Mondiali e tre Europei; Marcella Mancini, due maglie azzurre e due titoli di maratona; Valeria Straneo dall’Atletica Alessandria; dal Grottini Team Martina Facciani, un Europeo, passò al Corradini. Dall’UG Biella Valeria Roffino, dieci Mondiali e due Europei, alle Fiamme Azzurre.

Tre atleti di buon livello: il keniano Wilfred Kipkoech Taragon, Francesco Bona, un Mondiale e due Europei e Vincenzo Stola un Mondiale e un Europeo.
La Cover vinse sei titoli Senior: tre femminili e tre maschili e uno Junior maschile, il Runner uno assoluto  femminile.
Sempre su buoni livelli il Cus Torino con due scudetti assoluti e uno Junior maschile,  uno Senior e  uno Junior femminili e uno Allieve.  

Tre arrivi importanti per il Cus Torino dal  vivaio del Murialdo gestito con passione da Germano Venanzio poi passati alle società militari: Marouan Razine, quattro Europei, all’Esercito; Martina Merlo, quattro Europei e un titolo e Sara Brogiato, due Europei, entrambe all’Aeronautica. Soufiane El Kabbouri, un Mondiale e un Europeo; Sergiy Volodymyrovych Polikarpenko tre Europei, ai Carabinieri. Dalla Chierese  Marco Galeasso, un Europeo; dalla Sicilia Andrea Tagnese, un Europeo.

 Anna Ceoloni dall’ Atletica Santhià, un Mondiale; Eleonora Curtabbi dal Giò 22 Rivera, un Europeo; Francesca Marangi Agostino, dalla Safatletica un Europeo; Michela Cesarò un Mondiale e un Europeo, ai Carabinieri. 


La Sisport d’inizio secolo ha ancora due atlete di buon livello, Ilaria Di Santo un Europeo, alla Forestale e Federica Dal Ri, due Mondiali e due Europei, all’Esercito.

Importante la carriera di due atlete provenienti dallo Zegna, entrambe arruolate nell’Esercito dopo essere transitate dal Cus Bologna: Valentina Costanza, un Mondiale e cinque Europei ed  Elena Romagnolo, tre Mondiali e sei Europei.

Italo Quazzola dall’Atletica Valsesia all’Atletica Piemonte, oggi al Casone Noceto, un Mondiale e cinque Europei. 
I gemelli Dematteis della Valle Varaita, pur preferendo la corsa in montagna, parteciparono Martin a due Mondiali e tre Europei , Bernard a un Mondiale e un Europeo.

Elisa Desco
del Sanfront un Europeo; la chivassese Virginia Maria Abate due Europei. 

Sei atleti in “rampa di lancio”: Pietro Riva, Atletica Alba, un Europeo U23 e due U20, nelle Fiamme Oro;  Elisa Palmero, Atletica Pinerolo un Europeo nelle U20, nell’Esercito; Pietro Arese SAFAtletica Piemonte, due Europei U20 e Yassin Choury , Alfieri Asti un Europeo U20, Anna Arnaudo, Dragonero un Europeo U20 e Giada Licandro, Atletica Canavesana Europeo U20. 

Da ricordare gli U20 che non hanno sfondato: Valeria Marinoni UG Biella, due Mondiali e tre Europei; Beatrice Lanza, Splendor Cossato, un Europeo; Valentina Ghiazza, Atletica Alessandria, un Europeo; Ombretta Bongiovanni, Sanfront, due Europei; Laura Costa, Atletica Alessandria, un Europeo; Elisabetta Petracca, due Europei e Valerio Gullì, un Mondiale e  due Europei, Atletica Pinerolo; Luca Massimino, Roata Chiusani, un Europeo; Abdelmjid Ed Derraz, Alfieri Asti un Europeo.

A livello societario l’Atletica Saluzzo ha vinto un  titolo assoluto e uno Junior  femminili; l’Atletica Pinerolo ha vinto due titoli Allievi, l’ Atletica Piemonte uno, il Sanfront uno Allieve. 

Lo scorso anno il Parco della Mandria ha ospitato i Campionati italiani, l’anno prossimo avremo gli Europei, anche il cross in Piemonte ha la sua patria.


Festa del Cross 2019 al Parco La Mandria di Venaria Reale (foto organizzatori)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate