Fabbri a Padova: ultimi lanci verso Torun

27 Febbraio 2021

Domenica pomeriggio il primatista italiano indoor in gara sulla pedana veneta, prima della partenza per la Polonia: venerdì prossimo il peso agli Euroindoor, tutto in una giornata

 

È l’ultimo test prima degli Europei indoor di Torun. Leonardo Fabbri è abituato a crescere di condizione gareggiando, aumentando così automatismi e consapevolezze. A pochi giorni dalla rassegna continentale in Polonia (4-7 marzo) il pesista fiorentino va alla ricerca di nuovi passi in avanti, nel pomeriggio di domenica a Padova (la città del suo 21,99 all’aperto), per lasciarsi alle spalle le settimane perse causa Covid e presentarsi agli Euroindoor con una prestazione che sia più vicina agli standard che gli appartengono. Il primatista italiano indoor, portacolori dell’Aeronautica, sarà in pedana alle 16.15 al Palaindoor in una gara extra nell’ambito di una manifestazione master. Per Fabbri si tratta della terza uscita stagionale: all’esordio ha scagliato il peso a 20,11 dieci giorni fa a Torun sulla pedana che a breve ospiterà la caccia alle medaglie europee, un debutto seguito dal 20,36 di domenica scorsa agli Assoluti indoor di Ancona nei quali si è assicurato il quarto titolo italiano consecutivo al coperto.

Dopo Padova, la concentrazione sarà tutta sulla giornata di venerdì 5 marzo. Nella sessione mattutina degli Euroindoor sono previste le qualificazioni del peso, a partire dalle 11.18, e poi in serata è in programma la finale alle 20.35. Sedici gli atleti iscritti, e tra questi spiccano i nomi del campione europeo in carica (all’aperto e al coperto) Michal Haratyk, il polacco padrone di casa già proiettato a 21,83 in stagione, ma anche del ceco Tomas Stanek (21,48 nel 2021), dell’altro polacco Konrad Bukowiecki, del tedesco due volte iridato David Storl, insieme a diversi altri lanciatori da non sottovalutare come il serbo Sinancevic (fresco di 21,25), il croato Mihaljevic, il lussemburghese Bertemes. Fabbri ha concluso la scorsa - meravigliosa - stagione al primo posto nelle graduatorie europee dell’anno in virtù del 21,99 degli Assoluti, e in sala ha soffiato il primato italiano ad Alessandro Andrei con il 21,59 di Stoccolma del febbraio 2020.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ISCRITTI


Condividi con
Seguici su: