FPN n. 8: partecipazione atleti stranieri ai campionati




 

Torino (TO) 13 gennaio. Argomento: partecipazione atleti stranieri ai campionati

 

Le Disposizioni Generali 2014 prevedono  nuove regole per quanto riguarda la partecipazione degli atleti stranieri ai Campionati individuali e di società; riportiamo sinteticamente le novità più importanti.

 

Ricordiamo che per richiedere la cittadinanza italiana sono necessari alcuni requisiti:

a)     residenza legale in Italia da almeno 4 anni se cittadini comunitari, 10 anni se extracomunitari

b)     b) reddito minimo personale negli ultimi 3 anni di euro 8.263,31 senza persone a carico, 11.362,05 con coniuge a carico, aumentabile di 516 euro per ogni ulteriore persona a carico.

 

4.1 . Partecipazione degli atleti stranieri ai Campionati Individuali

Gli atleti stranieri appartenenti alle categorie Promesse, Juniores e Allievi, non possono partecipare ai Campionati Individuali fatte salve disposizioni specifiche. Non concorrono all’assegnazione del

titolo  a meno che non rispondano ai criteri di cui al successivo punto 4.2

 

4.2 Atleti stranieri RESIDENTI IN ITALIA

ALLIEVI. Dichiarazione che durante il tesseramento in Italia NON parteciperanno ad alcuna attività sportiva agonistica o scolastica sia individuale che di squadra  per una qualsivoglia organizzazione straniera (possono gareggiare per la propria rappresentativa nazionale)

JUNIORES 1° ANNO. Oltre alla Dichiarazione di cui sopra, devono essere tesserati continuativamente sin da Allievi a qualsiasi Società FIDAL.

JUNIORES 2° ANNO. Oltre a quanto previsto per gli Juniores 1° anno, abbiano richiesto la Cittadinanza Italiana o dichiarino di volerla richiedere alla maturazione dei requisiti necessari (Modulo DS)

Per il solo 2014 Promesse e Seniores che abbiano gli stessi requisiti degli Juniores 2° anno possono seguire la stessa prassi

Tutti acquisiscono la condizione di ITALIANI EQUIPARATI fino alla concessione della cittadinanza

 

 

4.3 Nei CdS gli atleti di cui al punto 4.2 vengono considerati nella quota degli atleti italiani

 

5. Partecipazione degli atleti stranieri ai Campionati di Società

5.1. Alle varie fasi di tutti i Campionati di Società, (ad eccezione del C.d.S. Assoluto su pista e del CdS Under 23 su pista e del CdS Allievi su pista), possono essere iscritti e partecipare un numero illimitato di atleti stranieri regolarmente tesserati per società italiane affiliate alla FIDAL, salvo eventuali disposizioni riportate nei regolamenti dei singoli campionati .

5.2      Al Campionato di Società Assoluto, ed Allievi su Pista possono partecipare i seguenti atleti stranieri delle categorie ammesse ai rispettivi campionati:

5.2.1       Possono partecipare in “quota stranieri” gli atleti comunitari ed extracomunitari delle categorie Juniores,  Seniores e Promesse che nelle ultime tre stagioni agonistiche precedenti l'anno in corso siano stati tesserati  con una qualsiasi Società affiliata alla Fidal (per il 2014 anche due stagioni)

5.2.2       Possono partecipare in “quota italiani” gli atleti in possesso dei requisiti di cui al punto 4.2

 

5.3      In tutti i C.d.S. gli atleti in “quota stranieri” (comunitari e extracomunitari) concorrono alla formazione delle classifiche di società per un numero massimo di punteggi secondo il seguente schema:

 

 

 

Numero massimo punteggi stranieri

CdS Pista

 3

Altri CdS

1

 

Qualora in una staffetta sia presente anche un solo atleta in “quota straniero” la staffetta stessa rientra nel numero di punteggi a disposizione degli atleti “in quota stranieri”.

 

3.4 Qualora un C.d.S. coincida con un Campionato Individuale, gli  atleti stranieri parteciperanno esclusivamente ai fini del C.d.S.

 

 



Condividi con
Seguici su: