Eyof: la marcia di Gamba è d'oro

22 Luglio 2019

A Baku vittoria azzurra nella prima finale dell’atletica, con il successo del 17enne lombardo sui 10.000 metri al Festival olimpico della gioventù europea


 

di Luca Cassai

Prosegue il momento favorevole dell’atletica italiana. Dopo i successi agli Europei U20 di Boras, arriva subito una medaglia d’oro nella prima giornata al Festival olimpico della gioventù europea di Baku (Azerbaigian). L’azzurro Gabriele Gamba è il padrone dei 10.000 di marcia e si impone in 45:15.74, nell’unica prova di oggi con un titolo in palio alla rassegna continentale under 18. Per il bergamasco di Pedrengo, portacolori dell’Atletica Riccardi Milano 1946 e allenato da Andrea Previtali, la vittoria matura grazie all’azione decisiva nella seconda metà della gara, staccando nettamente gli avversari: secondo lo spagnolo Paul McGrath (45:51.64), bronzo al turco Mustafa Tekdal (46:06.57). Quest’anno il 17enne lombardo era già salito sul gradino più alto del podio in Coppa Europa con la squadra italiana della categoria superiore, quella under 20. Nella fase eliminatoria, quattro allievi azzurri si qualificano per la finale. Al mattino lo sprinter Matteo Melluzzo sui 100 metri timbra il pass in 10.66 (+0.8), mentre nel peso Benedetta Benedetti supera il turno con un lancio a 14,82. Nel pomeriggio missione compiuta per Samuele Maffezzoni, che si guadagna una corsia nella finale dei 110 ostacoli con 13.84 (+0.8) a un soffio dal record personale, e per il lunghista Federico Scarselli (6,91/-0.2). Eliminate invece l’altra velocista Melissa Mogliani Tartabini (12.26/+0.2) e sui 400 metri Laura Elena Rami (57.25). Al via anche il decathlon di Alessandro Sion che dopo cinque prove è undicesimo in classifica. Domani in gara 10 azzurri, di cui cinque nelle finali del pomeriggio.

START LIST - RISULTATI/Results - ORARIO E AZZURRI IN GARALA SQUADRA ITALIANA/Italia Team - TUTTE LE NOTIZIE/NewsIL SITO DELLA MANIFESTAZIONE

GAMBA, È SUBITO ITALIA - Prima finale e prima vittoria azzurra a Baku. Nei 10.000 di marcia partiva da favorito Gabriele Gamba, con il miglior tempo di accredito, e trasforma la gara in una cavalcata trionfale. All’inizio controlla nel gruppo, comandato soprattutto dallo spagnolo McGrath, poi si affaccia davanti al terzo chilometro (parziale di 13:58) per cedere di nuovo l’iniziativa. Dopo il passaggio ai 5000 metri in 22:57 è il momento di rompere gli indugi e l’allievo lombardo va in fuga. Alle sue spalle si lancia all’inseguimento l’irlandese Oisin Lane, che però all’ottavo chilometro viene fermato dai giudici per una sosta di un minuto in penalty zone. Con un vantaggio sempre più consistente Gamba taglia il traguardo in 45:15.74, distante dal crono di 43:52.66 ottenuto alla rassegna tricolore di Agropoli. Ma in una serata calda e umida non contava il tempo, solo la vittoria in quello che era il debutto assoluto della marcia all’Eyof, introdotta per la prima volta in questa edizione.

LUNGO: AVANTI SCARSELLI - Una serie in crescendo, che porta Federico Scarselli tra i migliori dodici nel salto in lungo. Il 17enne piemontese della Novatletica Chieri è ottavo in qualificazione con 6,91 (-0.2), dopo un approccio a 6,49 (+0.3) e un primo significativo progresso a 6,85 (+0.9) con cui avrebbe in ogni caso guadagnato la finale. E anche la misura è tutt’altro che disprezzabile, se si considera che finora ha superato i sette metri solo nelle due occasioni più importanti, le due vittorie tricolori di questa stagione. Sei atleti oggi vanno oltre questa barriera, con l’austriaco Oluwatosin Ayodeji nel ruolo di leader (7,26).

MAFFEZZONI SFIORA IL PB - Per la qualificazione automatica nei 110 ostacoli serve piazzarsi tra i primi due in batteria. L’azzurro Samuele Maffezzoni non solo compie in pieno il proprio dovere, secondo con ampio margine sugli avversari, ma firma anche un crono di valore: con 13.84 (+0.8) arriva ad appena tre centesimi dal record personale, per la seconda volta in carriera sotto i 14 secondi con vento regolare, tralasciando il formidabile 13.57 ventoso (+2.7) di Agropoli.

Soltanto lo spagnolo Mario Revenga, vincitore in 13.77 davanti al lombardo, e il tedesco Moritz Mainka (13.79/+1.1) fanno meglio rispetto al 17enne dell’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter che adesso può pensare alla finale di domani, quando in Italia saranno le ore 18.10.

SPRINT: MELLUZZO IN FINALE - Ci sarà un azzurro nella finale dei 100 metri. Il siciliano Matteo Melluzzo, 17 anni da compiere tra una settimana, passa il turno vincendo la batteria in 10.66 (+0.8), quinto crono della mattina. Domani il portacolori della Milone Siracusa, che un mese fa alla rassegna tricolore ha realizzato un doppio 10.49, è annunciato tra i protagonisti della gara che farà calare il sipario sulla seconda giornata, alle 18.50 ora italiana. Per la vittoria, il principale candidato sembra essere il danese Tazana Kamanga-Dyrbak, ex rugbista di origine zambiana, 10.50 (+1.5) e un decimo di vantaggio sulla concorrenza. Niente da fare invece al femminile per Melissa Mogliani Tartabini. La marchigiana dell’Atletica Recanati è quarta al traguardo in 12.26 (+0.2), un risultato che non le consente di inserirsi nei tempi di recupero. Out nei 400 metri anche Laura Elena Rami: la ragazza del Cus Bologna con 57.25 resta a più di un secondo dal 56.14 che le aveva dato il titolo italiano, ma il compito era decisamente arduo (55.92 come ultimo crono utile per la finale).

BENEDETTI OK NEL PESO - Entra in finale Benedetta Benedetti nel getto del peso. La romana di Genzano, al terzo e ultimo tentativo, mette a segno il suo miglior lancio con 14,82. Nel turno eliminatorio è undicesima, perciò tra le dodici atlete che domani pomeriggio torneranno in gara, ma a conti fatti per la 16enne della Studentesca Rieti Milardi sarebbe bastato anche il 14,49 di apertura, seguito da un 14,34. In cinque oltre i 16 metri e comanda con 18,50 la stakanovista turca Pinar Akyol, meno di un giorno (e più di tremila chilometri) dopo l’argento di ieri agli Europei under 20 di Boras, in Svezia, dove è salita sul podio arrivando a 16,19 con l’attrezzo da 4 chilogrammi.

DECATHLON - Allo stadio Tofiq Bahramov, il primo azzurro a fare il suo ingresso è Alessandro Sion. Nella prova inaugurale del decathlon, i 100 metri, corre in 12.01 (+1.4), terzo nella propria serie. Un crono a quasi tre decimi dal personale sulla distanza (11.73), con il sedicesimo e penultimo posto complessivo nella classifica guidata dal belga Jente Hauttekeete (11.16/+0.6). Sulla pedana del lungo il torinese della Safatletica Piemonte atterra poi a 6,46 (+1.5) e diventa quattordicesimo. Anche nel peso rimane al di sotto dei suoi standard stagionali con 13,40 al terzo lancio. Dopo tre gare il primatista italiano allievi occupa la tredicesima posizione. Nel salto in alto riprende quota l’azzurro, che a 1,91 migliora di due centimetri il personale all’aperto pareggiando quello indoor, per salire altri due gradini (undicesimo). Gran finale di giornata con un super progresso nei 400 metri in 53.78, per togliere più di mezzo secondo al 54.42 del decathlon record di un mese fa. Domattina si riparte dall’undicesimo posto a 3401 punti con il limite nazionale che resta nel mirino: ad Agropoli il parziale era di 3452 al giro di boa. Sembrano imprendibili almeno i primi tre: il belga Hauttekeete (4001), il norvegese Sander Skotheim (3942) e il tedesco Paul Kallenberg (3920).

DOMANI 10 AZZURRI - Cinque atleti italiani in gara domani nelle finali del pomeriggio. Il giavellottista Giovanni Frattini, dopo la cancellazione del primo turno, sarà in pedana alle 17.30 ora italiana e si aggiunge ai quattro qualificati di oggi: la pesista Benedetta Benedetti (ore 16.20 per il turno decisivo), il lunghista Federico Scarselli (17.05), Samuele Maffezzoni (110hs alle 18.10) e Matteo Melluzzo (100 metri alle 18.50), oltre alla conclusione del decathlon di Alessandro Sion. Nella sessione del mattino, debutto per altri quattro azzurrini: la lunghista Chiara Smeraldo (7.10), sui 400hs Alessia Seramondi (8.00), il quattrocentista Tommaso Boninti (8.40) e nel martello Rachele Mori (9.05).

STREAMING - Prevista la trasmissione in diretta video streaming delle finali su EOC CHANNEL e IDMAN TV.

RISULTATI PRIMA GIORNATA: MATTINA - POMERIGGIO

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: