Europei U23, quarto posto per Ennemoser e Rosa




 
La mattinata del terzo giorno dei Campionati Europei Under 23, che si svolgono a Bydgoszcz in Polonia, si apre con una grande prova di Patrick Ennemoser che sfiora la medaglia nella marcia. L’azzurro fornisce una prova maiuscola. Con 1:25:05 stabilisce il suo personal best (precedente 1:25:06). Non è bastato però per salire sul podio. Davanti a lui il bielorusso Andrei Talashko (1:24:28). Gara a gran ritmo per la medaglia d’oro Beniamin Kucinski, atleta di casa, che ha tagliato il traguardo fermando il cronometro ad 1:22:07 (personal best). Secondo ad 1:57 il russo Sergey Lystsov. “Ho fatto una gara molto coraggiosa – ha commentato Ennemoser - peccato per questo quarto posto. Il bielorusso non ha mollato un metro. Il podio era lì. Un’ottima prestazione dopo una stagione travagliata”. Sfortunata anche Chiara Rosa: nel peso ottiene il quarto posto con 16.49 a soli 23 cm dalla medaglia di bronzo. La gara è vinta da Natalya Khoroneko (Bielorussa) 17.66, seconda Kathleen Kluge (Germania) 17.09, terza Fliz Kadogan (Turchia) 16.72. “Sono delusa. E’ un gran peccato. Ho mancato il podio per pochi cm”. Sempre in mattinata Laura Bordignon con 52.10m ottiene la qualificazione. Gara in progressione per l’atleta azzurra: 47.25, 51.53, 52.10. La staffetta 4x100 femminile formata da Morana, Calì, Marchetti, Cattaneo raggiunge la finale con 45.59, ultimo tempo utile. In finale se la dovranno vedere con Ucraina, Polonia, Francia, Irlanda, Belgio, Germania e Gran Bretagna. Massimo Marraffa nel lungo al primo salto si infortuna al piede. Forza al secondo tentativo, arrivando a 7,21, ma rinuncia al terzo per infortunio. Nel pomeriggio Alessandro Beschi, nel martello, con 65.03 si piazza all’undicesimo posto. La gara ha visto grande battaglia tra l’ungherese Kristzian Pars il turco Esref Apak e il bielorusso Aleksandr Vashchilo. Alla fine sale il gradino più alto del podio Parsz con (77.25). Prima medaglia in questi campionati per l’Ungheria. Nell’alto Elena Meuti con grande grinta eguaglia il suo primato stagionale con 1.84. Si ferma ad 1.80 invece Elena Brambilla. Successo per Blanka Vlasic con 1.98 (eguagliato il record dei campionati). L’azzurro Matteo Villani nei 3000 siepi viene squalificato per aver ostacolato il tedesco Klein nello sprint finale per il nono posto. “Mi dispiace molto. Per l’Italia, per me. Mi sono allargato ma non pensavo di essere così vicino al mio avversario e comunque il tedesco poi mi ha superato. Peccato. Avevo stabilito anche il personale, il secondo in due giorni”. Nel triplo gara avvincente dove l’italiano Schembri si è ben comportato: 16.24 nuovo personal best e settimo posto. La gara è stata vinta da Dmitry Valyukevich (17.57 record dei campionati). Le altre medaglie Mare Plawgo nei 400hs con 48.96 conquista la medaglia e il nuovo record dei campionati. E’ stata una gara velocissima dove i primi cinque hanno stabilito il loro season e personal best. Nei 400hs femminili la russa Oksana Gulumyan con 56.23 conquista l’oro. Occhi puntati su Carolina Kluft. La lunghista svedese al secondo salto (dopo un nullo) eguaglia il suo personal best con 6.77. Non si accontenta, con tenacia forza moltissimo cercando di sfruttare al massimo ogni cm della pedana e giunge a 6.86 (v +0.6) al quinto salto, record personale e dei campionati. Non è da meno la russa Yelena Isimbayeva: con l\'asta sale nel cielo di Bydgoszcz fino a 4.65, nuovo record dei campionati. Nel disco l’olandese Rutger Smith con 59.60 mette in fila i suoi avversari. Nei 100m femminili terza medaglia d’oro per la Grecia con Georgia Kokloni con 11.34. Tra i maschi gara molto combattuta con il francese Ronald Pognon che vince con 10.19 eguagliando il record dei campionati. Gli azzurri in gara domani: 14.00: Filippo Campioli (finale Alto); 15.20: Laura Bordignon (finale Disco); 15:35: Vincenza Calì (finale 200m); 15:45 Giorgio Piantella (finale Asta); 16.20: Lorenzo Perrone (finale 1500), 16.40: Simona La Mantia (finale Triplo); 17.00: 4x100 femminile (finale); 17.40: Stefano Scaini (finale 5000)
nella foto Chiara Rosa (peso) in azione




Condividi con
Seguici su: