Europei Master, subito 5 ori italiani

23 Marzo 2015

Partita la rassegna continentale “over 35” al coperto di Torun (Polonia), con undici medaglie per la rappresentativa azzurra


 

Nella giornata inaugurale dei Campionati europei master indoor a Torun, in Polonia, arrivano le prime medaglie conquistate dagli atleti italiani con 5 ori, 4 argenti e 2 bronzi per un bilancio parziale di 11 volte sul podio. Doppietta sui 3000 metri W50 con il successo di Nadia Dandolo (Asi Atl. Roma): la padovana di Borgoricco, ex primatista e pluricampionessa nazionale assoluta, riesce a confermare in 10:53.95 il titolo vinto nel 2013 a San Sebastian, per lasciarsi alle spalle Carmen Piani (Atl. Lecco-Colombo Costruzioni), seconda con 11:10.91. Anche nei 3000 M55 sono premiati due azzurri, grazie al successo dell’altoatesino Othmar Habicher (Rennerclub Vinschgau) in 9:45.82 mentre finisce terzo Daniele Pedrini (Atl. Insieme New Foods Verona), 9:59.81. Brillano anche i protagonisti annunciati dei salti, entrambi vincitori nella scorsa stagione dell’oro iridato indoor: sulla pedana del lungo M50 trionfa nettamente Gianni Becatti (Olimpia Amatori Rimini) che atterra a 6,36.

Ma tutti i sei tentativi del pisano, recordman mondiale con il 6,75 ottenuto nella rassegna tricolore di Ancona, si rivelano superiori a quelli degli avversari per ribadire un dominio schiacciante. Nell’alto M70 si impone il perugino Lamberto Boranga (Olimpia Amatori Rimini), il celebre ex portiere di serie A, capace di superare l’asticella alla quota decisiva di 1,42 con la terza e ultima prova a disposizione. Al femminile, Ingeborg Zorzi (Sportclub Meran) con 1,21 aggiunge l’oro W65 in sala a quello conquistato l’anno scorso all’aperto.

Due argenti invece nel lungo maschile. Tra gli M40 il brindisino Stefano Tarì (Amatori Atl. Acquaviva) salta 6,33 per inchinarsi soltanto al polacco Robert Mackowiak: un nome noto dell’atletica internazionale, che in carriera si è messo al collo due ori mondiali assoluti nella staffetta 4x400 metri (all’aperto nel ’99, indoor nel 2001) e davanti al pubblico di casa vince con 6,52. Stesso piazzamento anche per Michele Ticò (Us Quercia Trentingrana) autore di un 6,35 nella categoria M45.

Sui 3000 W40 si piazza seconda Sonia Marongiu (Gs Valsugana Trentino) per chiudere con il tempo di 11:04.10, in campo maschile Konrad Geiser (Sportclub Meran) è terzo in 10:45.80 sui 3000 M65 vinti dall’olandese Cees Stolwijk a suon di record mondiale con 10:02.56. Stabiliti complessivamente tre primati iridati nella giornata di apertura: nel peso femminile la rumena Mihaela Loghin (W60), argento olimpico a Los Angeles ’84, scaglia l’attrezzo a 13,70 e la belga Rachel Hanssens (W75) fa 7,40. Tre anche le nuove migliori prestazioni europee: 11:43.09 del francese Jean-Louis Esnault nei 3000 M75, mentre nel giavellotto M80 il tedesco Lothar Huchthausen lancia 38,27 e l’austriaco Emmerich Zensch, classe 1919, valica 0,94 nell’alto M95. Domani saranno in palio i titoli di 400 metri e 3000 di marcia su pista, oltre a diversi concorsi sia nell’impianto indoor Hala Torun che all’aperto per i lanci lunghi.

Luca Cassai

RISULTATI/Results
ORARIO/Timetable
TUTTE LE NOTIZIE/News



Condividi con
Seguici su: