Europei Master, prime medaglie italiane

24 Agosto 2014

Partita la rassegna continentale “over 35” a Smirne (Turchia), con 15 podi per la rappresentativa italiana nelle tre giornate iniziali

 

Nel weekend inaugurale dei Campionati Europei Master a Smirne (Turchia), i portacolori azzurri salgono 15 volte sul podio con un bilancio parziale di 4 ori, 4 argenti e 7 bronzi. Due successi arrivano dai 100 metri: nella finale M65 con 13.01 (+0.7) sfreccia davanti a tutti Vincenzo Barisciano (Cus Molise), che riesce ad affermarsi in una manifestazione internazionale dopo i secondi posti ottenuti sui 60 indoor, sia a livello mondiale che europeo. Missione compiuta anche per la messinese Maria Ruggeri (Atl. Villafranca), oro nei 100 W45 correndo in 12.84 (+1.7) al suo debutto in un grande evento “over 35”. Protagonista ai massimi livelli in passato, con quattro presenze in Nazionale assoluta sino ad essere titolare nella staffetta azzurra agli Europei di Budapest nel ’98, è tornata all’agonismo successivamente alla maternità e qui festeggia insieme all’altra siciliana e compagna di club Marta Roccamo, terza in 13.53. Sui 10.000 metri W35 trionfa in 39:05.19 la sarda Maria Domenica “Nuccia” Manchia (Atl. Runners Oschiri): anche per lei è il primo titolo europeo, ma aveva già conquistato ben cinque ori nelle ultime edizioni dei Mondiali master. Dedicate alle prove multiple le due giornate di apertura della kermesse turca, scattata venerdì mattina sotto un caldo sole: nell’eptathlon W65 l’altoatesina Ingeborg Zorzi (Sportclub Meran) vince con 5244 punti che valgono un netto incremento della sua miglior prestazione italiana, e riscrive anche il primato nazionale di categoria nel giavellotto con 21,71.

Nel 2009 si era imposta nella rassegna continentale al coperto di Ancona, ma nel salto in alto.

L’intramontabile Emma Mazzenga (Atl. Città di Padova), che ieri ha ricevuto il premio come Best Veteran Female 2013 dall’associazione europea master Evaa, aggiunge una medaglia alla sua collezione: stavolta d’argento sui 100 metri W80 con il record italiano di 19.01 (-1.0). Nel lancio del disco M40, argento per Alessio Donnini (Atl. Grosseto Banca della Maremma) con 45,00. Invece sui 10.000 metri chiudono in seconda posizione Sonia Marongiu (Gs Valsugana Trentino/W40) con 42:47.47 e Valerio Brignone (Cambiaso Risso Running Team Genova) in 34:40.00 nella prova M45 che vede terzo Gerardo Selce (Podistica Sele) in 36:02.28, stesso piazzamento centrato da Raffaele Colantuono (Erco Sport) tra gli M55 con 39:36.34. Le velociste nei 100 metri si aggiudicano altri due bronzi: merito di Cristina Sanulli (Self Atl. Montanari & Gruzza Reggio Emilia/W40) in 12.95 (+1.2) e dell’avvocato Mariuccia Quilleri (Atl. Virtus Castenedolo/W60) con 15.40 (+0.5). Non finisce qui, perché nelle prove multiple salgono sul terzo gradino del podio Riccardo Vaira (Atl. Uisp Marina di Carrara) a quota 5196 nel decathlon M40 e Rebecca De Luca (Atl. Roma Acquacetosa) nell’eptathlon W40 con uno score di 3917 punti. Gli Europei Master di Smirne proseguiranno per altre sette giornate, con l’epilogo in programma domenica 31 agosto.

Luca Cassai

TUTTE LE NOTIZIE SUGLI EUROPEI MASTER - SMIRNE 2014

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- Il sito della manifestazione
- RISULTATI/Results
- ORARIO/Timetable


Condividi con
Seguici su: