Europei Indoor Master: l'Italia chiude a quota 52




 
Chiusura in pompa magna per la rappresentativa azzurra presente ai Campionati Europei Master Indoor di Helsinki. Tra sabato e domenica, ultime due giornate di gara,la squadra italiana ha conquistato 10 medaglie d’oro e 28 complessive, per un totale di 52 presenze sul podio, risultato che supera quello ottenuto nella precedente edizione. Iniziamo dal sabato, quando all’Italia sono arrivate 15 medaglie. Titoli per Marco Segatel nell’alto M40 (1,92), per Milena Megli nella 3 Km di marcia W40 con 14:30.27 (nella stessa gara bronzo a Paola Bettucci in 15:14.72), per Carla Forcellini nell’asta W45 con 3,30 e per Emma Mazzenga negli 800 W70 con 3:32.85. Argento per Bernardo Cartoni nella 3 Km di marcia M35 in 13:17.66, per Gino Azzalin nei 5 km di cross M55 in 17:51, per Bruno Baggia nel cross country M70 in 20:56, per Patrizia Aletta nel disco con 34,56, per Tiziana Piconese nell’alto W40 con 1,54 e per Giulia Perugini nell’alto W70 con 1,09. Bronzo a Manfred Premstaller nel cross M40 con 16:39, a Roberto Cervi nella 3 Km di marcia con 14:05.94, a Souma Spiridoyla nel cross W40 in 20:01 e a Brunella Del Giudice nel disco con 22,82 metri. Domenica è stata la grande giornata di Enrico Saraceni, che dopo il titolo nei 400 prima ha conquistato al fotofinish quello dei 200 M40 in 22.37, poi ha pilotato la staffetta 4x200, che nelle prime tre frazioni aveva Bertaggia, Bove e Crispi, alla vittoria in 1:34.23. Gli altri titoli sono arrivati grazie a Giorgio Gennari Litta,primo nei 1500 M40 in 4:04.15, con Mariano Morandi terzo in 4:10.68; a Crescenzio Marchetti vincitore del triplo M55 con 12,31; Enzo Azzoni primo nei 60hs M75 in 11.27; a Bruno Sobrero primo nei 200 M85 in 36.94. Argento per la staffetta 4x200 M55 (Montaruli-Bastiglia-Del Rio-Felicetti) in 1:45.87, per Giuseppina Sangermano nei 200 W60 in 31.80 e per Paqualina Cecotti nei 200 W65 in 33.43. Bronzo infine per Vincenzo Felicetti nei 200 M55 in 25.28 e per le staffette 4x200 M35 (Serrani-Landolfo-Scarfone-Barcella) in 1:36.29 e M60 (Cecotti-Del Giudice-Mazzenga-Sangermano) in 2:29.93. In totale l’Italia h conquistato come detto 52 medaglie così suddivise: 20 d’oro, 15 d’argento e 17 di bronzo, che la confermano tra le maggiori potenze del Continente Europeo nel settore Master. Nella foto: Enrico Saraceni, vincitore di 200 e 400 oltre che della staffetta (foto De Carli/Fidal) File allegati:
- IL SITO DELLA MANIFESTAZIONE



Condividi con
Seguici su: