Euroindoor Master, Italia a quota 33

25 Marzo 2015

Altre 8 medaglie azzurre nella manifestazione continentale “over 35” al coperto in Polonia


 

Anche nella terza giornata ai Campionati europei master indoor di Torun (Polonia) cresce il medagliere della squadra italiana, con 8 piazzamenti da podio: 2 ori, 5 argenti e 1 bronzo che si sommano a quelli ottenuti in precedenza, per un totale provvisorio di 33 metalli fra cui 12 del colore più pregiato. Dopo il record mondiale di ieri, centrato nella semifinale dei 60 M50 con il tempo di 7.10, torna in pista Mario Longo (Atl. Posillipo). Questa volta lo sprinter napoletano corre la finale in 7.13, un’altra notevole prestazione che avvicina il suo primato ma soprattutto vale la conferma di “re della velocità”: infatti si era laureato campione continentale in sala due anni fa, mentre nella scorsa stagione ha conquistato il titolo iridato al coperto. Ma la gara di oggi è un vero trionfo azzurro, con il secondo posto di Alfonso De Feo (Atl. Leggera Portici) in 7.42. L’altra medaglia d’oro va al reggiano Gianpaolo Bolondi (Sintofarm Atletica) grazie a un salto di 4,30 nell’asta M45: la stessa misura ottenuta nella rassegna tricolore di Ancona, che gli aveva consentito di stabilire provvisoriamente la miglior prestazione italiana prima di essere superato, nella stessa occasione, dall’umbro Giacomo Befani. Per l’emiliano c’è la soddisfazione del podio più alto in un evento internazionale, migliorando la seconda posizione del 2014 ai Mondiali indoor di Budapest, in quel caso da M40.

Quattro argenti al femminile: Marinella Signori (Atl.

Virtus Castenedolo) nella finale dei 60 W50 in 8.58, mentre Natalia Marcenco (Assindustria Sport Padova) sui 3000 di marcia W60 con 17:11.18 si fa precedere soltanto dalla francese Jeanine Vignat che firma il nuovo record mondiale di categoria in 15:46.08. Piazza d’onore anche per due tripliste, con Susanna Tellini (Atl. Ambrosiana/W45) che atterra a 10,38 per salire di un gradino rispetto al bronzo di ieri nel lungo e Francesca Juri (Vittorio Alfieri Asti/W50) salta 9,54. Di nuovo un bronzo invece al collo di Marco Mastrolorenzi (Romatletica Footworks), terzo nell’asta M50 con 3,70. Complessivamente nella giornata cadono quattro primati iridati. La francese Nicole Alexis si migliora di un centesimo sui 60 W55 rispetto alla semifinale con 8.01, nel martello W85 la belga Rachel Hanssens lancia 24,14 e il tedesco Martin Vogel si aggiudica il pentathlon M55 con 4291 punti, dopo aver ritoccato il record europeo dei 60 ostacoli con 8.91 come il russo Valeriy Davydov in 9.36 tra gli M65. Nel pentathlon M50, primato iridato del francese Jean-Luc Duez (4390). Domani in programma le finali degli 800 metri, oltre ai titoli in palio nei concorsi e nelle prove multiple.

Luca Cassai

RISULTATI/Results
ORARIO/Timetable
TUTTE LE NOTIZIE/News



Condividi con
Seguici su: