EuroTeam: ''Il salto della rinascita''

24 Giugno 2017

Dopo 383 giorni lontano dalle gare per recuperare l'infortunio, l'altista Marco Fassinotti ricomincia da Lille. Le parole degli azzurri nella seconda giornata dei Campionati Europei a squadre.


 

di Alessio Giovannini

Marco Fassinotti (secondo con 2,22 nel salto in alto) - "Sono tornato. In tutto questo tempo lontano dalle pedane (383 giorni, ndr) il mio primo salto l'avevo immaginato più difficile. Invece mi ha portato un grande sorriso: vi sembrerà strano, ma per me è stato il salto più bello della mia vita, quello della rinascita. La cosa che mi mancava di più era l'emozione della gara: oggi è stato fantastico ritrovarla. In allenamento avevo fatto buone cose, ma essere di nuovo qui con questa maglia azzurra è qualcosa di indescrivibile. Ho cambiato alcune cose in quest'ultimo periodo a livello di tecnica e, soprattutto, sulla rincorsa ci sono degli aspetti che devo ancora assimilare. Al ritorno in squadra ho trovato un bel gruppo e una bella atmosfera: le parole di incitamento che il capitano Fabrizio Donato mi ha detto alla vigilia sono state un grande stimolo. Lo ringrazio per questo. Ci rivediamo agli Assoluti di Trieste per provare a salire ancora. Il 2,30 dello standard per i Mondiali di Londra non è un'ossessione, ma voglio sicuramente far alzare l'asticella".

Yadis Pedroso (seconda in 55.39 sui 400 ostacoli) - “Volevo fare tutto il possibile per guadagnare punti e portarli alla squadra. Non sono al 100 per cento, ma ho migliorato il primato stagionale e quindi prendo il lato positivo. Ho un tempo nelle gambe che ancora non è uscito, anche perché ho avuto un’incertezza all’ultimo ostacolo, però in allenamento sto lavorando sulla ritmica. Ora voglio far bene agli Assoluti di Trieste e poi mi preparerò per andare forte ai Mondiali di Londra”.

Yusneysi Santiusti (seconda in 2:03.56 sugli 800 metri): “Soddisfatta del piazzamento, non del crono, ma sapevo che questa era una gara tattica. Domani cercherò di fare del mio meglio anche sui 1500 metri. Per me è sempre un onore indossare la maglia azzurra”.

Davide Re (terzo posto e primato personale nei 400 metri, 45.56): "Felice per il PB in maglia azzurra e al secondo turno di gare dopo che ieri non mi ero affatto risparmiato in batteria. Io oggi, però, avrei voluto tagliare il traguardo tra i primi tre (squalificato l'olandese Bonevacia, ndr) e puntare al minimo per i Mondiali (45.50, ndr). Ci sono arrivato vicinissimo e averlo mancato di poco è lo stimolo per riprovarci al più presto".

Gloria Hooper, Irene Siragusa, Anna Bongiorni, Audrey Alloh (quarte con 43.38 nella 4x100 donne, settimo crono italiano di sempre e nono mondiale dell’anno)

Francesca Bertoni (quarta in 9:43.80 sui 3000 siepi) - “Un quarto posto che è ancora più bello, perché mi fa diventare la terza italiana di sempre in questa specialità. Ho visto che il ritmo era giusto, sul mio personale, e mi sono detta che poteva essere una bella occasione, allora perché non correre davanti e forte? Poi nelle prime posizioni vedevo bene gli ostacoli e mi sono proprio divertita. La maglia azzurra mi carica, fare bene in Nazionale è ancora più bello. Lo standard per i Mondiali è sempre più vicino, ormai nel mirino”.

Daisy Osakue (sesta con 57,54 nel disco, migliore prestazione italiana under 23): "Sono emozionatissima e contentissima! E oltre al primato italiano, oggi porto a casa una cena che aspettavo da tempo: me la dovrà offrire la mia allenatrice Marilù (l'ex discobola Maria Marello, ndr) per aver finalmente superato il suo primato personale (57,64 a 57,54, ndr). Aver fatto questa misura in un contesto del genere con delle big di livello mondiale vale ancora di più. La scelta di trasferirmi in Texas per il college è un'esperienza che mi sta dando tantissimo come donna e come atleta. Ma anche dagli Stati Uniti non dimentico il mio impegno su tematiche come quella della ius soli che ho vissuto sulla mia pelle e a cui tengo molto. Prossime gare gli Assoluti di Trieste e poi gli Europei under 23 di Bydgoszcz, dove magari potrei pure fare un pensierino per il podio".

RISULTATI/ResultsORARIO/Timetable - FOTO/Photos - TUTTE LE NOTIZIE/News - DIRETTA STREAMING - LE SCHEDE DELLA SQUADRA ITALIANA (PDF) - Le pagine EA sulla manifestazione

Campionati Europei a squadre 
Super League 2017 - Lille (Francia)
23-25 giugno
LA PROGRAMMAZIONE TV
domenica 25 giugno
diretta RaiSport ore 13.00-17.30
Eurosport 1 ore 13.00-17.25

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: