Eptathlon, Paoluzzi d'argento ai tricolori

24 Gennaio 2016

Il perugino della Cariri secondo solo a Vigliotti. Mazzola sesta nel pentathlon allieve


 

Inizia con un podio tricolore il 2016 degli atleti umbri. Roberto Paoluzzi, perugino cresciuto nell’Atletica Capanne e in forza da alcune stagioni alla Cariri Rieti, ha conquistato a Padova la medaglia d’argento ai campionati italiani assoluti di prove multiple. Paoluzzi, in parte favorito dall’uscita di scena del grande favorito della vigilia e leader provvisorio Simone Cairoli (tre nulli alla misura d’entrata nell’asta), ha chiuso la due giorni dell’eptathlon con 5015 punti (7”35 nei 60, 6.69 nel lungo, 10.59 nel peso, 1.80 nell’alto, 8”71 nei 60 ostacoli, 4.40 nell’asta e 2’44”71 nei 1000), staccato poco più di 200 punti dal vincitore, il compagno di squadra Vincenzo Vigliotti.

Ottimo anche il sesto posto di Martina Mazzola (Csain Perugia) che ha chiuso al sesto posto nella classifica generale del pentathlon allieve, vinto da Sofia Montagna con la nuova migliore prestazione italiana di categoria. La Mazzola ha chiuso a quota 3275 grazie al 9”35 nei 60 ostacoli, 1.62 nell’alto, 9.23 nel peso, 4.88 nel lungo, 1’00”78 nei 400 metri. Nella stessa gara diciannovesima piazza per la compagna di squadra Francesca Castellani con 2698 punti (9"37/60 metri), 1.38/alto, 9.13/peso, 4.25/lungo, 1'04"42/400 metri).

Positivo l'esordio nella categoria junior di Marin Capcelea, anche lui in forza allo Csain Perugia, che ha chiuso al sedicesimo posto la gara dell'eptathlon con 3984 punti (7"69/60 metri, 6.26/lungo), 13.30/peso, 1.53/alto, 9"42/60 hs, 3.00/asta, 3'09"18/1000 metri).

ALTRI RISULTATI DALLE INDOOR

Ad Ancona record regionale assoluto per Elena Ricci (Libertas Arcs Cus Perugia) nei 60 ostacoli (8”87, terza in finale dopo che in batteria aveva corso in 8”91). Sempre nei 60 ostacoli minimo per i campionati italiani junior per la compagna di squadra Nadine Santificetur (9”66, in batteria 9”81). Esordio super per il nuovo arrivato alla Libertas Orvieto, il velocista Marco Emilio Gai, secondo in 22”33. Bene anche la promessa dell’Atletica Capanne Angelo Bruja (22”92).

A Fermo, nel prestigioso meeting Donzelli, terza piazza con 3.60 per Alessandra Lazzari (Lib. Arcs Cus Perugia) mentre la junior Enrica Barchi supera i 3.10. Nel salto in lungo maschile Cristopher Gandola (Libertas Orvieto) atterra a 6.44 mentre nel triplo, ma a Roma, la promessa Federico Conti (Atletica Capanne) vince con 13.80. Negli 800 metri l’allieva Giulia Giorgi si migliora al coperto con 2’17”75.

A Roma 1.68 nel salto in alto per la promessa Eleonora Schertel (Lib. Arcs Cus Perugia) che atterra anche a 11.26 nel triplo. Nel salto in lungo buon 5.10 della velocista Elisa Pacilli. Da segnalare infine il minimo per i tricolori allievi ottenuto dalle staffette 4x200 maschile della Winner Foligno (Paolo Belloco, Davide Candellori, Lorenzo Peppoloni e Alessandro Ricci) con 1’38”95, e della Libertas Arcs Cus Perugia al femminile (Anna Gnagnarini, Giulia Giorgi, Lidia Pisani e Edelweiss Fattorini) che ha chiuso in 1’50”51.

 



Condividi con
Seguici su: