Emilia Romagna in pista per ripartire

15 Giugno 2020

Giovedì 18 a Imola il primo test di allenamento certificato in un’altra delle aree più interessate dall’emergenza sanitaria. Le voci dei giovani: “Tornata al campo stavo per piangere di gioia”

 

di Francesca Grana (FIDAL Emilia Romagna)

Riparte l’atletica anche in Emilia Romagna, un’altra delle zone più colpite dall’emergenza Covid-19. Superato il limite dei soli “atleti di interesse nazionale”, da qualche settimana atleti di diverse categorie e diverso livello tecnico hanno ripreso a frequentare gli impianti pressoché in tutta la regione, con regolamenti e modalità di fruizione diversificati a seconda del gestore e della provincia. Sempre e ovunque all’insegna della sicurezza. E con l’obiettivo di tornare a gareggiare ai primi TAC (Test d’Allenamento Certificato) di questa settimana, a partire da quello di giovedì 18 giugno a Imola (Bologna), seguito nel weekend da Rubiera (Reggio Emilia) il 20-21 e da Piacenza (21). 

“La prima volta che sono tornata in pista stavo per piangere dalla gioia!”. A parlare è Aurora Vicini (Atletica Parma Sprint), tricolore ai Campionati Italiani Cadetti 2019 nel salto in alto. “Dopo tutti quei mesi di allenamento in garage stavo per perdere la voglia, correre di nuovo sul tartan è stato stupendo!”, si emoziona la saltatrice. “La cosa che mi è mancata di più è stata proprio saltare, ma è stato bellissimo risentire la vivacità dei compagni e rivedere il mio allenatore, Renato Conte”.

È forte la voglia di tornare a gareggiare: “In regione si parla di TAC e dei primi meeting: se fosse per me, mi iscriverei subito… anzi sarei già iscritta! Durante la quarantena avevamo un programma di allenamento quotidiano, ma io ci ho messo del mio con qualche salto in sforbiciata in giardino: con mio padre ci siamo ingegnati a costruirci una pedana”.

Una che in pista ancora non c’è tornata, invece, è Genet Galli: anche lei campionessa italiana under 16 a Forlì 2019. “Da un mesetto ho ripreso gli allenamenti col mio allenatore, Paolo Beggi, ma per il momento non lanciamo ancora al campo, che dovrebbe riaprire a settembre”, racconta la giovane giavellottista tesserata per Modena Atletica e residente a Castelfranco Emilia (Modena). “Il distanziamento sociale lo abbiamo preso molto seriamente, tant’è che ad allenamento siamo solo noi due. Prima della quarantena nel mio gruppo eravamo una quindicina, adesso ognuno si allena individualmente… Durante la chiusura mi sono allenata più del solito: sembra strano ma, anche se sono una lanciatrice, mi piace correre!”. 

E per accompagnare e sostenere il ritorno in campo e le prime gare post lockdown, il Comitato Regionale FIDAL Emilia Romagna ha prodotto un video promozionale, pubblicato in questi giorni su Facebook, Instagram e YouTube, introdotto dal claim “Abbiamo saputo fermarci. Ora è tempo di ripartire! Ready to play soon?”.

LEGGI ANCHE - LOMBARDIA, L'ATLETICA SIMBOLO DI RINASCITA

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate