Donato esordio a Losanna

03 Luglio 2013

Il bronzo di Londra 2012 torna a gareggiare e sceglie la Svizzera, dove la scorsa estate sconfisse l'Olimpionico Christian Taylor

 

Fabrizio Donato torna in pedana. Domani sera, all’Athletissima di Losanna, ottava tappa della IAAF Diamond League, la medaglia di bronzo dell’Olimpiade di Londra  ritorna a gareggiare dopo che fastidi fisici lo hanno tenuto lontano dalle pedane indoor e dalla prima parte di stagione. Il caso vuole che a fare da scenario a questo esordio 2013 sia ancora la Svizzera: l’ultima uscita internazionale di Donato nella passata stagione fu il 30 agosto 2012 al "Letzigrund Stadium" di  Zurigo dove il campione delle Fiamme Gialle, tre settimane dopo Londra, si portò a casa lo scalpo del Campione Olimpico Christian Taylor. 17,29 a 17,16, una rivincita su un palcoscenico d’eccezione, a cui seguirono le passerelle italiane ai meeting di Padova (16.84), Rovereto (7,66 nel lungo) e Rieti (un unico salto e poi via dalla pedana per un problema a un polpaccio), ma Zurigo chiuse alla grandissima un 2012 da sogno.

Ora il trentaseienne riparte da Losanna, dopo che per la prima volta da una vita quest’anno non ha messo il timbro sulla stagione al coperto. Lo scorso anno passò direttamente dai palazzetti indoor ai Campionati Europei di Helsinki dove fu d’oro in 17,17. Poi i Campionati Italiani Assoluti di Bressanone (17,52), il meraviglioso bronzo delle Olimpiadi di Londra, la vittoria di Zurigo e i tre meeting italiani. Poche e calibrate uscite, ma esperienza e classe glielo consentono. Domani, a un anno e quattro giorni dal trionfo Europeo, si troverà di fronte avversari già rodati, con già diverse uscite agonistiche alle spalle: Christian Taylor ha vinto a Doha e al Golden Gala, aggiudicandosi anche il duello di Birmingham con Teddy Tamgho. Quest’anno ha balzato 17,66, proprio nella tappa inglese della Diamond League, una misura che non basta a guidare la classifica stagionale visto il 17,69 saltato a L’Avana dal cubano Pedro Pablo Pichardo, Campione del Mondo Junior in carica e vent’anni compiuti domenica scorsa. Pericolosamente proiettato sui 18 metri, così come il Tamgho che al Sainsbury's Grand Prix ha piazzato un unico balzo valido da 17.47 (+0.2) in mezzo a cinque bandierine rosse, due delle quali (per quanto possa valere) oltre la leggendaria fettuccia. Senza dimenticare l’altro cubano, il ventunenne Ernesto Revé, quest’anno già atterrato a 17,46.

a.c.s.

File allegati:
- Losanna | Start List


Condividi con
Seguici su: