Donato e Greco: ''Pronti al Mondiale''

14 Agosto 2013

I triplisti azzurri a meno di 48 ore dal debutto nella rassegna iridata insieme alle ostacoliste Borsi e Caravelli. Domani Trost nella qualificazione dell'alto.

 

Oggi a Mosca, giornata speciale a Casa Italia Atletica che ha accolto il triplista, bronzo olimpico e campione europeo, Fabrizio Donato nel giorno del suo 37esimo compleanno. L'azzurro affronterà la qualificazione dei Mondiali, insieme al campione europeo indoor Daniele Greco e al tricolore assoluto Fabrizio Schembri, il 16 agosto quando in Italia saranno le 8 del mattino. Per andare direttamente in finale (domenica 18 agosto alle 14:45) serve un salto di 17,05. Sempre venerdì (ore 7:45) la primatista nazionale Veronica Borsi e la campionessa d'Italia Marzia Caravelli saranno al via delle batterie dei 100hs. Domani (15 agosto, ore 7:40), invece, la campionessa europea under 23 Alessia Trost sarà impegnata nella qualificazione del salto in alto. 1,95 la misura d'accesso diretto alla finale del 17 agosto. Il 16 agosto, inoltre, le porte di Casa Italia Atletica si apriranno per ospitare una speciale serata dedicata a Pietro Mennea. Interverranno la moglie Manuela, grandi campioni del passato e importanti autorità sportive internazionali. Di seguito le dichiarazioni rilasciate dagli azzurri nel contesto dell'odierno incontro con la stampa.

Fabrizio Donato (Fiamme Gialle) - bronzo olimpico e campione europeo salto triplo: "Sto abbastanza bene e, come sempre, arrivo in queste manifestazioni con la coscienza pulita. Alcuni problemi fisici mi hanno impedito di fare l'esordio stagionale (il 4 luglio a Losanna, ndr) non prima di 9 mesi dall'ultima gara del 2012. Poi a Montecarlo si è presentato anche un fastidio muscolare, la fortuna è stata quella di avere la wild card di campione europeo per essere qui senza togliere il posto a nessuno. Soprattutto ad un atleta come Fabrizio Schembri, autore di uno dei risultati più significativi (16,98, ndr) degli Assoluti di Milano, e che giustamente sarà qui in azzurro. La qualificazione è a 17,05, io penso che possa bastare anche una misura intorno ai 16,80, spero di farla subito per non disperdere troppe energie. Finora non sono mai andato in finale ad un Mondiale (tra i primi otto, ndr), ma se sono qui è perchè voglio giocarmi al meglio le mie carte e poi ho una medaglia al collo da difendere. I 18 metri? Non penso siano una barriera impossibile e soprattutto credo che anche in questo momento più di qualche atleta possa valerli. Ma ci devono essere tutte le condizioni giuste, anche avere un bel pubblico che ti sostiene è molto importante. I favoriti? Io ci metto anche Daniele, è un vero talento, lo vedo tutti i giorni allenarsi e so quello che può fare. Mi piacerebbe avere la sua velocità. I nostri risultati sono anche il frutto della bella collaborazione che si è instaurata tra i nostri tecnici Roberto Pericoli e Raimondo Orsini. Il bravo allenatore non è chi ti scrive un programma e basta, ma quello che ha un occhio fine per interpretare la particolarità della situazione dell'atleta in quel momento".  

Daniele Greco (Fiamme Oro) - campione europeo indoor e capolista mondiale stagionale indoor (17,70) di salto triplo: "Sono arrivato a Mosca con qualche problemino, una piccola contusione al metatarso del piede di stacco, ma nessun allarmismo! E' tutto sotto controllo e la condizione c'è. Le ultime stagioni mi hanno permesso di fare nuove esperienze ad alto livello, ma contro avversari come questi le emozioni che si vivono sono sempre diverse. Abbiamo trattato adeguatamente il problema dei crampi e speriamo che sia archiviato. Gareggiare nello stadio in cui Mennea ha trionfato nei 200 metri è un grande onore da italiano e da pugliese. Sapere, inoltre, che forse l'ultima gara che lui ha visto prima di lasciarci è stata la finale degli Euroindoor di Goteborg dove ho vinto l'oro, è qualcosa che mi dà una grande carica. L'intenzione è quella di saltare il più lontano possibile, ma sinceramente firmerei per qualunque medaglia di qualsiasi colore. Lo statunitense Taylor è un campione a tutti gli effetti e se stuzzicato ha sempre saputo rispondere a dovere. Chi più mi preoccupa è il francese Tamgho, è lui la vera mina vagante. Se Fabrizio vorrebbe la mia velocità, a me piacerebbe possedere la sua grande capacità di rimbalzo".    

Alessia Trost (Fiamme Gialle) - campionessa europea under 23, capolista mondiale stagionale indoor (2,00) di salto in alto: "Prima di arrivare a Mosca abbiamo fatto tutto quello che dovevo fare. Agli Europei under 23 è andata bene perchè sono tornate le misure di questo inverno. Ho fatto un po' fatica a recuperare nervosamente la finale di Tampere, ma ora sto bene. Rispetto alla stagione al coperto, ho cambiato la rincorsa, sempre sette passi, ma allungata a sessanta "piedini". E' un'emozione saltare nello stadio dove Sara Simeoni nel 1980 ha vinto l'oro olimpico. E' una di quelle imprese che coinvolge chiunque faccia questo sport e non solo. Non si viene qui per una scampagnata, io voglio uscire dalla pedana con un sorriso e poter dire di aver fatto bene al di là del risultato e della classifica. Al Golden Gala ho pagato lo scotto del confronto con grandi avversarie, ma ancora devo smaltire quello dei 2 metri indoor. Trovarsi in quella situazione, al centro dell'attenzione, è stato tanto, forse troppo. La mia testa ora è già sulla gara. La misura di qualificazione è 1,95 e bisognerà arrivarci senza errori. Per la finale la Chicherova gioca in casa ed è la favorita, ma io faccio il tifo per la statunitense Brigetta Barrett".

Veronica Borsi (Fiamme Gialle) - primatista italiana 100hs e 60hs (bronzo agli Europei Indoor): "Speravo di preparare questo Mondiale in maniera migliore e invece sono uscita piuttosto malconcia dalla prima parte di stagione. Prima ho avuto uno stiramento alla coscia sinistra e poi recentemente un'infiammazione al piede destro che venerdì si è gonfiato di nuovo. Stiamo facendo il possibile per tenere a bada il dolore, ma mi dispiace molto non essere al massimo della condizione. Questa stagione mi ha dato l'opportunità di confrontarmi in Diamond League con diverse big internazionali, tutte esperienze che mi sono servite per prendere contatto con una nuova dimensione agonistica. L'emozione del debutto al mio primo Mondiale all'aperto ci sarà sicuramente. Per passare un turno non credo servirà un tempo super, 13.00 potrebbe bastare. Altra storia per andare in finale dove penso che ci vorrà almeno un 12.70". 

Marzia Caravelli (CUS Cagliari) - campionessa italiana assoluta 100hs e 200m: "Sto bene, la continuità di risultati che ho avuto finora mi dà fiducia. Il Mondiale è l'appuntamento più importante dell'anno, ma anche le tappe intermedie che avevo programmato sono state risolte nel migliore dei modi. Gli Assoluti di Milano sono serviti a darmi una bella dose di adrenalina prima di Mosca. Compresa la vittoria nei 200 metri in 23.16, crono che sarebbe valso il minimo B e che mi fa essere qui anche nel gruppo della staffetta 4x100. Rispetto a Daegu 2011, qui sono più consapevole delle mie possibilità. Per la finale serve scendere sotto 12.80. Sono l'ex primatista italiana della specialità. Detenere un record fa sempre piacere, ma penso che provare a riacciuffarlo sia un grande stimolo. Ed io qui voglio dimostrare che ci sono".

Alessio Giovannini

GLI AZZURRI IN GARA (orario italiano)
15 AGOSTO
07:30     M     Giavellotto   Qualificazione       Gruppo A                 
07:40     W     Alto            Qualificazione         TROST
07:55     W     800m          Batterie                 MILANI
08:20     M     Peso           Qualificazione                     
08:55     W    200m          Batterie                 HOOPER
09:00     M     Giavellotto   Qualificazione Gruppo B                 
17:00     M     Alto            Finale                    
17:05     M     4x400m      Batterie                  ITALIA (Lorenzi-Haliti-Juarez-Galvan)
17:40     W     Triplo         Finale                    
17:45     W     200m         Semi-Finale             ev. Hooper
18:20     M     3000m st    Finale                    
18:45     W    400m Hs     Finale                    
19:00     M     400m Hs     Finale                 
19:20     W    1500m        Finale                   

16 AGOSTO
07:30     W    Giavellotto      Qualificazione Gruppo A                 
07:45     W    100m Hs         Batterie                 BORSI, CARAVELLI    
08:00     M     Triplo             Qualificazione          DONATO, GRECO, SCHEMBRI    
08:35     M     200m             Batterie                 DEMONTE   
09:00     W    Giavellotto      Qualificazione Gruppo B                 
09:30     W    4x400m          Batterie                 ITALIA
                        
17:00     W     Martello      Finale                 
17:05     M     1500m       Semi-Finale                 
17:30     M     Lungo        Finale                 
17:40     M     200m        Semi-Finale          ev. Demonte
18:10     M     Peso         Finale                 
18:15     W    800m        Semi-Finale          ev. Milani
18:45     M     5000m     Finale                 
19:15     W    200m        Finale                  ev. Hooper
19:30     M     4x400m    Finale                  ev. Italia

I MONDIALI IN TV: LA PROGRAMMAZIONE RAI
ISCRITTI/Entries
RISULTATI/Results
TUTTE LE NOTIZIE SULLA SQUADRA AZZURRA A MOSCA

FOTO/Photos

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia - hashtag: #Moscow2013 | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

Nella foto, Marzia Caravelli, Alessia Trost e Veronica Borsi



Condividi con
Seguici su: