Domenica a Roma la corsa di Miguel




 
Ci sono manifestazioni sportive che vanno oltre il puro significato di competizione agonistica. Qualunque sia il tenore od il valore di quest'ultima. Vanno oltre perché dicono, o perché hanno da dire, anche altro. La corsa di Miguel, appuntamento del calendario nazionale FIDAL, in programma domenica 15 gennaio a Roma (sulla distanza dei 10 chilometri), è un chiaro esempio in tal senso. Miguel di cognome faceva Sanchez, ed era un podista. Qualcosa più del corridore della domenica, non sappiamo se per i risultati, certamente per la passione che lo muoveva. Miguel era un eclettico: impiegato di banca, ma anche atleta, poeta, scrittore. Innamorato della vita, e della corsa, come testimonia "Per te, atleta", la poesia che porta la sua firma. Una notte, nella sua Buenos Aires, terra d'Argentina, una banda armata se lo portò via, penetrando in casa mentre la famiglia era immersa nel sonno. Di lui, da allora, da quella notte di gennaio 1978, non si seppe più nulla. La sua esistenza venne bollata, come quelle di migliaia di altre, da un aggettivo agghiacciante: "desaparecido". Da sei anni, a Roma, su iniziativa del Club Atletica Centrale di Giorgio Lo Giudice e dei suoi colleghi della redazione romana della Gazzetta, Valerio Piccioni e Gianni Bondini, si corre nel nome di Miguel. Partenza e arrivo dallo stadio dell'Acqua Acetosa (il Paolo Rosi), lungo il celebre "giro dei ponti" capitolino. Per non dimenticare, questa e le tante altre infamie di un periodo tra i più bui dei nostri tempi moderni. La manifestazione è partita in sordina, nel 1999, con qualche centinaio di appassionati. Domenica, si sfioreranno le quattromila presenze, tra le quali, quelle, qualificate ed annunciate dagli organizzatori, di Daniele Caimmi, Francesco Ingargiola, Angelo Iannelli, Federico Simionato, Vincenza Sicari e Rosaria Console. Nella capitale, la Corsa di Miguel è già diventata un appuntamento fisso. Il sindaco Walter Veltroni se n'è innamorato (domenica farà da starter, come già accaduto in passato), ed attorno alla gara sono fiorite altre inizative. Due giorni prima, venerdì 13 gennaio, allo stadio dell'Acqua Acetosa, si correrà il Mille di Miguel, prova sui mille metri che vedrà coinvolti 30 istituti romani, con oltre 1200 atleti già iscritti; il giorno dopo, sempre sulla pista del Paolo Rosi, sarà la volta di una staffetta 100x1000, con al via tre formazioni: lo storico Liceo Mamiani, l'Università Roma3, e una mista di studenti dei comuni di Ciampino e Morena. Tanta gente, unita nel nome dell'atletica. Per molti di loro, con ogni probabilità, sarà la prima volta su una pista. Chissà che non decidano di tornarci, il giorno dopo. E quello dopo ancora. Sullo sfondo di questo bel momento di atletica a Roma, la complessa trattativa che punta all'affidamento alla FIDAL degli impianti di proprietà del Campidoglio, oggi gestiti dal CONI: Acqua Acetosa (Paolo Rosi), Terme di Caracalla (Nando Martellini), Stella Polare di Ostia (Pasquale Giannattasio). Il buon gusto, e l'evoluzione già abbastanza tormentata della vicenda, spingono a non fare commenti approfonditi. Ma l'idea che l'atletica abbia a Roma (o altrove), una o più case tutte sue, non può che essere definita sublime. Una casa. Per ritrovarsi, per mettere radici, per inventarsi o costruirsi atleti. Ma anche perché, in una città che per forza di cose (o per forza dei suoi numeri) non può essere considerata qualunque, la gente sappia che lì, all'interno di quello spazio, si può andare per vivere l'atletica. Sempre. Non di tanto in tanto. Non ci vuol molto per immaginare che a lui, a Miguel, l'idea sarebbe piaciuta. Marco Sicari Per te, atleta Per te che sai di freddo, di calore, di trionfi e di sconfitte, che no, non lo sono. Per te che hai il copro sano, l'anima larga e il cuore grande. Per te che hai molti amici, molti nonni, l'allegria adulta, il sorriso dei bambini. Per te che non sai né di gelo né di sole, né di pioggia né di rancori. Per te, atleta, che traversasti paesini e città, unendo Stati nel tuo andare. Per te, atleta, che disprezzi la guerra e sogni la PACE. File allegati:
- IL SITO DELLA CORSA DI MIGUEL



Condividi con
Seguici su: