Dematteis, si riparte dal cross

14 Gennaio 2019

In Salento i gemelli della corsa in montagna iniziano la nuova stagione con la campestre. Prima maratona dell’anno a Messina, vittorie straniere alla mezza di Terni.


 

Per l’esordio stagionale, i gemelli azzurri del mountain running hanno scelto il 15° Cross del Salento. A Marina di Ugento (Lecce), sulla distanza di 8 chilometri, il successo è andato a Martin Dematteis (Corrintime) con il tempo di 26:55 e tre secondi di vantaggio nei confronti del fratello Bernard Dematteis (Corrintime, 26:58), mentre al terzo posto si è piazzato Giuseppe Falchi (Lbm Sport Team, 27:23). Sui prati della località balneare di Torre San Giovanni, in un percorso immerso nella natura, ben sette diverse partenze: nella gara femminile di 6 km dominio di Stefania Scatigna (Atl. Capo di Leuca, 25:09) che ha staccato Marta Alò (Alteratletica Locorotondo, 26:02) e Annarita Cazzolla (Bitonto Runners, 26:28). Tra i protagonisti anche il bresciano Giuseppe Antonini (Atl. Paratico), primo degli SM45 in questa campestre e più volte iridato di categoria, che poi ha avuto modo di provare il tracciato dei Campionati Mondiali Master di corsa in montagna in programma sempre in Salento nell’ultimo weekend di settembre, a Gagliano del Capo. [RISULTATI/Results]

MESSINA - Di corsa in circuito alla Messina Marathon, con un giro di 5,274 km nel centro storico da ripetere più volte in base alla distanza totale. Nella Maratona “Antonello da Messina”, la prima 42,195 km dell’anno nel calendario nazionale, affermazione del romagnolo Lorenzo Lotti (Corri Forrest) con il personal best di 2h31:53. Secondo posto per don Vincenzo Puccio, che al debutto ufficiale con la maglia dell’Athletica Vaticana ha chiuso in 2h38:55 davanti a Massimo Buccafusca (Club Atl. Partinico, 2h51:10). Tra le donne, prima Matilde Rallo (Pol. Marsala Doc, 3h59:52). Sui 21,097 km, nella mezza maratona “Eufemio da Messina”, per il secondo anno di fila si è imposto Francesco Bonavita (Pod. Messina) che in 1h19:38 ha preceduto Giuseppe Gaudioso (Running Palmi, 1h20:57) e Luigi Ruggia (Podistilocri, 1h20:59). Nella prova femminile Caterina Arco (Atl. Barbas) ha vinto con 1h32:38, sul podio anche Maria Pistone (Pol. Forte Gonzaga, 1h35:47) e Clementina Picciolo (Polisportiva Monfortese Running, 1h38:59). Ad aggiudicarsi la “Shakespeare Run” di 10,548 km sono stati invece Francesco Nastasi (Ortigia Marcia, 35:58) e Nadiya Sukharyna (Torrebianca, 44:28). [RISULTATI/Results]

TERNI - Nella seconda edizione della Braconi Terni Half Marathon, vittoria al femminile per Sofiia Yaremchuk (Acsi Italia Atletica) con il notevole crono di 1h11:59. La 24enne ucraina si migliora di oltre due minuti sui 21,097 chilometri per lasciarsi alle spalle Aurora Ermini (Acsi Italia Atletica, 1h19:03) ed Eleonora Bazzoni (Gs Lammari, 1h20:18). Tra gli uomini il ruandese Primien Manirafasha (Atl. Dolomiti Belluno), dopo la squalifica nella volata dello scorso anno, stavolta conquista il successo in 1h04:13. La sfida si risolve al settimo chilometro, con l’allungo decisivo nei confronti dei keniani Dennis Kiyaka (Atl. Sandro Calvesi, 1h05:26) e Philemon Kipchumba (Atl. Recanati, 1h08:03), seguiti da Mohamed Hajjy (Atl. Castenaso Celtic Druid, 1h09:48) e Pasquale Rutigliano (Olimpiaeur Camp, 1h11:29). [RISULTATI/Results]

DOBBIACO IN NOTTURNA - Nel prossimo fine settimana torna la Winter Night Run. La quarta edizione della corsa in notturna sulla neve, lunga 12 chilometri, partirà alle ore 17.00 di sabato 19 gennaio ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo in direzione del Lago di Landro, per poi andare verso Dobbiaco (Bolzano) lungo il tracciato della ex ferrovia e correre sulle piste di sci di fondo, fino al passaggio nei pressi del Lago di Dobbiaco mentre l’arrivo sarà alla Nordic Arena, lo stadio del fondo. Oltre alla gara, nella manifestazione organizzata dall’associazione For, è prevista anche una passeggiata ludico-motoria di 7 chilometri.

l.c.

(da comunicati stampa Organizzatori)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: