Debrecen: domani grande attesa per i 5000




 
Ultime ore di attesa per gli azzurri prima dell’inizio della grande avventura degli Europei Under 23, che prenderanno il via domani a Debrecen (Hun) alle 10 con le serie dei 100 metri che inaugureranno il decathlon. In casa azzurra regna una situazione di tranquilla aspettativa per una rassegna che parte per così dire in mezzo al guado fra speranze realistiche e sogni ipotetici. Difficile parlare di medaglie in un contesto che si preannuncia di altissimo livello, più realistico pensare al maggior numero possibile di finali, logico chiedere a tutti i 45 azzurri convocati il massimo impegno per superare un turno e/o ottenere prestazioni ai propri limiti se non oltre. Un po’ com’è successo sempre in questa stagione di rilancio dell’atletica made in Italy. Le ultime notizie dalla terra magiara segnalano l’abolizione del primo turno dei 400 femminili e dei 400hs, un impegno in meno per le quattrocentiste Grasso, Sirtoli e Milani e per l’aviere Nicola Cascella, che ha concrete possibilità di centrare la finale. Domani verranno assegnati tre titoli: se nel getto del peso maschile e femminile saremo semplici spettatori, alle 18,50 i 5000 metri vedranno tutto il team azzurro fare un tifo infernale per Stefano La Rosa, che potrebbe vivere la gara della vita. La starting list dice che il portacolori dei Carabinieri ha il secondo tempo d’iscrizione dietro il russo Safronov, ma la sua esperienza internazionale acquisita negli ultimi mesi potrebbe anche portarlo al colpaccio. Ma in gara ci saranno anche Andrea Gariboldi e Andrea Lalli e come si fa a non ricordare un altro colpaccio, quello che quest’ultimo ha compiuto agli ultimi Europei di cross sorprendendo tutti nella gara juniores? Insomma, si prospetta una prova tutta da vivere, dosando sapientemente gambe ed astuzia. Finali a parte, già al mattino scenderanno in gara alcune pedine importanti dello scacchiere azzurro: da seguire in particolare Fabio Cerutti che inizia il torneo della velocità e Turchi e Juarez nel giro di pista. Intanto una piccola disavventura sta ostacolando la trasferta di una delle punte azzurre, il marciatore Giorgio Rubino al quale è stato perso il bagaglio al pari della mezzofondista Giulia Francario. Considerando che al suo interno ci sono le preziose scarpette da gara non è cosa di poco conto… Gabriele Gentili Nella foto: l’impianto di Debrecen (foto organizzatori) GLI ITALIANI IN GARA DOMANI Ore 10,40 – batterie 100 femminili: Maria Aurora Salvagno (Aeronautica/2. batteria), Chiara Gervasi (Fondiaria Sai/4. batteria), Audrey Alloh (Asics Firenze Marathon/5. batteria), passano le prime 2 più i 6 migliori tempi. Ore 11,05 – batterie 400 maschili: Isalbet Juarez (Atl.Bergamo 1959 Creberg/1. batteria), Teo Turchi (Cus Parma/4. batteria), passano i primi 3 più i 4 migliori tempi. Ore 11,45 – batterie 100 maschili: Fabio Cerutti (Atl.Riccardi, 5. batteria), passano i primi 2 più i 6 migliori tempi. Ore 16,45 – batterie 800 maschili: Lukas Rifeser (Esercito/1. batteria), passano i primi 2 più i 2 migliori tempi. Ore 16,50 – Qualificazioni salto in lungo maschile: Stefano Tremigliozzi (Aeronautica), misura di qualificazione 7,65. Ore 17,05 – Qualificazioni salto con l’asta femminile: Elena Scarpellini (Fondiaria Sai), misura di qualificazione 4,15. Ore 17,10 – Eventuali semifinali 100 femminili Ore 17,30 – Semifinali 400 femminili: Eleonora Sirtoli (Camelot/1. semifinale), Marta Milani (Atl.Bergamo 1959 Creberg/2. semifinale), Tiziana Grasso (Fondiaria Sai/3. semifinale), passano le prime 2 più i 2 migliori tempi Ore 18,10 – Eventuali semifinali 100 maschili Ore 18,30 – Eventuali semifinali 400 maschili Ore 18,50 – Finale 5000 maschili: Stefano La Rosa (Carabinieri), Andrea Gariboldi (FF.OO.), Andrea Lalli (Atl.Campochiaro) File allegati:
- IL PROGRAMMA ORARIO



Condividi con
Seguici su: