Da Lievin un'anteprima mondiale




 
Dopo le due edizioni del 2004 e 2005, disputate entrambe in Germania, a Lipsia, la Coppa Europa indoor, la più giovane tra le manifestazioni continentali, approda per la prima volta sul suolo francese. Accadrà domani pomeriggio a Lievin, capitale transalpina dell'atletica al coperto (duecento chilometri a nord di Parigi, non lontanto da Lille e Lens), luogo deputato ad ospitare il confronto tra le migliori otto formazioni maschili e femminili d'Europa. L'appuntamento precede di soli cinque giorni (con le ovvie conseguenze in termini di partecipazione) il campionato mondiale indoor, in programma a Mosca da venerdì prossimo, e ripropone la formula cara a Bruno Zauli: un atleta gara per nazione, otto punti al primo, uno all'ottavo, classifica finale composta dalla somma dei punteggi individuali. I campioni uscenti (gli uomini della Francia, e le donne della Russia) sembrano decisamente in grado di riproporsi per il gradino più alto del podio; soprattutto le russe, che, in attesa di fare mirabilie nel mondiale organizzato in casa, hanno messo a soqquadro le liste mondiali stagionali, ed in qualche caso (vedi staffetta 4x400), anche quelle all-time. Il dominio russo è talmente netto che la squadra può permetersi di lasciare in "panchina" anche Yelena Isinbayeva (qui sostituita dalla Polnova), senza che le chance di successo ne risultino minimamente incrinate. Stelle annunciate del pomeriggio di Lievin sono l'ostacolista francese Ladji Doucouré, il saltatore in alto russo Ivan Ukhov (2,37 in questa stagione), la sprinter francese Christine Arron (7.06 il suo stagionale nei 60 metri), l'ottocentista russa Cherkasova (1:58.34), l'ostacolista svedese Susanna Kallur (7.86), e l'astista polacca Anna Rogowska (4,79). L'Italia è presente con la sola squadra maschile dopo aver rinunciato alla presenza di quella femminile, invitata però solo per la defezione della Gran Bretagna. Il DT Nicola Silvaggi, imitando nelle scelte i suoi colleghi degli altri Paesi europei, ha preferito rinunciare a schierare alcuni degli uomini di punta, attesi al Mondiale tra pochi giorni. Il doppio impegno è però programmato per tre di loro (Scuderi, Giaconi e Caliandro), che affronteranno in successione le gare di Lievin e Mosca. Quattro gli esordienti assoluti, due dei quali (Jacopo Marin, nei 400, e Ferdinando Iucolano, nel lungo) impegnati in gare individuali. Nella serata verranno assegnati premi di miglior atleta europeo dell'anno, andati a Vigilius Alekna e Yelena Isinbayeva. Curiosità: a vincere il concorso-pronostico lanciato dalla EAA (l'Associazione europea di atletica) attraverso il proprio sito internet, sono state due ragazze italiane, le romane Pamela Serafini e Francesca Grillini (a loro volta atlete, tesserate per la Fondiaria Sai). Hanno vinto un viaggio premio proprio qui a Lievin, e domani sventoleranno il loro tricolore dalle tribune dell'impianto francese. Marco Sicari La squadra italiana: 60: Francesco Scuderi (Fiamme Azzurre) 400: Jacopo Marin (Carabinieri) 800: Maurizio Bobbato (Carabinieri) 1500: Christian Obrist (Carabinieri) 3000: Cosimo Caliandro (Fiamme Gialle) 60hs: Andrea Giaconi (Fiamme Gialle) Alto: Andrea Bettinelli (Fiamme Gialle) Lungo: Ferdinando Iucolano (Aeronautica) Peso: Marco Dodoni (Forestale) Staffetta 800-600-400-200: Livio Sciandra (Aeronautica), Davide Rodia (Cus Torino), Filippo Michele Reina (AVIS Macerata), Stefano Dacastello (Fiamme Gialle). Via alle gare alle 15, diretta tv su Raisport Satellite a partire dalle 15.30. Nazioni partecipanti - Uomini: Finlandia, Francia, Germania, Italia, Polonia, Russia, Spagna, Ucraina. Donne: Francia, Germania, Polonia, Romania, Russia, Spagna, Svezia, Ucraina. Nella foto, Andrea Giaconi (Archivio FIDAL) File allegati:
- Il sito della Federazione Europea
- La pagina della Coppa Europa
- START LIST E RISULTATI



Condividi con
Seguici su: