Da Ancona a Doha, l'inverno del DT Uguagliati




 

Quali saranno i protagonisti e gli "osservati speciali" dei prossimi Campionati Italiani Assoluti Indoor? A pochi giorni dalla massima rassegna tricolore al coperto, in programma ad Ancona sabato 27 e domenica 28 febbraio, le aspettative del Direttore Tecnico Francesco Uguagliati sono concentrate su quegli atleti che puntano alla maglia azzurra per i prossimi Mondiali Indoor di Doha (12-14 marzo). "Dopo una stagione agonisticamente impegnativa come il 2009 - esordisce Uguagliati - per la rassegna iridata indoor potremo contare su una formazione azzurra estremamente concentrata. Le nostre punte per il Qatar? La Cusma sugli 800 e Gibilisco nell'asta. Aspettiamo, inoltre, di vedere l'esordio di Fabrizio Donato per capire come sta e che misure può valere in questo momento il campione europeo. Nel triplo, tra l'altro, ci saranno anche Daniele Greco, che ha già il minimo, Fabrizio Schembri e, al femminile, Magdelin Martinez che è data in buona condizione. Peccato, invece, nell'alto dover fare a meno della Di Martino che è in ripresa dai problemi di salute dell'ultimo periodo. Antonietta aveva un "conto in sospeso" con le indoor dopo la sfortunata rinuncia alla vigilia degli Europei di Torino. Saltata Doha, l'aspettiamo in forma all'aperto per Barcellona".

Cosa attendersi dalle altre pedane degli salti?
"Detto del buon momento di Gibilisco che sabato a Dessau ha mancato per poco i 5,84 del record italiano, ma che difficilmente vedremo in pedana agli Assoluti, nell'asta femminile ad Ancona sarà gara tra le due protagoniste di questi primi mesi del 2010, ovvero la primatista nazionale Anna Giordano Bruno che ha portato il limite indoor a 4,50 ed Elena Scarpellini, salita a 4,40. Nell'alto maschile, invece, ci attendiamo una conferma da Talotti nel confronto con Bettinelli e Giulio Ciotti".    

Ridotto il comparto della velocità al coperto.
"Come preannunciato alcuni dei nostri migliori velocisti, per varie ragioni, hanno preferito puntare su Barcellona, limitandosi soltanto a qualche test indoor per spezzare la preparazione invernale. Nei 60 ad Ancona ci aspettiamo comunque una prova d'efficienza, dopo il 6.68 di Udine, da Jacques Riparelli e, al femminile, un ulteriore progresso di Aurora Salvagno, arrivata con 7.39 a due centesimi dal minimo, dieci giorni fa a Vienna".   

Nel mezzofondo sono, invece, in quattro gli atleti con il minimo.
"Sì, hanno già corso sotto il limite di partecipazione per i Mondiali al coperto Christian Obrist nei 1500 (3:39.62) e Mario Scapini (1:47.51), Lukas Rifesser (1:47.94) e Daniela Reina (2:03.67) negli 800, anche se proprio quest'ultima non ha finalizzato la preparazione per la stagione indoor in vista degli Europei all'aperto. Nei 3000, quindi, da tenere d'occhio in pista una delle protagoniste della stagione del cross, Federica Dal Rì. Ad Ancona, infine, avremo modo di seguire anche la marcia con Alex Schwazer in versione indoor per una prova di passaggio in vista dell'esordio stagionale, domenica 7 marzo, sulla 50 km di Signa".

a.g.

Campionati Mondiali Indoor 2010 - Doha (Qatar)
Minimi di partecipazione

Uomini

Gare

Donne

6.69

60m

7.37

47.00

400m

53.25

1:48.50

800m

2.04.00

3:42.50

1500m

4:15.00

7:54.00

3000m

9:03.00

7.74

60m hs

8.18

2.28

Alto

1.92

8.10

Lungo

6.60

5.70

Asta

4.40

16.95

Triplo

14.05

20.00

Peso

17.50

Criteri di partecipazione

  1. Per la partecipazione saranno presi in considerazione i minimi stabiliti dalla FIDAL
  2. Gli atleti dovranno conseguire il minimo nella stagione indoor 2010;
  3. I minimi dovranno essere conseguiti in gare internazionali e nazionali regolarmente inserite nel calendario approvato dalla Federazione
  4. I minimi dovranno essere conseguiti entro e non oltre la data di effettuazione dei Campionati Italiani Assoluti Indoor (28 febbraio 2010)
  5. Nelle specialità con più di due atleti in possesso di minimo, saranno ammessi alla partecipazione il Campione Italiano, più un altro atleta selezionato dal Settore Tecnico Nazionale

Si ribadisce che la partecipazione alla manifestazione in oggetto è subordinata al conseguimento dei minimi sopra indicati; il conseguimento del minimo è condizione necessaria ma non sufficiente alla convocazione per la manifestazione, che resta sempre e comunque subordinata ad autonoma ed insindacabile valutazione di efficienza e condizione psico-fisica da parte del Settore Tecnico.

 

File allegati:
- ISCRITTI/Entries
- ORARIO/Timetable



Condividi con
Seguici su: