Cusma: "Volevo una medaglia"




 

Elisa Cusma ha gli occhi lucidi e un'espressione sconsolata a fine gara: "Sono delusa perchè volevo arrivare sul podio. Sono sincera, me la volevo giocare per una medaglia. Sono venuti fuori tempi che non avrei mai pensato. Ho commesso l'errore di passare troppo forte e putroppo l'ho pagato. Mi dispiace, l'inglese Meadows in questo è stata più furba di me a non farsi prendere dall'istinto e ha continuato a fare la sua gara fino al bronzo. Io so benissimo di valere il mio primato personale e mi dispiace non essere riuscita a farlo qui." A caldo un po' di rabbia si fa largo nella delusione delle parole dell'ottocentista azzurra: "La sudafricana non la considero neanche, per me non è una donna. Si fanno i test genetici, ma le medaglie poi le vincono sempre le altre...".

Nella foto in alto, Elisa Cusma; in quella in basso un momento della finale (Giancarlo Colombo per Omega/FIDAL)

File allegati:
- Le foto dei Mondiali / Photos


Condividi con
Seguici su: