Cronaca della prima giornata dei Campionati Allievi da Grosseto (prima parte)




 

Notizie in aggiornamento da Grosseto, con particolare riguardo agli atleti dell’Emilia Romagna

 

La prima gara dei Campionati Italiani Allievi 2009 sono le batterie dei 400 hs allievi e allieve. Nei maschi il miglior tempo è naturalmente della medaglia di bronzo dei mondiali allievi di Bressanone, Jose Reynaldo Bencosme, con 53.15. L’unico atleta della nostra regione è il riccionese Roberto Guidoni, che è 6° nella 2ª batteria con 58.09, un po’ superiore al suo primato di 57.16, tempo comunque che non gli avrebbe ugualmente consentito la qualificazione alla finale. Nelle allieve invece è la pavullese Silvia Gianaroli a dare una grande dimostrazione di forma, vincendo la 2ª batteria, con il miglior tempo di qualificazione di 1.03.61 e primato personale migliorato dal precedente 1.04.34. Come si era ipotizzato dall’elenco delle iscritte in questa gara, il livello pare meno qualificato degli scorsi anni (negli ultimi 6 anni la vincitrice aveva corso da un minimo di 59.84 a un massimo di 1.03.13) e l’allieva del Mollificio Modenese potrebbe veramente puntare al titolo, grandissimo risultato per una debuttante o quasi come lei. Le sue avversarie nella finale di domani dovrebbero essere la bergamasca Arianna Pesenti e la veneta Giada Palezza, che si sono classificate ai primi 2 posti della 3ª batteria in 1.04.84 e 1.05.27. In 3ª batteria c’era anche la romagnola Margherita Pieroni, che ha corso in 1.10.01, abbastanza lontana dai suoi crono migliori.

& nbsp;

400 allievi e allieve. Nei maschi Alessandro Ghidoni si qualifica per la finale, ritornando a correre sotto i 50 secondi (l’ultima delle 3 volte era stato a giugno) e con 49.86 è 2° in batteria e 2° miglior tempo di qualificazione, avvicinando il personale a soli 8/100. E’ stato preceduto in batteria dal ligure Davide Re, favorito nei pronostici, con 49.46. Decisamente incoraggiante quindi la prestazione di Ghidoni, anche se altri candidati alle medaglie come Michele Tricca e Matteo Iachini si sono limitati a vincere la propria batteria. Nelle allieve si qualifica agevolmente per la finale di domani la parmense Ambra Gatti, al 2° posto nella 1ª batteria con 57.85, preceduta da Francesca Romana Cattaneo con 57.66, che insieme a Irene Baldessari, vincitrice della 2ª batteria con 57.33, sono le maggiori candidate a salire sul podio.

 

200 allievi e allieve. Nei 200 allievi ci sono 4 allievi della nostra regione. Sono previste 3 batterie a corsie piene per un totale di 24 atleti, che designeranno gli 8 finalisti. Il faentino Alberto Rontini è 3° nella 2ª batteria con 22.09, personale demolito (22.77 precedente) che non potrà essere omologato per un vento di poco superiore al consentito (+2,2). E’ comunque il 4° tempo fra gli ammessi alla finale e c’è da ritenere che il personale omologabile (se il vento sarà nella norma) arriverà nella finale di domani. Sfugge la finale per 9/100 invece a Daniele Antonini, 4° nella batteria di Rontini, anche lui con il personale non omologabile di 22.41 (precedente 22.60); il personale “regolare” lo ottiene invece Luca Valbonesi con 22.56 (vento +0,3) che si migliora di 19/100, con il 4° posto nella 1ª batteria, che non gli consente di qualificarsi. Fuori anche Kevin Menzani con 23.59, 8° in 2ª batteria. Nelle allieve la reggio/nigeriana Judy Udochi Ekeh sembra decisamente fuori portata da tutte le altre: il 24.55 (con vento +2,3) in 2ª batteria è di 59/100 più veloce del 2° tempo fra le qualificatesi per la finale di domani. Nulla da fare per Nicole Marescotti, al 7° posto nella batteria della Ekeh con 26.53.

 

100 allievi e allieve. Nessun allievo dell’Emilia Romagna nella gara maschile, nella quale l’atleta più atteso era la medaglia di bronzo dei Mondiali Allievi, il veronese Giovanni Galbieri, che pur qualificandosi per la finale di domani, non ne prenderà parte per un dolore al piede che lo tormenta da un po’ di tempo. Nelle allieve Federica Giannotti conquista la finale A con il tempo di 12.45 (vento -0,2); la sua compagna di club Sara Gaibotti è ammessa invece alla finale B con 12.62. Eliminate Virginia Pollastri con 13.01 e Martina Taglioli con 13.20.

 

Triplo allievi. Nessun atleta dell’Emilia Roamgna in gara. Vince il pugliese Leonardo Pasquale Bruno, già 2° nel 2008, con 15,27 (vento +2,4) davanti al laziale Mario Romano con 15,13 (+3,1).

 

Martello allievi. Bel 5° posto di Wagner Scorzoni che si migliora di 50 cm esatti, arrivando a 59,76. Il 4° è appena a 7 cm oltre e anche il 3° classificato non è tanto lontano (meno di un metro). Scorzoni effettua una buona serie di lanci, iniziando con 54,07, poi 57,16, 59,76, 58,21, 59,69, 56,20. Il titolo va al piemontese Lorenzo Puliserti con 62,38.

 

Asta allieve. Titolo per la favorita Chiara Rota con  3,55. La parmense Selene Zenobi è non classificata per i 3 errori alla misura di entrata a 2,60.

 

Alto allievi. Misure piuttosto modeste in questa gara vinta dal veronese Michael Piccoli, 1° anno di categoria, che salta 2,00. 18° Eugenio Rossi che salta alla 3ª prova 1,80, eguagliando il personale ma si deve arrendere a 1,85.

 

110 allievi e 100 hs allieve (batterie). Nessun atleta emiliano romagnolo nei 110 hs (miglior tempo delle batterie è del toscano Ivan Mach di Palmstein con 13.69, con vento +2,4). Nelle allieve in gara Maria Chiara Neri e Annalisa Scartezzini. La lughese conquista l’accesso alla finale con  14.68, 2ª nella 1ª batteria, mentre la bolognese con 16.14 è lontana dalle sue migliori prestazioni. Miglior tempo in batteria è stato 14.14 della alto atesina Marion Kastl (vento +3,6).

 

Triplo allieve: nessun problema per la favorita, l’ucraino/salernitana Daria Derkach che vince con 12,15. 11° posto per Pamela Zizza con 11,10, non lontana dal personale di 11,34.

 

Giorgio Rizzoli



Condividi con
Seguici su: