Cosenza K42 ottava al CdS Nazionale Cross Master

25 Marzo 2016

Il team cosentino tra le prime dieci squadre d'Italia


 

 

Ai Campionati Italiani Master di Cross disputatisi a Fiuggi (FR) domenica 20 marzo, la Cosenza K42 si piazza tra le prime dieci società d’Italia, concludendo in Ciociaria la sua migliore stagione campestre. Sul circuito ricavato all’interno del Parco della Fonte Anticolana della cittadina termale, sulla prova dei 6 chilometri, nella categoria SM35 sono andati a punti il marocchino Mustapha Habchi, giunto 8° al traguardo, Salvatore Arena classificatosi 15°, Domenico Focà 22°, Armando Remorini 27°, Stefano Bruno 29° ed Emanuele Franzese 35°. Nella categoria SM40 Massimo Palermo è 35° e Luca Consolo 40°. Ottimo il bottino di punti ottenuto dalla SM45 con Francesco Turano 19°, Francesco Monti 24°, Luigi Imbrogno 28° e Massimiliano Caputo 38°. Mario Ras chiude al 63° posto. Gialloneri protagonisti nella SM50 con il secondo posto conseguito da Giovanni Pronestì, vero e proprio outsider di batteria, insediatosi in testa alla corsa da subito e conclusa con il suo primo podio italiano in carriera.

Giuseppe Calabrese si aggiudica un 23° posto pesante ai fini della classifica finale. Strategico in egual misura il 31° posto di Massimo Ragusa. Giovanni Curia arriva 43°. Lucio Luciani 67° e Cosimo Raho 68°. Sfortunata la prova di Francesco Scordino infortunatosi prima dell’arrivo dopo una gara esemplare. Tonino Posa febbricitante invece non parte neanche. Forfait durante il riscaldamento anche per Carmine Vizza e la SM55 viene affidata a Carmelo Pastura e Franco Rinaldi, piazzatisi rispettivamente 32° e 43°. Positivo il rientro in una competizione nazionale di Amedeo De Marco classificatosi 18° nella SM60. Nella stessa categoria Enzo Remorini si piazza 42° e Pasquale Marra 53°. Noie muscolari bloccano il toscano Mauro Valdrighi, costretto al ritiro dopo appena 600 metri. Nella SM65 Vincenzo Burreci e Vincenzo Biondi si classificano 32° e 34°. Alla fine assemblati i migliori dieci punteggi maschili realizzati, la Cosenza K42 scala un paio di gradini nel ranking over35 e si posiziona ottava su settantasette società partecipanti.

Non cambiano invece gli equilibri al vertice del podismo nazionale rispetto al passato, con i genovesi della Cambiaso Risso che si aggiudicano lo scudetto 2016 ai danni degli emiliani della Avis Castel San Pietro. Nella disputa femminile sulla distanza dei 4 chilometri, spicca il 2° posto conquistato dall'atleta greca Spyridoula Souma, che vale l’argento nella categoria SF50. Stessa grinta tra le SF55 con Grazia Toma lesta nel finale a recuperare posizioni, tanto da guadagnare un meritato bronzo. Brava Simona Belvedere giunta 13^ nella categoria SF35. Irene Pascone è 19^ tra le SF45. Rosetta Strancone 10^ tra le SF65. Con solo cinque risultati utili sugli otto previsti dai regolamenti federali, non dispiace affatto il 15° posto conseguito dalle atlete calabresi nella classifica di società che lascia ben sperare per il prossimo futuro. Il titolo a squadre donne va all’Atletica Paratico di Brescia che anticipa di un solo punto il Road Runners Club Milano. Aggregatisi con la pattuglia giallonera gli atleti calabresi Palma De Leo, tesserata G.S. Lammari di Lucca, argento nella SF35 e Vincenzo Mollica, ASD Running Bagnara, classificatosi 29° nella categoria SM45. 

Cosenza K42

 



Condividi con
Seguici su: