Corso Nazionale Allenatori 2016

09 Maggio 2016

Aperte le iscrizioni, da presentare entro il 24 maggio al Comitato Regionale. Il corso si svolgerà dal 28 giugno al 3 luglio, presso il CPO di Formia


 

La FIDAL, Centro Studi & Ricerche, indice ed organizza un Corso Nazionale di formazione per ALLENATORI (2° livello federale).

I moduli per la domanda di ammissione e per l’autocertificazione dei crediti si possono scaricare dal sito FIDAL nazionale, tramite l’area Studi e Formazione.

  1. Finalità

Il Corso mira a realizzare una formazione qualificata con l'obiettivo di preparare una figura tecnica secondo il seguente profilo di competenze definito dal vigente Regolamento dei Tecnici FIDAL. L'Allenatore deve essere in grado di:

  • condurre e progettare l’attività di allenamento di atleti di ogni fascia di età, con particolare riferimento alla specializzazione giovanile;
  • collaborare con allenatori specialisti all’identificazione e alla cura dei talenti;
  • assistere gli atleti durante le gare e prende le misure necessarie per garantire la sicurezza degli atleti nel rispetto di quanto previsto nei regolamenti statali e federali inerenti l’attività sportiva.

Per il conseguimento del 2° livello tecnico federale, nell’ambito del Corso, si prevede l’acquisizione delle abilità e conoscenze – generali e specifiche – necessarie alle competenze sopraindicate, i cui esiti di apprendimento corrispondono complessivamente a n. 20 crediti formativi. Il programma didattico del percorso formativo indicherà il numero di crediti acquisibile per i rispettivi moduli e unità di apprendimento.

  1. Destinatari

Il Corso è destinato ad un numero di tecnici fino ad un totale massimo di 60, verificato il possesso dei requisiti previsti dal presente bando.

  1. Requisiti

I candidati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere cittadinanza italiana o degli stati membri dell'UE, per i cittadini non comunitari essere in regola con il permesso di soggiorno previsto dalla legge ed in possesso del titolo di studio equiparato a quello necessario per l’ammissione al corso;
  • diploma di scuola media secondaria di secondo grado;
  • regolare tesseramento e attività presso una società di atletica leggera da almeno due anni con la qualifica di

Istruttore, salvo quanto previsto dal regolamento applicativo dei crediti relativamente alla formazione universitaria;

  • non essere stati radiati da una Federazione Sportiva Nazionale o da un Ente di Promozione Sportiva o da una

Disciplina Sportiva Associata, Associazione benemerita, né soggetti a provvedimento disciplinare in atto da parte di organismi riconosciuti dal CONI

  • non aver riportato nell'ultimo decennio, salva riabilitazione, squalifiche o inibizioni sportive definitive complessivamente superiori ad un anno da parte delle Federazioni sportive nazionali, del CONI, delle Discipline Associate e degli Enti di Promozione Sportiva, Associazione benemerita o di Organismi sportivi internazionali riconosciuti;
  • non aver subito sanzioni di sospensione dall'attività sportiva a seguito dell’accertamento di una violazione delle

Norme Sportive Antidoping del CONI o delle disposizioni del Codice Mondiale Antidoping WADA ;

  • possesso dei crediti previsti e maturati per l'ammissione al corso (n. 3 crediti acquisiti dal 1° aprile 2014 al 5 maggio 2016)
  1. Articolazione del corso

Ø Il piano di studi, secondo quanto previsto dallo SNAQ (Sistema Nazionale di Qualifica dei Tecnici Sportivi) viene elaborato sulla base di una suddivisione dei crediti fra abilità individuali e conoscenze per un totale di 20 crediti (6 per le abilità, 14 per le conoscenze).

Ø Il piano di studi è suddiviso secondo moduli di argomenti scientifici generali, metodologici, e su moduli riferiti all'insegnamento delle specialità tecniche dell'atletica leggera

Ø La frequenza è obbligatoria, unitamente alla partecipazione alle attività pratiche. E’ ammessa l'assenza, per qualsiasi motivo, a non più di 8 ore (4 unità didattiche o due mezze giornate di lezione), limite oltre il quale si perde il diritto di effettuare l'esame finale per il conseguimento del livello. Il tecnico che si assenterà entro il limite suddetto dovrà comunque produrre una relazione sull’argomento trattato durante le lezioni alle quali non ha assistito.

Ø Per i laureati in Scienze Motorie, i Diplomati ISEF e per gli studenti delle Università convenzionate per il secondo livello è giustificata l’assenza alle lezioni relative alle seguenti materie: fisiologia e psicologia. L’assenza sarà autorizzata dal Centro Studi FIDAL previo invio anticipato da parte del tecnico interessato di relativa certificazione (centrostudi@fidal.it).

Ø La valutazione finale è espressa dalla Commissione d'esame, con il giudizio globale sulla base delle competenze acquisite dai candidati.

Ø Il calendario dei moduli e i programmi didattici verranno comunicati in occasione della ufficializzazione degli ammessi al corso.

  1. Sessione di esami

La qualifica si consegue superando l’esame che ha l’obiettivo di valutare le competenze e le capacità di programmazione e conduzione dell’allenamento di atleti nella specializzazione giovanile e che consiste nella valutazione di:

  • prova scritta svolta al termine della settimana di corso; · programmazione dell’allenamento elaborata in forma scritta; · colloquio orale.

Il colloquio orale e la presentazione della programmazione dell’allenamento si svolgeranno in un fine settimana che si terrà successivamente all’effettuazione del corso.

Il conseguimento del livello di Allenatore avviene tramite il superamento con giudizio finale sufficiente (18/30), scaturito dai punteggi delle singole prove. Chi non fosse in grado di partecipare alla valutazione finale, con valide e documentate motivazioni, potrà essere richiamato alla verifica di un corso successivo.

 

 

  1. Docenti

Il corpo docente è composto da esperti e tecnici di riconosciuta professionalità, con esperienze nazionali ed internazionali e con specifiche caratteristiche curricolari.

  1. Date e Luogo di svolgimento

Il Corso si svolgerà dalle ore 10 del 28 giugno alle ore 12 del 3 luglio 2016, presso l’impianto del CPO CONI di Formia.

  1. Modalità di partecipazione

Le domande di ammissione al Corso per Allenatore dovranno pervenire al Comitato Regionale di competenza entro il 24 maggio 2016.

I Fiduciari Tecnici Regionali dovranno provvedere alla verifica dei crediti per la parte di competenza ed alla loro certificazione tramite la firma apposta sulla scheda stessa accanto ad ogni attività verificata. I Fiduciari Tecnici Regionali inoltreranno al Centro Studi & Ricerche della FIDAL solo le domande dei Tecnici in possesso dei requisiti e dei crediti validi.

I crediti maturati per le attività a carattere nazionale saranno indicati nella scheda e verificati dal Centro Studi.

  1. Quota di partecipazione

La quota di partecipazione al corso è di € 150,00 (centocinquanta), comprensiva dei materiali didattici, da versare secondo le modalità che verranno indicate agli ammessi al Corso.

Le spese di viaggio, vitto e alloggio sono a carico dei partecipanti. Il Centro Studi & Ricerche FIDAL comunicherà le informazioni logistiche ai tecnici ammessi a partecipare al Corso.

  1. Ammissione al corso

L’ammissione dei tecnici al corso sarà definita valutando i titoli indicati dai candidati nella scheda informativa allegata, che dovrà essere compilata in ogni sua parte pena l’esclusione dal bando. Oltre a quanto previsto nei punti 2 e 3 del presente Bando, verranno presi in considerazione titoli relativi al percorso formativo personale, con particolare riferimento alla descrizione delle attività svolte attualmente come tecnico di atletica leggera (con l’indicazione di età e livello degli atleti allenati) e ai ruoli rivestiti in ambito sportivo, a eventuali titoli di produzione scientifica ed a ulteriori esperienze tecniche.

L’elenco degli ammessi sarà diffuso sul sito Fidal entro il 31 maggio 2016 mentre la notifica di ammissione sarà inviata tramite i Comitati Regionali. Gli ammessi dovranno perfezionare l’iscrizione con il pagamento della quota di partecipazione entro il 14 giugno 2016. Il mancato pagamento comporta la rinuncia al corso.

 

 



Condividi con
Seguici su: