Corrintime e Recastello tricolori. Trionfo Cembra

27 Maggio 2018

La Corrintime dei gemelli Dematteis e Aymonod e La Recastello Radici Group di Galassi e Gaggi trionfano ad Arco nella Castle Mountain Running Memorial Franco Travaglia. Tra le junior titolo tricolore per l'Atletica Cembra di Pasero e Mattevi


 

La Corrintime e La Recastello Radici Group si sono accomodate oggi sul trono tricolore al termine della Castle Mountain Running - Memorial Franco Travaglia che ad Arco, nel Garda Trentino, ha ospitato i Campionati Italiani di Corsa in Montagna a Staffetta per l'organizzazione della Garda Sport Events.

Bernard Dematteis, Henry Aymonod e Martin Dematteis al maschile, Samantha Galassi ed Alice Gaggi al femminile: è stato un duplice trionfo per le due formazioni, un successo che ha coinvolto anche le junior dell'Atletica Valle di Cembra Arianna Pasero ed Angela Mattevi e gli junior del GS Quantin (Mihal Sirbu - straniero e quindi non in lizza per il titolo italiano ed Isacco Costa), con l'Atletica Lecco Colombo Costruzioni, seconda, a meritare il titolo tricolore con Andrea Rota e Stefano Meinardi.

 

GARA MASCHILE (3 frazioni di 6.720m) - Doveva essere gara a tre e così è stato con il confronto a viso aperto tra Corrintime (Bernard Dematteis, Henri Aymonod, Martin Dematteis), Atletica Valle Brembana (Nadir Cavagna, Alex Baldaccini, Francesco Puppi) ed i campioni uscenti dell'Atletica Valli Bergamasche Leffe di Luca Cagnati, Alessandro Rambaldini e Cesare Maestri.

Pronti, via e Bernard Dematteis ha subito fatto il diavolo a quattro, prendendo letteralmente il largo tanto nei tratti in salita al Castello e sul Monte Colodri, quanto nelle successive picchiate, presentandosi in zona cambio con 45" di vantaggio su Cavagna, con Cagnati a seguire. In seconda frazione Baldaccini ha provato a rifarsi sotto ad Aymonod, ma il valdostano si è rivelato di una caratura forse inattesa, mantenendo la leadership per dare il campio a Martin Dematteis con ancora 12" di margine. La terza frazione iniziava dunque così: Corrintime davanti, Valle Brembana a seguire a poche decine di metri e Valli Bergamasche Leffe terze ad una quarantina di seconda. Dematteis ha sentito per qualche metro il fiato sul collo di Puppi che ha provato a rosicchiare qualche secondo, ma una volta scollinata la Torre Renghera, sulla sommità della Rocca del Castello di Arco, è tornato ad allungare, chiudendo di fatto il discorso per il successo finale. Discorso invece riaperto da Cesare Maestri per la piazza d'onore: nella seconda salita, il trentino in casacca arancione ha completato il sorpasso, guadagnando la seconda posizione.

Sul rettilineo d'arrivo è stata dunque parata per il terzetto in maglia azzurra della Corrintime, pronto a riabbracciare la famiglia Travaglia due anni dopo il trionfo europeo di due anni fa di Martin e Bernard Dematteis. I gemelli della Valle Varaita (oggi supportati da un eccellente Henri Aymonod) tornano dunque ad essere principi di Arco ed il pensiero è subito volato alla memoria del compianto Franco Travaglia.

Il secondo posto dell'Atletica Valli Bergamasche Leffe ed il terzo dell'Atletica Valle Brembana hanno completato il podio tricolore, con il GS Quantin a brindare per la vittoria, mentre il titolo tricolore under 20 è andato all'Atletica Lecco Colombo Costruzioni di Andrea Rota e Stefano Meinardi.

Scorrendo i tempi individuali di frazione, spicca il miglior tempo assoluto di Bernard Dematteis (27'29) che ha così meritato il Memorial Franco Travaglia, dietro di lui il gemello Martin (27'40) ed un sorprendente Cesare Maestri (28'05).

In chiave trentina, eccellente invece il quarto posto dell'Atletica Trento, con Michele Vaia, Francesco Mich ed Andrea Debiasi.

 

Le parole dei Campioni Tricolori:

Bernard Dematteis: "Ci tenevamo a fare una grande gara qui ad Arco, per onorare al meglio la memoria di Franco Travaglia, praticamente un secondo padre per me e Martin. Credo che tornare sul trono tricolore dopo tre anni sia un grande successo per la nostra società ed il merito è stato davvero di Henri Aymonod, protagonista di una gara sublime. La Castle Mountain Running è sempre un'occasione pazzesca di promozione per il nostro sport e ringrazio sentitamente i figli di Franco e la moglie Paola per aver proseguito nell'impegno organizzativo. Ed ora Arco può sognare ancora più in grande, anche i Mondiali del 2021".

Henri Aymonod: "Essere in squadra con due colossi come i gemelli Dematteis sembra quasi rendere tutto più facile. Ho ricevuto il testimone da Bernard in prima posizione e ho fatto di tutto per difendere la posizione ed ora quasi non riesco a credere di essere campione italiano. Una gara pazzesca, davvero. Indimenticabile".

Martin Dematteis: "Due anni fa, su questo traguardo, ho vissuto il trionfo europeo, la più bella giornata sportiva della mia vita, grazie a mio fratello Bernard. Tornare a gioire qui ha per me un significato particolare. Posso dire di essermi completamente ritrovato e posso dire grazie ad Arco ed alla sua gente: il sogno mondiale è sempre più forte".

 

GARA FEMMINILE (2 frazioni di 5.000m) - Il pronostico che vedeva la conferma tricolore de La Recastello Radici Group di Samantha Galassi ed Alice Gaggi alla fine è stato rispettato, ma l'andamento della gara è stato carico di pathos. Ed il merito è stato tutto di Gloria Giudici e Barbara Bani, capaci di mantenere vive le speranze tricolori della FreeZone per tre quarti della gara giovanile.

In prima frazione Gloria Giudici ha fatto la voce grossa, presentandosi con margine in zona cambio per lanciare in fuga solitaria la Bani, mentre dietro Alice Gaggilamentava un ritardo di circa 40". Sin dalla scalata al Castello, la trentenne di Morbegno ha iniziato a rosicchiare il margine nei confronti della bresciana di Ome, ma il ricongiungimento si è materializzato nel cuore della seconda salita del tracciato, all'ombra dell'olivaia che cinge le colline arcensi. Il sorpasso della Gaggi è stato istantaneo e per la Bani non è rimasto altro da fare che limitare i danni e completare la propria corsa d'argento, con tanto di accorata dedica alla compagna Sara Bottarelli, in dolce attesa. Con Samantha Galassi ad attendere Gaggi sul traguardo, si è compiuta la riconferma tricolore de La Recastello Radici Group, mentre il duello per la medaglia di bronzo ha premiato l'Atletica AltaValtellina di Elisa Compagnoni ed Elisa Desco.

Sesta piazza assoluta e titolo under 20 quindi per le due trentine dell'Atletica Valle di Cembra, Arianna Pasero ed Angela Mattevi, con quest'ultima assoluta protagonista della seconda frazione.

A livello individuale, il miglior tempo di giornata è stato proprio quello di Alice Gaggi (23'12), seguita a debita distanza da Gloria Giudici (23'46) e da Elisa Desco (24'14); spicca il quinto tempo assoluto della junior Angela Mattevi (24'23).

 

Le parole delle Campionesse Tricolori:

Samantha Galassi: "Ho cercato di fare del mio meglio e contavo di dare il cambio ad Alice con un ritardo minore, ma la mia compagna è stata fantastica nella rimonta ed è stato emozionante trepidare al traguardo nel seguire il suo sorpasso. Essere ancora campionesse tricolori è qualcosa di incredibile, a maggior ragione in un contesto come quello della Castle Mountain Running, davvero speciale".

Alice Gaggi: "Fare in modo che i pronostici vengano rispettati non è mai semplice, perchè le avversarie sono forti e valide. Oggi l'hanno dimostrato ma per fortuna dal nostro punto di vista tutto è andato nel verso giusto e possiamo ancora festeggiare il titolo tricolore. Grazie davvero alla Castle Mountain Running e agli organizzatori, credo che in una giornata così la memoria di Franco Travaglia sia onorata a dovere e lui stesso sarebbe felice di vedere tutto questo".

 

VERSO IL 2021 - Con due gare cariche di emozione e spettacolo, la Castle Mountain Running - Memorial Franco Travaglia si è rivelata ancora una volta un successo, capace di raccogliere ancora una volta un unanime consenso che rilancia le motivazioni del gruppo organizzatore della Garda Sport Events in avvio dell'avventura verso la candidatura ad ospitare i Campionati del Mondo 2021 di "Mountain & Trail Running", quelli che dovrebbero essere i primi organizzati sotto l'egida di IAAF. 

 

IN TV - La Castle Mountain Running 2018 - Memorial Franco Travaglia sarà trasmesso sulle frequenze di RaiSport nella giornata di domani, lunedì 28 maggio con una sintesi di circa 100 minuti a partire dalle 16:50. 

Grazie al supporto di VideoFrame, è stato possibile seguire l'intera Castle Mountain Running sul maxischermo allestito in zona arrivo, grazie alle oltre 20 telecamere distribuite - fisse e mobili - lungo il tracciato di gara per non perdere un solo metro di ogni singola sfida.

 

I Risultati delle Prove Senior, Junior e Master

I Risultati Giovanili della giornata di sabato

 

Le foto di Alice Russolo e Giacomo Meneghello

 

L'altimetria dei percorsi di gara

 

Il sito della manifestazione

 

MADE IN TRENTINO - Anche oggi come già nella giornata di ieri è attivo ed apprezzato lo stand ristorazione “Made in Trentino” che offrirà un menù creato esclusiva- mente con i prodotti di eccellenza del territorio. La pasta Felicetti, la carne del Salumificio Trentino, il formaggio della Casearia Monti Trentini, la frutta e verdura dell’Azienda Agricola Bertamini e Melinda, l’acqua Pejo, il vino delle Cantine Mezzacorona Rotari e il caffè della torrefazione Omkafè.

Il pasto completo di primo, secondo con contorno e acqua sarà acquistabile a 10 E presso la segreteria di gara e direttamente presso lo stand ristorazione “Made in Trentino”.

 

PROGETTO PER.LA. - Prosegue anche l'amicizia tra Garda Sport Events e ANFASS Trentino che da anni camminano insieme nel tentativo di coinvolgere i ragazzi meno fortunati. Anche in questo 2018 i protagonisti del Progetto Per.La. (percorso di orientamento, formazione e inserimento al lavoro) hanno preparato un simpatico gadget che sarà consegnato a tutti i partecipanti, un portachiavi a forma di farfalla che richiama il simbolo del Trentino.


La CorrinTime con la famiglia Travaglia - foto Alice Russolo


Condividi con
Seguici su: