Coppa di marcia, è già Olimpiade




 
La fila del pubblico pagante ai cancelli dello stadio – per una cerimonia d’apertura alla quale non interverranno atleti – è qualcosa a cui la marcia non è abituata. Eppure, Cheboksary, Russia, sede della Coppa del Mondo della specialità (in programma domani e domenica su un circuito che scorre lungo le rive del Volga) l’ha mostrata. E’ successo poco fa, con il sole ancora alto del primo dei tre giorni di festa della liberazione russa: un fiume di uomini e donne di ogni età è accorso per l'avvio di una manifestazione che mai probabilmente ha vissuto una simile atmosfera. Ma questa è una terra che la marcia la conosce, e ha imparato ad amarla anche grazie a campionesse come Ivanova e Nikolayeva, che in Chuvasha (la regione di cui Cheboksary è capitale) sono nate e vivono. Domani, prima giornata di gare, il programma presenta le due prove dedicate agli Junior e quella maschile sui 20 chilometri, una delle più importanti anche in chiave azzurra, per la presenza al via del campione olimpico di Atene, Ivano Brugnetti. Il milanese è reduce da una buona uscita al challenge IAAF di Sesto San Giovanni (secondo in 1h20:51 alle spella del campione del mondo Jefferson Perez), e stimolato dal confronto, l’ennesimo, con il rivale di sempre, lo spagnolo Francisco Fernandez, il numero uno della lista degli iscritti, stante l’assenza – è iscritto sui 50km: se la vedrà con Alex Schwazer – del neo primatista del mondo, il russo Vladimir Kanaykin. Entrano nel lotto dei pronosticabili anche gli altri russi Borchin, Burayev, Krivov e Markov (come dire: una corazzata), il norvegese Tysse, il tunisino Ghoula, l’altro spagnolo Molina, i sempre imprevedibili cinesi (presenti con quelle che con ogni probabilità sono da considerare seconde schiere). Insomma, un parco di pretendenti davvero vasto, che rende ogni pronostico un piccolo salto nel buio. Con Brugnetti, vestiranno l’azzurro Fortunato D’Onofrio, Jean Jacques Nkouloukidi, e Daniele Paris. Obiettivo di squadra, un piazzamento nelle prime cinque posizioni, difficile per il podio, considerato l’alto numero di formazioni di primissimo piano presenti. Tra gli Junior (10 chilometri) azzurrini con qualche chance in più di salire sul podio dei fratelli più grandi, anche se Russia e Spagna sembrano abbastanza fuori portata: Di Bari, Macchia e Tontodonati i selezionati dal Dt Silvaggi e dal responsabile di settore Visini. Tra le ragazze (le prime al via, alle 11 locali, le 9 del mattino italiane), Eleonora Anna Giorgi, Mara Misuraca e la 17enne Antonella Palmisano cercano soprattutto progressi cronometrici, in un contesto che sembra abbastanza fuori portata. Domenica, sarà la volta di Alex Schwazer. L’altoatesino, al momento, soffre soprattutto per un problema: la sua valigia vaga ancora nei magazzini bagagli di qualche aeroporto russo. All’interno, le scarpe da gara, che il bronzo mondiale do Osaka ha imprudentemente spedito col resto delle sue cose. Gli addetti russi continuano a dispensare fiducia sul ritrovamento del prezioso carico (e questo è probabilmente il problema maggiore). Vedremo. Intanto, la conferma della presenza di Kanaykin al via aumenta il valore della competizione. Il russo viene da due squalifiche in altrattante edizioni di Coppa del Mondo sulla distanza, ma dopo lo stupefacente 1h17:16 del record del mondo dei 20km dello scorso settembre, alimenta una legittima curiosità. Con lui, il compagno di nazionale Nizeghorodv, l’uomo che si è visto non omologare il record del mondo dei 50km (3h25:29) realizzato nel 2004; poi, attenzione agli spagnoli (non più giovanissimi ma sempre regolari dalle parti del podio), al norvegese Nymark, e anche in questo caso ad una formazione cinese che non può essere oggetto di nessuna forma di seria previsione. Italia con Schwazer, Diego Cafagna, Marco De Luca, Matteo Giupponi, e Dario Privitera. Per concludere, la gara delle donne sui 20 chilometri, dove il pronostico è tutto per la russa Anisya Kaniskina, la campionessa e primatista del mondo in carica, attesa con ogni probabilità ad una performance di grande significato tecnico. La maggiore insidia, per lei, può venire dalle compagne di squadra, oltre che dalla bielorussa Rita Turava, la campionessa d’Europa in carica, che rientra nell’occasione al livello agonistico più elevato. Elisa Rigaudo (selezionata con Federica Ferraro, Rossella Giordano, Gisella Orsini, Valentina Trapletti) tenta la risalita, al ritorno dal lungo stage sulle alture dell’Ecuador (sulle tracce del mito Jefferson Perez: qui presente ma non in senso agonistico). L’obiettivo è l’Olimpiade, e da qui a Pechino ci sarebbe spazio per recuperare. Vedremo se i segnali provenienti da Cheboksary indurranno all’ottimismo. Conto alla rovescia per i Giochi Olimpici Sei azzurri sono in rampa di lancio per i Giochi. Tradotto, hanno già dalla loro il minimo di partecipazione all’Olimpiade. Sono: Ivano Brugnetti, Giorgio Rubino (in via di ripresa dopo l'infortunio al ginocchio), Marco De Luca, Diego Cafagna, Alex Schwazer ed Elisa Rigaudo. Come da dettato federale, però, per conquistare definitivamente il visto dovranno piazzarsi nei primi sedici. Impresa tutt’altro che scontata. Questi gli standard di ammissione: 1h21:30; 3h56:00; 1h32:00 (donne). Tv: Rai Sport Satellite, sabato 10-12.30; domenica 9-10, 11-12.40, 13.20-14. LA SQUADRA ITALIANA Uomini / Men 20 Km Senior Ivano BRUGNETTI (G.A. Fiamme Gialle) Fortunato D'ONOFRIO (ASD Bruni Pubbl. Atl. Vomano) Jean Jacques NKOULOUKIDI (G.A. Fiamme Gialle) Daniele PARIS (C.S. Aeronautica Militare) 50 Km Diego CAFAGNA (C.S. Carabinieri Sez. Atletica) Marco DE LUCA (G.A. Fiamme Gialle) Matteo GIUPPONI (C.S. Carabinieri Sez. Atletica/Atl. Bergamo 1959 Creberg) Dario PRIVITERA (C.S. Aeronautica Militare) Alex SCHWAZER (C.S. Carabinieri Sez. Atletica) 10 Km Junior Vito DI BARI (CUS Bari) Riccardo MACCHIA (A.S.D. Falco Azzurro-Carichieti) Federico TONTODONATI (CUS Torino) Donne / Women 20 Km Senior Federica FERRARO (Universale Alba Docilia) Rossella GIORDANO (G.S. Fiamme Azzurre) Gisella ORSINI (C.S. Forestale) Elisa RIGAUDO (G.A. Fiamme Gialle) Valentina TRAPLETTI (C.S. Esercito) 10 Km Junior Eleonora Anna GIORGI (Atl. Lecco-Colombo Costruz.) Mara MISURACA (Alto Lazio A.S.D.) Antonella PALMISANO (A.S.D. Atletica Don Milani) PROGRAMMA ORARIO (Italia -2 ore) Sabato: 11.00: km 10 Junior donne 12.00: km 10 Junior uomini 13.00: km 20 uomini Domenica: 8.00: 50 km 13.00: 20 km donne Nella foto, i tre azzurri della 50 km: da sinistra, Schwazer, De Luca, Cafagna (FIDAL) File allegati:
- IL SITO IAAF



Condividi con
Seguici su: