Coppa Europa U20, festa per Vicenza e Bergamo

17 Settembre 2016

Nella rassegna continentale per club under 20 l'Atletica Vicentina Despar è quinta fra gli uomini, l'Atletica Bergamo Creberg sesta fra le donne: anche nel 2017 l'Italia avrà due squadre nella massima serie.


 

Si chiude con il quinto posto dell'Atletica Vicentina Despar al maschile e il sesto dell'Atletica Bergamo Creberg al femminile la Coppa Europa per Club Junior 2016 di Castellon, in Spagna. Oggi sabato 17 settembre i due team campioni d'Italia in carica fra gli allievi, davanti agli occhi del presidente FIDAL Alfio Giomi arrivato in Spagna per l'occasione, hanno sfidato su un programma di 19 gare le migliori squadre in Europa, confermando la doppia presenza italiana nella massima serie per la prossima edizione della rassegna continentale. Ad alzare la coppa al cielo sono stati i britannici dello Shaftesbury Barnet Harriers con 123 punti davanti ai turchi del Fenerbahce Sport Club (116) e ai padroni di casa del Playas de Castellón (93) che difendevano il titolo. Tra le donne si confermano, con 114,5 punti, le under 20 del Fenerbahce sul Blackheath & Bromly Harriers AC (Gran Bretagna, 106,5 punti) e sulle danesi dello Sparta AM (102,5).

ZENONI DI NUOVO IN PISTA - La rassegna è stata anche l’occasione per il rientro alle gare del bronzo mondiale allieve degli 800 metri Marta Zenoni, rimasta lontana dalla pista per tre mesi a causa di un infortunio a un piede e per questo ancora non al meglio della condizione. L’azzurrina, Tricolore assoluta indoor degli 800 e dei 1500 metri, è stata schierata sul doppio giro, dove ha seguito come un’ombra Katie-AnnMcDonald, in testa fin dal primo metro (con un passaggio di 1:04.94 alla campana), fino al rettilineo finale. Qui la britannica mette in cassaforte la vittoria in 2:09.71, mentre Zenoni perde terreno, facendosi superare dalla spagnola Lucia Rodríguez (2:10.82) e chiudendo in 2:10.94. La bergamasca non gareggiava dal terzo posto agli Assoluti di Rieti (2:05.62) del 25 giugno, mentre qualche settimana prima aveva corso in 2:01.91 al Galà dei Castelli di Bellinzona, sfiorando il minimo olimpico.

VICENZA SFIORA IL PODIO – I veneti sono appesantiti da un fine stagione ricco di assenze importanti, come quella del velocista, semifinalista dei mondiali allievi, Michele Rancan. Nonostante questo gli arancioni, un anno fa capaci di conquistare la promozione dal Gruppo B, sfoderano una buona competitività e salgono sul podio individuale in più di un’occasione. Sui 400 ostacoli Enrico Baccarin sfiora la vittoria, che va al britannico Niall Carney in 54.55, e festeggia il nuovo record personale di 55.49, ma entrano fra i primi tre anche l’allievo Amar Kasibovic (53,98 nel giavellotto), Gianluca Basso (11.21/-1.6 sui 100), Massimo Guerra (8:46.17 nei 3000), Gianluca Santuz (14,29 nel triplo), Massimo Rossi (15,23 nel peso) e il quartetto della 4x100 (42.99).

BERGAMO GUERRIERA – Anche fra le fila bergamasche manca (o meglio è presente, ma non scende in pista nelle gare individuali) una pedina fondamentale, ovvero la sprinter Alessia Pavese, in fase di recupero da alcuni problemi muscolari. Le giallorosse salgono così sul podio grazie alla già citata Marta Zenoni, a Monica Roncalli nei 400hs (terza in 62.87 nella gara vinta dalla finalista dei mondiali junior Michaela Pešková), Alessandra Fumagalli nell’asta (terza con il PB, 3,20). Le cose, a un certo punto, sembrano mettersi per il verso peggiore, con Bergamo a scivolare al settimo posto della classifica (che significherebbe retrocessione nel Gruppo B per l'Italia), ma le decisive staffette riportano la compagine lombarda al sesto posto in Europa.

a.c.s.

RISULTATI/Results

LA CLASSIFICA MASCHILE - 1. Shaftesbury Barnet Harriers (GBR) 123; 2. Fenerbahce Sport Club (TUR) 116; 3. Playas de Castellón (ESP) 93; 4. Sport Lisboa e Benfica (POR) 93; 5. Atletica Vicentina 86; 6. Nike Klaipeda (LTU) 64; 7. COA Lausanne-Riviera (SUI) 60; 8. Audentes Sports Club (EST) 53.

LA CLASSIFICA FEMMINILE - 1. Fenerbahce Sport Club (TUR) ; 2. Blackheath & Bromly Harriers AC (GBR) 106,5; 3. Sparta AM (DEN) 102,5; 4. AK Olymp Brno (CZE) 102; 5. Playas de Castellón (ESP) 77; 6. Atletica Bergamo 1959 Creberg 62,5; 7. Leiden Atletiek (NED) 61; 8. LAS Old Boys Basel (SUI) 55. 

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it


Atletica Bergamo e Atletica Vicentina


Condividi con
Seguici su: